Tisane drenanti: diuretiche e snellenti caratteristiche e benefici

Tisane drenanti

Le tisane drenanti con proprietà diuretiche e snellenti sono delle preparazioni acquose estemporanee particolarmente diluite, che si ottengono dall’estratto di più droghe vegetali con azione diuretica.

Per estrarre la sostanza medicamentosa, ovvero quella che ha proprietà drenanti diuretiche, si sfrutta l’effetto dell’acqua, che in base al preparato può essere sia calda, per decotti ed infusi, oppure fredda per i macerati.

Tisane drenanti

Tisane drenanti: come funzionano

Le ricette disponibili sono moltissime, ed oggi sono piuttosto ricercate per contrastare i problemi di ritenzione idrica, e per il desiderio crescente della popolazione di depurarsi, a causa degli eccessi delle stile di vita dei giorni moderni.

Oltre ai problemi di natura estetica, l’assunzione di tisane drenanti, è particolarmente indicata in caso di sindrome premestruale, oppure per coloro che sono predisposti alla formazione di calcoli renali o renella, o ancora, sotto la supervisione medica, per patologie del tratto urinario, ovvero infezioni, cisti, calcoli renali con scopi terapeutici e problemi extraurinari, come edemi da insufficienza cardiaca ed ipertensione arteriosa.

All’interno delle tisane drenanti, oltre alle droghe con azione diuretica, sono presenti erbe rivolte al trattamento delle principali cause responsabili dall’accumulo di liquidi. In presenza ad esempio di edema degli arti inferiori, causato da insufficienza venosa e cellulite, è possibile associare alla centella asiatica, l’estratto di vite rossa.

Nelle infezioni urinarie invece, è molto utile l’azione antisettica dell’uva ursina, unita a quella decongestionante ed antispastica della camomilla.


Le migliori Tisane drenanti diuretiche e snellenti

–>> Tè Detox Naturale e Skinny tea

Grazie al Tè Detox Naturale, è possibile disintossicare l’organismo per ritrovare la linea, e velocizzare il metabolismo. Oltre a questo, il prodotto aiuta a migliorare lo stato di salute in generale. Questo prodotto, è composto da due tè, che devono essere consumati, uno al mattino, ed uno alla sera.

Tale trattamento è al naturale al 100%, ed aiuta ritrovare la forma fisica ideale attraverso la riattivazione del metabolismo. Detox Tè 28 giorni è il prodotto ideale per prendersi cura del proprio organismo in maniera naturale e con gusto.

Per depurare il fegato, il colon e tutto il sistema digerente, consigliamo quest’ottima tisana disintossicante. E’ naturale al 100% e ti aiuta a ritrovare la linea con un trattamento di 28 giorni. L’infuso va bevuto di mattina e di sera.

Tra gli ingredienti i fiori di lavanda, camomilla tè bianco e the verde, bacche di goji e foglie di menta. Il prezzo in negozio è di circa 40 euro, mentre on line costa meno di 30 euro.

–>> Guarda Detox Tea al miglior prezzo on line

All’interno sono presenti solo estratti naturali, che favoriscono la perdita del peso corporeo e riducono il senso di gonfiore che si manifesta a causa di intossicazione.

Un altro prodotto molto efficacie per la perdita di peso e per la disintossicazione, è Skinny Tea, anch’esso realizzato con due formulazioni, da consumare al mattino e alla sera. All’interno vi sono solo estratti vegetali, che favoriscono il calo del peso corporeo, ed in più forniscono all’organismo la giusta energia per affrontare la giornata.

Questo tè, è il prodotto giusto che aiuta a far ritrovare la forma fisica con gusto. La sua formulazione, permette di massimizzare l’impatto benefico di Skinny sul nostro organismo, aiutando il metabolismo a funzionare meglio.


Tisane diuretiche

Tisane diuretiche

Tisane diuretiche

Cosa sono le tisane diuretiche? Fanno dimagrire? Quali conviene bere? Effetti collaterali e proprietà.

Le tisane diuretiche sono dei preparati a base di erbe naturali, di cui si possono utilizzare le diverse componenti e che aiutano ad espellere l’eccesso di liquidi dall’organismo tramite un incremento dell’attività renale.

Reindirizzando i liquidi in eccedenza al circolo renale, prevengono la ritenzione idrica, il gonfiore degli arti inferiori (per chi ne soffre) e svolgono anche una azione di pulizia e lavaggio dei dotti renali. In questo modo la persone che assumerà tisane diuretiche noterà subito un aumento della frequenza delle minzioni, seguito successivamente da una riduzione del gonfiore addominale.

In commercio si possono trovare diversi prodotti a base di erbe dall’effetto diuretico sotto forma di infusi già pronti, estratti naturali o capsule. Ma è possibile recarsi in qualunque erboristeria per preparare una tisane diuretica personalizzata, aggiungendo anche gli aromi che più aggradano seguendo il proprio gusto personale e sotto consiglio dell’erborista.

