Sangue dal naso (epistassi) cause e rimedi, cosa fare?

Sicuramente può intimorirci un episodio di sangue dal naso detta ancheepistassi, ma generalmente questa condizione non è preoccupante. Capita soprattutto ai bambini, mentre corrono o starnutiscono, ma anche agli adulti capita, in via occasionale oppure più di frequente. Ma quali sono le cause di questo disturbo? Ci sono rimedi a cui si può fare affidamento per poter eliminare completamente tale dilemma? Approfondiamo subito l’argomento con questo utile articolo.

Sangue dal naso cause

Il nome scientifico del sanguinamento dal naso è epistassi. Durante l’epistassi, il sanguinamento può avvenire da una narice o da entrambe, e può essere leggero oppure abbondante, durare per qualche frazione di secondo oppure per più tempo. Le cause di questa problematica possono essere molteplici. Quando si verifica questa condizione è perché i vasi sanguigni all’interno delle cavità nasali sono delicati e di conseguenza sono facili da rompersi.

Le cause frequenti dunque, di epistassi sono:

  • Soffiarsi il naso molto forte
  • mettersi le dita nel naso
  • piccolo trauma a carico del naso
  • cambiamenti di temperatura che rendono le cavità nasali secche e screpolate.
Sangue dal naso

Sangue dal naso

Come è stato illustrato in precedenza, l‘epistassi si divide in occasionale o continua.

Epistassi occasionale

Per quanto riguarda l’Epistassi occasionale, la condizione è dettata da un cambiamento climatico, ma anche dal classico vento caldo, dal phon, dagli sbalzi di temperatura quando si passa ad esempio, dal freddo al caldo o ai cambiamenti stagionali. Questo disturbo accade una o massimo due volte all’anno per cui non c’è assolutamente da preoccuparsi.

Ci sono persone che sono predisposte, soprattutto durante i cambi di stagione. Anche l’utilizzo di farmaci anticoagulanti possono favorire questa condizione.

Chiunque può essere colpito ad un episodio di sanguinamento, anche se nella gran maggior parte dei casi si riscontra in:

  • bambini tra i due e i 10 anni di età
  • donne incinte
  • anziani
  • individui in trattamento con aspirina, Cardioaspirina o anticoagulanti
  • soggetti che soffrono di disturbi della coagulazione

Sangue dal naso sintomi

Generalmente l’epistassi non è un problema grave, tuttavia se il sanguinamento è piuttosto frequente e abbondante, in questo caso possono essere sintomi di problemi di salute di una certa importanza come l’ipertensione arteriosa o un disturbo della coagulazione. Pertanto si rivela fondamentale monitorare la situazione.

Un sanguinamento importante che si protrae per tanto tempo può generare anche l’anemia.

Sangue dal naso quando preoccuparsi e cosa fare?

Le epistassi si possono verificare una volta al mese o una volta alla settimana. E’ bene sottoporsi a dei controlli più approfonditi per capire la causa che genera tale problema. Tuttavia si potrebbero manifestare alcuni episodi che è meglio non sottovalutare. Pertanto si consiglia di rivolgersi al proprio medico in tutti i seguenti casi:

  • si è in trattamento con farmaci anticoagulanti
  • a fronte di un bambino al di sotto dei due anni di età
  • in presenza di palpitazioni cardiache, pallore e affanno
  • episodi ricorrenti di epistassi

Contattare il 118:

  • trascorsi oltre 20 minuti il sanguinamento non si arresta
  • a fronte di difficoltà respiratorie
  • se il sanguinamento è particolarmente abbondante
  • se tale condizione è dovuta in seguito ad un trauma dovuto ad esempio ad un sinistro stradale

Sangue dal naso come intervenire?

Quando il sangue fuoriesce dalla parte anteriore del naso occorre piegare la testa in avanti e cercare di effettuare una leggera pressione con il dito all’esterno della narice. Così facendo si cerca di bloccare il sanguinamento. Non provare mai a reclinare la testa indietro perchè il sangue tende ad essere deglutito e può andare per traverso rischiando di vomitare poichè possiede un’azione particolarmente irritante sullo stomaco.

Sangue dal naso rimedi naturali

Un piccolo rimedio che è abbastanza efficace per arrestare il sanguinamento dal naso è il ghiaccio da applicarlo sulla nuca o sulla fronte, in maniera tale da facilitare la vasocostrizione.

Anche i lavaggi nasali con la soluzione salina possono rappresentare un’altra valida alternativa. Basta introdurre qualche goccia all’interno della narice per due volte al giorno e il problema si risolve. Questo è quanto appurato da uno studio condotto da alcuni ricercatori americani e poi pubblicato sulla rivista scientifica Journal of American Medical Association.

Rilassarsi è un altro utile modo per portare il tutto alla normalità in quanto favorisce il rallentamento del flusso di sangue. In questo caso possono essere utili tisane a base di camomilla, passiflora, valeriana e melissa.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante così come un corretto stile di vita. E’ consigliabile mangiare alimenti ricchi di vitamina C, in modo da rinforzare i  capillari e proteggere al contempo stesso le mucose. Altrettanto importanti sono tutti gli alimenti contenenti la vitamina K perchè favoriscono la coagulazione.

Sono da evitare l’alcool e il fumoin quanto  indeboliscono i vasi sanguigni, e attenzione anche al riscaldamento durante i mesi invernali. Se l’ambiente è troppo secco, le mucose potrebbero infiammarsi per cui è doveroso collocare un deumidificatore.

Sangue dal naso farmaci da utilizzare

In caso di epistassi frequenti il medico cercherà con gli opportuni esami di determinare la causa e di conseguenza eseguire il trattamento mirato. Nel caso in cui la condizione non sia  di lieve entità, il medico potrà prescrivere un farmaco antiemorragico che faciliterà la coagulazione e al contempo stesso il sanguinamento dal naso si ridurrà.

Potrebbe essere utile un intervento di bruciatura della mucosa se l’epistassi è ricorrente, tuttavia sarà il proprio medico che valutando il quadro clinico del paziente attuerà il miglior trattamento.

Leave a Reply