Cosa mangiare prima di correre? Cibi consigliati mattina e sera

Prima della nostra corsa abituale, è molto importante calcolare il tempo trascorso dall’ultimo pasto. Molto spesso, per paura di svolgere tale attività con lo stomaco troppo pieno, la si intraprende a pancia vuota, e quindi a corto di energie fisiche.

I carboidrati, così come le proteine ed i grassi, sono i nutrienti principali di qualsiasi attività motoria, e sono considerati la “benzina” del nostro organismo. E quando siamo a corto di questa “benzina”, non riusciamo certo a fare molta strada.

Cosa mangiare prima di correre

Cosa mangiare prima di correre

Cosa mangiare prima di correre

Come prima cosa, è importante bere molta acqua, succhi di frutta senza alcol, ed in particolar modo consumare carboidrati, oppure frutta fresca di stagione. Ora elencheremo i cibi più indicati da mangiare prima della corsa.

Potete scegliere tra: yogurt al naturale e mezza banana, formaggio spalmabile con i crackers, una fetta di pane bruscato, i fiocchi di orzo ricchi di fibre, pasta con un po’ di burro ed infine una tazza di riso in bianco condito solo con olio di oliva extravergine.

–>>Non perdere la nostra guida per imparare a correre passo !!

Cosa mangiare prima di correre in tarda mattinata

Pasto da consumare prima dell’allenamento: colazione e pranzo

1. Una porzione di carboidrati complessi, riso, pasta, pane, fette biscottate e miele, oppure marmellata.

2. Una porzione ridotta di proteine, come il pesce. Oppure carne bianca cotta al vapore o ai ferri, o 50 grammi di fesa di tacchino (se non segui una dieta vegetariana o vegana.

3. Tre porzioni di grassi mediante l’impiego di condimenti come olio vegetale crudo, oppure latticini freschi digeribili, ovvero ricotta, yogurt magro o burro.

Consigliamo di evitare, durante la fase di pre-allenamento, il consumo di verdure, che possono determinare la formazione di gonfiore addominale ed irritare l’intestino.

Cosa mangiare prima di correre

È molto importante non esagerare con le porzioni di zuccheri semplici, che si trovano molto spesso nello yogurt e nella marmellata in commercio, perché in grado di far salire i picchi glicemici, stimolando in questa maniera la formazione di grassi e non favorendo un rilascio energetico duraturo durante l’attività fisica.

Questo che segue, è un’indicazione di cosa mangiare un’ora e 15 minuti prima della corsa, solo nel caso in cui si svolga almeno un’ora di attività motoria, perché altrimenti è sconsigliato saturare le scorte di glicogeno.

1. Consumare una sola fonte di carboidrati, e la scelta che noi vi consigliamo è la frutta, dove all’interno è presente il fruttosio, che non determina la formazione di picchi glicemici elevati, e nello stesso tempo è facilmente digeribile.

2. Consumare la banana, specialmente coloro che non hanno difficoltà nel digerirla, perché oltre ad essere una fonte di carboidrati, come abbiamo visto nell’ultimo articolo su proprietà e calorie sulla banana, essa fornisce all’organismo un quantitativo di rilievo di magnesio, utile per la prevenzione dell’affaticamento e dei crampi alla muscolatura.

L’importanza di mangiare prima di correre

Il nostro corpo, per compiere qualsiasi attività, utilizza le energie che ha disposizione nell’immediato, come ad esempio zuccheri, glucidi e quindi carboidrati. Una volta a corto di tali energie, esso inizia a bruciare i grassi presenti nell’organismo che si sono accumulati.

Prima di correre quindi, bisogna consumare cibi che sono assimilabili molto velocemente e nello stesso tempo pronti a fornire la giusta energia che serve al movimento fisico.

Grazie alla ricerca inoltre, è stato possibile evidenziare che, facendo attività motoria senza aver primo ingerito alimenti, il nostro corpo non va ad utilizzare le riserve di grasso, ma impiega le proteine presenti nella muscolatura per nutrirsi, e così facendo si riduce la massa muscolare.

Uscire a correre a stomaco vuoto non è la soluzione ideale, ma attenzione, non lo è nemmeno a stomaco pieno. In poche parole è bene intraprendere la corsa dopo circa trenta minuti, oppure un’ora dal consumo di alimenti che non siamo troppo pesanti.

Durante tale attività fisica, il nostro organismo ricorrere alla riserva di energia disponibile, quindi brucerà i carboidrati, altrimenti il corpo brucerà grassi e proteine, ovvero muscoli, fibra muscolare e riserva di grasso, ma queste sono difficilmente utilizzabili dall’apparato.

Il corpo come abbiamo più volte detto, necessita di energia immediatamente spendibile, altrimenti si corre il rischio di restare a piedi e a corto di benzina, proprio quando stiamo affrontando uno sforzo maggiore. Proprio proprio come accade per una automobile senza benzina, il nostro corpo, senza energia non può andare da nessuna parte.

Lascia un commento