Ci sono alcune erbe più frequentemente utilizzate e conosciute per la loro azione diuretica.

Prima fra tutte il tarassaco, una pianta molto diffusa e di facile reperimento e per la cui preparazione è possibile usare sia i fiori che le radici essiccate. Un’altra valida alleata nella lotta contro la ritenzione idrica è la betulla, che grazie alla presenza dei flavonioidi e del potassio sembra contribuisca ad accelerare il processo di formazione dell’urina.

C’è poi l’infuso al finocchio di cui si possono usare sia i semi che le foglie e le radici, che oltre a incrementare l’espulsione dei liquidi in eccesso favorisce anche la digestione e per questo è consigliato alle donne durante la fase dell’allattamento. Altre erbe molto conosciute per il loro effetto diuretico sono la malva e la gramigna.

Avendo la prima anche un effetto sedativo è consigliabile assumerne l’infuso nelle ore serali o comunque non prima di svolgere attività per cui è bene prestare attenzione. Bisogna comunque tenere presente che anche una sola pianta può svolgere diverse azioni.

Così se ad esempio acquistiamo una tisana al cui interno è presente del focus (alga marina utilizzata anche per la sua azione diuretica) bisognerà essere consapevoli che, per il suo contenuto di iodio, un uso prolungato o l’assunzione in quantità eccessive, nel tempo potrebbe interagire con la funzionalità tiroidea.

Tisane diuretiche effetti collaterali

Per quanto riguarda gli effetti collaterali generali legati all’assunzione di tisane diuretiche, questi possono essere di diversa natura.

Innanzitutto, bevendo tisane diuretiche aumentiamo l’espulsione dei liquidi, queste potrebbero causare disidratazione con l’insorgenza di nausea o addirittura episodi di vomito.

Inoltre questi infusi sono sconsigliati alle persone che soffrono di ipotensione, in quanto l’aumentata attività escretrice potrebbe causare un ulteriore calo pressorio. Vi è poi la questione riguardante le reazioni allergiche, visto che senza saperlo si potrebbe essere allergici a una o più erbe presenti nelle tisane che vengono preparate o acquistate.

Per questo motivo è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico curante, soprattutto se in passato si hanno già avute reazioni allergiche ad alcune sostanze. Altro motivo per cui è bene eseguire un consulto medico è se si stanno assumendo terapie farmacologiche.

Alcuni preparati, sia reperibili in commercio che eventualmente confezionati da un erborista, potrebbero interagire con la terapia assunta dando luogo a effetti collaterali che potrebbero risultare pericolosi. In ultimo dovranno prestare particolare attenzione le donne in gravidanza.

Oltre agli effetti collaterali già descritti, assumere tisane diuretiche durante il periodo della gestazione potrebbe esporle ad un ulteriore rischio legato alla loro situazione, come ad esempio la contrazione prematura delle pareti uterine.

Tisane drenanti le piante drenanti più utilizzate

In commercio si trovano diversi preparati di tisane drenanti, ma alcune di queste sono più utilizzate rispetto ad altre, perché ritenute più efficaci.

Tra le varie piante citiamo:

  • l’asparago, la cui azione dipende dal rizoma e dalla radice;
  • la betulla, che invece ha proprietà drenanti nelle foglie;
  • il ciliegio, del quale si utilizzano i peduncoli dei frutti;
  • l’equiseto, che ha numerose proprietà nelle parti aeree; il frassino, nelle foglie e nei semi;
  • la gramigna, nel rizoma;
  • il mais, nelle barbe o nelle stimmi;
  • l’orto sifon, nelle foglie;
  • l’ononide spinosa, nella radice;
  • l’ortica, nella pianta fiorita e nella radice;
  • la pilosella, nelle parti aeree;
  • il prezzemolo nelle radici e nelle parti aeree;
  • il tarassaco nella radice;
  • lo zenzero nella radice;
  • il limone, nel succo
  • e la verga d’oro nella sommità fiorita.

Una tisana drenante buona, può contenere anche una sola delle droghe che abbiamo citato. La maggior parte delle preparazioni che si trovano in commercio nelle erboristerie o nelle farmacie specializzate, non contiene oltre 4 o 5 estratti vegetali, a differenza dei preparati che si trovano al supermercato, che utilizzano diverse fonti vegetali come ingredienti civetta, ovvero erbe introdotte nel prodotto, non tanto per la loro efficacia sull’organismo, ma solo per il richiamo commerciale che hanno verso il grande pubblico.

Tra le varie droghe che fungono una azione edulcorante, utili a migliorare le caratteristiche organolettiche del prodotto, citiamo: menta, verbena, melissa, finocchio, anice verde, liquirizia, arancio, gelsomino e basilico.

Lascia un commento