Lisomucil bambini benefici contro il catarro e dosaggio

Un farmaco mucolitico piuttosto efficace è il Lisomucil Bambini. Si tratta di uno sciroppo che può essere utilizzato dai piccoli pazienti in caso di affezione acuta e cronica dell’apparato respiratorio accompagnata da tosse nonché dalla presenza eccessiva di catarro.

Questo sciroppo può essere di due tipologie: con o senza zucchero. In quest’ultimo caso è ideale per tutti quei bambini che devono seguire per motivi salutistici, un regime ipocalorico o comunque a basso contenuto di zuccheri.

Lisomucil bambini cos’è e a cosa serve?

lisomucil bambini

lisomucil bambini

Lisomucil bambini è uno sciroppo mucolitico che serve a fluidificare il muco presente nei bronchi. Il suo principio attivo è la carbocisteina che permette di sciogliere il catarro, ma deve essere somministrato secondo le indicazioni del proprio pediatra di fiducia. E’ bene precisare che la tosse è un meccanismo di difesa messo in atto dallo stesso organismo in caso di infiammazioni e di infezioni dell’apparato respiratorio.

A cosa serve tale Lisomucil sciroppo?

Quando le secrezioni bronchiali sono dense e vischiose quindi difficilmente eliminabili attraverso la tosse, si ricorre ad un fluidificante che ne riduce la viscosità favorendo in questo modo l’eliminazione all’esterno (espettorazione).

Lisomucil componenti

Come è stato accennato in precedenza il principio attivo presente è la carbocisteina, mentre gli eccipienti presenti sono i seguenti:  sodio idrossido, metile paraidrossibenzoato, e il colorante rosso cocciniglia A, che rende lo sciroppo più gradito ai bimbi.

Poichè si tratta di un farmaco adibito un target infantile deve essere somministrato con attenzione e riguardo, attenendosi alle istruzioni del medico. Solitamente la posologia consigliata è la seguente:

  • per i pazienti che hanno superato i cinque anni di età è consigliabile 1 cucchiaino per due o tre volte nell’arco delle 24 ore
  • per i piccoli pazienti avente un’età compresa tra i due e i cinque anni, mezzo cucchiaino da somministrare due volte al giorno

–>> Leggi il prossimo articolo su Fluimucil Mucolitico <<–

Lisomucil bambini quando non usarlo?

Diversi sono i casi in cui non bisogna utilizzare tale prodotto:

  • Ipersensibilità verso il principio attivo o eccipienti
  • Chi soffre di ulcera gastroduodenale
  • E’ sconsigliato utilizzare il prodotto per i bimbi al di sotto dei due anni di età, poichè può indurre ad un’ostruzione bronchiale viste le caratteristiche fisiologiche ancora limitate

Lo sciroppo provoca raramente effetti indesiderati gravi. In ogni caso, qualora si dovessero manifestare uno dei seguenti sintomi: mal di stomaco, nausea, eruzioni cutanee, vertigini e diarrea è bene consultare il pediatra, il quale provvederà a diminuire la quantità giornaliera o a sospendere il farmaco.

I pazienti con intolleranza al fruttosio sindrome da malassorbimento di glucosio- galattosio non devono utilizzare il prodotto. 

In caso di dieta a basso tenore di sodio, la dose consigliata da assumere è di 5 ml al giorno che equivale a 13 mg di sodio.

Lisomucil bambini: ci sono delle alternative naturali?

Sono sempre di più le mamme che ricorrono ai  rimedi naturali per risolvere i problemi di tosse. Ma sono realmente efficaci? Ebbene si, ci sono alcuni rimedi della nonna che se utilizzati a dovere possono apportare benefici di tutto rispetto. Un piccolo esempio? Eccolo:

Per la tosse un ottimo coadiuvante è rappresentato dall’ananas. Secondo alcuni studi recenti pare che l’ananas è un rimedio 5 volte più efficace rispetto ad uno sciroppo mucolitico per sciogliere il catarro, il muco e alleviare la tosse. Il motivo principale per cui questo frutto esotico è così efficace è dato da un enzima, ovvero la bromelina. 

Ma ecco come preparare un ottimo sciroppo mucolitico tutto al naturale:

Per poter sciogliere il muco dai bronchi è necessario utilizzare i seguenti ingredienti:

  • 2 fette di ananas
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 limone
  • 1 piccolo pezzetto di zenzero

Mixare tutti gli ingredienti e bere una tazzina di succo 2 o massimo 3 volte al giorno. Da ripetere tutti i giorni finchè la tosse non passa. Questo sciroppo è ideale anche quando la tosse è persistente.

Per il mal di gola dovuto alla tosse, perchè non utilizzare il rimedio della nonna, che a quanto pare è ancora oggi efficace al 100%? Stiamo parlando della combinazione di latte caldo e miele. Basta bere un bicchiere di latte caldo con l’aggiunta di un cucchiaino di miele prima di andare a dormire.

Un altro rimedio naturale e altrettanto efficace sono i suffumigi. Bollire l’acqua e aggiungere un olio essenziale che abbia la funzione di fluidificare il muco come l’eucalipto, il pino o la lavanda e far respirare i propri figli per 5 minuti questo vapore acqueo. Il risultato sarà veramente eccellente. Questo trattamento va ripetuto ogni giorno, almeno 2 volte, mattino e sera.

Anche l’alimentazione in sè ha la sua importanza. A tal proposito si sconsiglia di far consumare ai pargoletti latticini e cibi fritti perchè aumenta il catarro, meglio fargli assumere brodi e tisane calde perchè i liquidi e il calore aiutano ad idratare le mucose infiammate, condizioni essenziali per sciogliere le secrezioni bronchiali.

Lascia un commento