Globuli rossi alti o bassi: cause, sintomi e gravidanza

Cosa sono i globuli rossi? In questo vedremo le cause dei globuli alti e bassi, cosa fare in caso di valori troppo alti o troppo bassi anche in gravidanza.

I globuli rossi sono le cellule del sangue. Chiamati anche eritrociti o emazie, sono prodotti nel midollo osseo. Sia nell’essere umano che nei mammiferi i globuli rossi sono privi di nucleo e hanno una forma rotonda. Possiedono un diametro di circa 7 millesimi di millimetro e frontalmente presentano un colore giallo-verdastro.

Sono le cellule più piccole ma le più numerose in circolazione nel sangue, e sono le responsabili del trasporto dell’ossigeno e di parte dell’anidride carbonica ai e dai tessuti, questo significa in altri termini che hanno il compito di trasportare l’ossigeno dai polmoni alle aree periferiche del corpo.

Globuli rossi alti

Globuli rossi alti

Negli uomini il numero di eritrociti presenti è di circa 5 milioni per millimetro cubo, mentre per le donne, un po’ meno, ovvero 4,5 milioni per millimetro cubo. Persone che vivono a certe altitudini, il numero di globuli rossi tende ad essere più elevato.

Sopravvivono in media 120 giorni, trascorsi i quali vengono assorbiti dalle cellule immunitarie del midollo osseo, della milza e del fegato, mentre le cellule più semplici vengono quasi immediatamente riutilizzati dalle altre cellule presenti nell’organismo.

Globuli rossi alti: cause

Cosa significa quando i globuli rossi sono alti nel sangue? Quali possono essere le cause?

Prima di tutto bisogna dire che il numero degli eritrociti presenti nel sangue è un importante indicatore per la nostra salute.

Il valore viene determinato attraverso le analisi del sangue. Generalmente i medici li prescrivono in concomitanza con altri esami del sangue, quali emoglobina e l’ematocrito, in maniera tale da capire se l’aumento può destare o meno preoccupazione.

Se in effetti i valori tendono ad essere alti, le cause possono essere svariate:

  • disidratazione, magari provocata da qualche virus intestinale
  • sintomo di un diabete che ancora non è stato diagnosticato
  • tumore al rene
  • malattie polmonari
  • malattie cardiovascolari
  • cause genetiche

E poi ci possono essere anche altri fattori non patologici causa di globuli rossi alti:

  • fumo
  • assunzione di farmaci con testosterone
  • attività fisica
  • l’altitudine (come menzionato precedentemente)

Globuli rossi alti: cosa fare

Nel caso in cui la quantità di globuli rossi sia eccessiva, il sangue tende a ispessirsi, la circolazione comincia a rallentare e di conseguenza i sintomi che un individuo avverte sono i seguenti:

Esistono 3 diverse condizioni in cui si verifica un elevato numero di globuli rossi:

  • Pseudoglobulia: quando l’aumento è transitorio ( quindi non genera preoccupazione)
  • Poliglobulia: quando l’aumento è permanente
  • Policitemia: quando l’aumento di eritrociti nel sangue è causato da una malattia ematica, portando così all’incremento anche le piastrine nonché i globuli bianchi

Per quanto riguarda il trattamento, esso varia in base alla tipologia del problema. Naturalmente sarà il proprio medico di fiducia che valuterà caso per caso, e indicherà cosa sarà meglio fare una volta avuti in mano i risultati delle analisi del sangue.

Generalmente per poter diminuire i globuli rossi nel sangue bisogna sottoporre il paziente a dei trattamenti farmacologici.

Globuli rossi bassi

Globuli rossi bassi

Globuli rossi bassi

Quando il numero dei globuli rossi invece è basso, i tessuti vengono raggiunti da una quantità insufficiente di ossigeno e di conseguenza l’organismo non funzionerà più come dovrebbe.

Ma non sempre ad un numero di globuli rossi bassi corrisponde un quadro clinico ben definito e quindi una sintomatologia specifica, soprattutto se la riduzione non comporta sintomi particolari.

Infatti se il proprio organismo tende a mettere in atto una serie di azioni transitorie o quantomeno minimizzano il problema, allora non c’è da preoccuparsi. Pertanto se si dovessero verificare i seguenti sintomi: pallore, stanchezza, leggera cefalea, mancanza di forze, in questo caso la situazione non è allarmante.

Se la sintomatologia che si avverte è la seguente:

  • stanchezza sproporzionata rispetto allo sforzo compiuto
  • riduzione della forza muscolare, a livello tale da rendere i movimenti molto difficoltosi e anche molto lenti dovuti ad una serie di dolori o per mancanza di energia
  • respirazione difficoltosa
  • fiato corto
  • pallore eccessivo
  • palpitazione e tachicardia
  • talvolta perdita di conoscenza
  • ingrossamento e dolore alla milza

In questo caso siamo di fronte a dei casi di alcune forme di anemie o di altre patologie.

Globuli rossi bassi cause

Erroneamente a quanto si pensa, non sempre la diminuzione di eritrociti è dovuta a cause di natura patologica, ossia conseguenti a malattie. A volte un discreto numero di esse sono assolutamente fisiologiche.

Emorragie: è noto a tutti che la perdita di sangue causa una diminuzione di globuli rossi e delle piastrine. Ovviamente le emorragie non hanno sempre una natura patologica. Ad esempio, le donne che soffrono di flussi mestruali abbondanti o che seguono un’alimentazione scorretta o eccessivamente severa possono essere colpite da emorragia non patologica.

Di natura patologica invece possono essere le emorragie occulte dell’apparato gastro enterico (quando si soffre di ulcera allo stomaco, al duodeno) o le anemie emolitiche ( caratterizzate dalla distruzione di eritrociti).

E poi ancora, forme di leucemie, il linfoma che colpisce il midollo osseo, disturbi alla tiroide, insufficienza renale, abuso di alcool causano un abbassamento degli eritrociti.

Globuli rossi bassi in gravidanza

Durante la gravidanza è normale soffrire un po’ di anemia e avere i globuli rossi bassi. Questo succede perchè il feto ha bisogno di ferro per le sue necessità nutrizionali.

Ma al di là della gravidanza, sarà comunque compito del proprio medico di fiducia stabilire l’esatta causa di questo disturbo e procedere poi con il giusto trattamento.

Di sicuro, per poter migliorare le condizioni generali e di conseguenza ripristinare il volume normale di globuli rossi, l’alimentazione ha la sua importanza. Naturalmente questo vige quando ci troviamo di fronte a un disturbo non patologico, poiché la sola alimentazione non basta per poter risolvere il problema, ma occorre una terapia severa.

Gli alimenti dunque, da prediligere sono quelli proteici e ricchi di ferro, come gli spinaci, le uova, la carne, spinaci, frutta secca. Si potrebbe ricorrere anche agli integratori. Ma attenzione: è doveroso precisare che gli integratori non sostituiscono una dieta sana e variegata.

Nei casi più gravi può essere necessario invece, ricorrere a trasfusioni di sangue fino al ripristino completo delle condizioni del paziente.

Lascia un commento