Cosa è il morbo di Lyme? Sintomi e diagnosi

Il morbo di Lyme è una malattia infettiva che viene trasmessa agli esseri umani tramite il morso di una zecca dei cervi con zampe nere che nutritasi di cervi o topi infetti diviene anch’essa infetta e causa infezione tramite dei batteri Borreliaburgdorferisensu lato, conosciuta anche come Borreliaburgdorferi.

L’infezione della malattia di Lyme per essere trasmessa ha bisogno di 24-48 ore e si può notare dal un segno presente sulla pelle, però la maggior parte delle persone che contraggono il morbo di Lyme non è a conoscenza che è stato morso da una zecca infetta.

morbo di Lyme

morbo di Lyme

 

La malattia prende il nome da una città OldLyme, nel Connenticut dove nell’anno 1975 ci fù una vera e propria epidemia.

Questa malattia è molto comune e la più trasmessa in Europa e nelle regioni del Pacifico nord-occidentale, nord-orientale e dell’Alto Midwest degli Stati Uniti. Per questo le persone che vivono o trascorrono il loro tempo nelle aree boschive hanno più probabilità di contrarre la malattia di Lyme.

I sintomi del morbo di Lyme

Il morbo di Lyme si può manifestare in tre fasi:localizzata precocedisseminata precoce e disseminata tardivamentee i sintomi che si verificano dipenderanno dallo stadio nel quale si trova la malattia. Vediamo le tre fasi nello specifico.

Prima fase: malattia localizzata precoce

I sintomi del morbo di Lyme iniziano 1-2 settimane dopo essere stati punti dalla zecca e il primo dei segni è un’eruzione “a occhio di bue”, segno che i batteri si stanno moltiplicando nel flusso sanguigno.L’eruzione nasce dove la zecca ha punto e si forma una macchia rossa centrale circondata da una macchia chiara con un’area di rossore sul bordo, l’eruzione non porta ne dolore ne prurito e può risultare calda al tatto, essa scompare dopo quattro settimane.

Il nome che si dà a questa eruzione è eritema migrante, tuttavia molte persone non hanno questo sintomo. Di solito le persone hanno un’eruzione di colore rosso, mentre le persone scure di pelle hanno un’eruzione cutanea che assomiglia ad un livido.

Seconda fase: morbo di Lyme disseminata precoce

La seconda fase viene chiamata morbo di Lyme disseminata precoce essa si verifica dopo alcune settimane dalla puntura della zecca e in questa fase i batteri cominciano a diffondersi in tutto il corpo e provocano sintomi simili a quando si ha l’influenza:

  • brividi;
  • febbre;
  • linfonodi ingrossati;
  • gola infiammata;
  • la visione cambia;
  • fatica;
  • dolori muscolari;
  • mal di testa.

Durante questa fase si avverte una sensazione di malessere che può verificarsi in diverse aree dal morso della zecca, inoltre si possono verificare anche segni neurologici come intorpidimentoformicolio e paralisi di Bell. Questa fase si aggrava se chi la contrae ha la meningite o disturbi della frequenza cardiaca, inoltre i sintomi della fase 1 e 2 possono sovrapporsi.

Terza fase: tardiva morbo di Lyme disseminata

La terza ed ultima fase del morbo di Lyme chiamata disseminata tardivamente si verifica quando l’infezione della prima e della seconda fase non è stata curata e può verificarsi dopo settimane, mesi o anni dalla puntura della zecca. I sintomi che si verificano sono:

  • forti mal di testa;
  • artrite di una o più articolazioni grandi;
  • disturbi del ritmo cardiaco (brachicardia);
  • disturbi cerebrali (encefalopatia) che coinvolgono la memoria, l’umore e il sonno;
  • perdita di memoria a breve termine;
  • difficoltà di concentrazione;
  • nebulosità mentale;
  • problemi a seguito di conversazioni;
  • intorpidimento delle braccia, delle gambe, delle mani o dei piedi.

Contattare immediatamente il medico se si presenta qualcuno di questi sintomi.

Come diagnosticare il Morbo di Lyme

Per diagnosticare il morbo di Lyme si inizia analizzando la cartella clinica del paziente e effettuando esami fisici, visto che gli esami del sangue sono più affidabili poche settimane dopo aver contratto l’infezione, vista la presenza degli anticorpi, ma nel frattempo il medico può trascrivere i seguenti test per la diagnosi:

  • TEST ELISA (saggio immunoassorbente legato all’enzima) viene utilizzato per rilevare gli anticorpi contro la Borrelia burgdorferi.
  • TEST WESTERN BLOT può essere utilizzato per confermare un test ELISA positivo, inoltre, controlla la presenza di anticorpi contro proteine specifiche della Borrelia burgdorferi.

La reazione a catena della polimerasi (PCR) viene utilizzata per valutare le persone con artrite persistente di Lyme o sintomi del sistema nervoso e viene eseguito su liquido articolare o spinale.

Come viene trattato il morbo di Lyme?

Il morbo di Lyme viene trattato meglio nelle prime fasi e il trattamento precoce è un semplice corso da 14 a 21 giorni di antibiotici orali per eliminare ogni traccia di infezione e i farmaci usati per trattare il morbo di Lyme includono:

  • doxiciclina per adulti e bambini di età superiore a 8 anni;
  • cefuroxime e amoxicillina per adulti, bambini più piccoli e donne che allattano.

Il morbo di Lyme persistente o cronica è trattato con antibiotici per via endovenosa per un periodo di 14-21 giorni, anche se questo trattamento elimina l’infezione, i sintomi migliorano più lentamente.

Non si sa perché i sintomi, come il dolore alle articolazioni, continuano dopo che i batteri sono stati distrutti, anche se alcuni medici ritengono che i sintomi persistenti si manifestino in persone che sono inclini a malattie autoimmuni.

Come prevenire il morbo di Lyme

La prevenzione da tale malattia consiste principalmente nel ridurre il rischio di essere punti da una zecca adottando le seguenti misure preventive:

  • indossare pantaloni lunghi e camicie a maniche quando si sta in mezzo alla natura;
  • rendere il cortile pulito liberando aree boschive, mantenendo il sottobosco al minimo e mettendo le cataste di legna in aree con molto sole;
  • usare un repellente per insetti con il 10% di DEET che protegge per un periodo di circa due ore, attenzione a non usarne più di quanto sia necessario per il tempo in cui sistarà fuori, inoltre, non usare sulle mani di bambini piccoli o sui volti di bambini di meno di 2 mesi;
  • l’olio di eucalipto di limone offre la stessa protezione di DEET se usato in concentrazioni simili e non dovrebbe essere usato su bambini al di sotto dei 3 anni;
  • controlla i tuoi bambini, animali domestici e te stesso dalle zecche, inoltre, non dare per scontato che non si possa essere nuovamente infettati; le persone possono avere il morbo di Lyme più di una volta;
  • rimuovere le zecche con una pinzetta applicandola vicino alla testa o alla bocca tirando delicatamente, poi verificare che tutte le parti di spunta siano state rimosse.

Rivolgersi al proprio medico in caso di punture di zecca.
Fonte: https://www.oghers.com/

Leave a Reply