Rinazina Nafazolina spray nasale e collirio

Molte volte si sente parlare della nafazolina. Ma cos’è in realtà? E quali sono i benefici che apporta? Vediamo nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere in merito a questa sostanza e in quali farmaci la si può trovare.

Rinazina Nafazolina cos’è e a cosa serve?

La nafazolina è un farmaco vasocostrittore che ha come finalità quello di restringere le dimensioni dei vasi sanguigni presenti nel naso.

In caso di sinusite, allergie, raffreddore, faringite o a fattori esterni quali fumo, agenti atmosferici inquinanti che causano irritazione agli occhi o al naso utilizzando prodotti contenenti come principio attivo la nafazolina aiutano a ridurre l’infiammazione.

Rinazina

Rinazina

Benefici

La nafazolina dunque è indicata per liberare il naso da:

In aggiunta, questa sostanza apporta benefici su alcune malattie degli occhi come la congiuntivite.

Rinazina Dosaggio

Il trattamento va eseguito soltanto per periodi brevi. Un uso prolungato di prodotti a base di nafazolina può alterare la funzione della mucosa nasale nonchè dei seni paranasali e può d’altro canto provocare dipendenza. Per questa ragione se ne consiglia l’utilizzo per pochi giorni. L’uso per lunghi periodi può risultare dannoso oltre a non apportare più alcun beneficio.

Attenersi dunque, alle dosi consigliate e non applicare il prodotto oltre i 4 giorni consecutivi.

E’ sconsigliato l’impiego dei farmaci a base di nafazolina ai ragazzi al di sotto dei 12 anni di età.

Nafazolina in che prodotti è contenuta

La nafazolina è contenuta negli spray decongestionanti e svolge un’azione rapida nel ridurre il gonfiore quando viene applicato nel naso, oppure in alcuni colliri per dare sollievo agli occhi stanchi, oppure in caso di irritazione, bruciore, arrossamento dovuto a polveri o a sostanze irritanti che a contatto con gli occhi si manifesta la sintomatologia citata.

Controindicazioni

Sebbene non tutti manifestano gli effetti collaterali, alcuni soggetti tuttavia possono essere colpiti da qualche disturbo in caso di assunzione di farmaci a base di questo principio attivo. In caso di spray nasale i possibili effetti avversi sono irritazione al naso, raramente invece si riscontra tachicardia, ipertensione, tremori ed insonnia.

In caso invece dell’utilizzo del collirio, la sintomatologia che si può presentare è la seguente: dolore agli occhi, dilatazione delle pupille, disturbi della vista.

Nel caso in cui si utilizza il collirio è necessario prima di utilizzarlo rimuovere le lenti a contatto, e indossarle nuovamente dopo 15 minuti. E’ bene oltretutto sottolineare che in alcuni casi si potrebbe manifestare un offuscamento della vista temporaneo, per cui è altamente sconsigliato guidare veicoli o utilizzare macchinari pericolosi.

Prima di utilizzare la nafazolina è necessario contattare il medico se:

  • Si è allergici al principio attivo o agli eccipienti del farmaco
  • si soffre di diabete, ipertensione, pressione alta, malattie cardiovascolari o ipertiroidismo
  • si assumono altri farmaci

Anche in caso di gravidanza o allattamento è bene sempre consultare il proprio medico, anche se non sono stati accertati fino ad oggi danni che potrebbero compromettere il feto.

Leave a Reply