Rinite vasomotoria cosa è, sintomi, cause e rimedi

La rinite vasomotoria non è una rinite allergica, ma cronica che colpisce le cavità nasali presentandosi con accumulo di muco e fluidi.

Non rappresenta una patologia chiara e definita, ma una serie di quadri clinici tutti accomunati da determinate caratteristiche. Ma vediamo in dettaglio cos’è la rinite vasomotoria, come si manifesta, quali sono le cause i sintomi, i rimedi da prendere in considerazione e i farmaci da utilizzare.

Rinite vasomotoria cos’è e come si manifesta?

La rinite vasomotoria è una particolare forma di rinite non allergica che si manifesta con un’infiammazione delle mucose nasali con conseguente ostruzione delle stesse, che a loro volta causano difficoltà respiratorie. Ma è bene fare una premessa: con l’espressione “rinite vasomotoria” si possono intendere, in ambito medico, differenti quadri clinici accomunati da alcune caratteristiche.

Più nello specifico:

  • sintomatologia non legata ai periodi stagionali
  • esito negativo ai test allergici
  • assenza di processi infettivi
  • movimento anomalo da parte dei vasi sanguigni che inumidiscono la mucosa del naso

Rinite vasomotoria cause

Rinite vasomotoria

Rinite vasomotoria

Questa condizione non è causata da allergia o infezione. Le cause possono essere altre e varie ma ad oggi sono poco chiare. Secondo le teorie mediche più rinomate pare che questo disturbo sia causato da una dilatazione dei vasi sanguigni della mucosa nasale con il conseguente accumulo di fluidi e sangue.

Ma secondo alcuni studi scientifici ci sarebbero dei fattori che potrebbero favorire l’insorgenza della rinite vasomotoria:

  • gli squilibri ormonali come la gravidanza o la pubertà
  • fattori ambientali: gli sbalzi termici improvvisi, l’alta temperatura, l’umidità in eccesso, l’inalazione di fumo di sigaretta, profumi troppo intensi, lo tress, cibi troppo caldi, bevande alcoliche
  • alcuni farmaci, in particolar modo i FANS (aspirina o ibuprofene) i BETA-BLOCCANTI, alcuni farmaci per la disfunzione erettile, tranquillanti avente come principio attivo la benzodiazepine 
  • terapie ormonali o uso di contraccettivi
  • la presenza di un danno a carico dei turbinati o l’assenza di essi (in questo caso si parla di rinite atrofica)

E’ molto importante sottolineare che molte volte la rinite vasomotoria non è causata dai fattori sopra elencati, ma compare per motivi che ancora oggi non si possono spiegare. La suddetta condizione viene definita rinite vasomotoria idiopatica.

Diversi studi condotti in America hanno evidenziato che 17 milioni sono gli abitanti colpiti da rinite vasomotoria, e la fascia d’età maggiormente prediletta è quella sui vent’anni.

Rinite vasomotoria sintomi e c0mplicanze

Tanti sono i sintomi che si avvertono:

  • Naso che cola
  • frequenti starnuti
  • naso chiuso
  • ridotto senso dell’olfatto (anosmia)
  • alitosi
  • russamento
  • senso di malessere attorno al naso
  • formazione di croste nel naso

Se questo disturbo non viene trattato a dovere possono insorgere delle complicanze:

  • sonnolenza durante il giorno,
  • scarsa concentrazione,
  • irritabilità,
  • disturbi del sonno,
  • infezioni a carico dell’orecchio medio,
  • polipi nasali,
  • sinusite.

Quando i sintomi cominciano ad intaccare la qualità di vita del paziente, è bene rivolgersi quanto prima al proprio medico curante, il quale, valutando il quadro clinico attuerà una terapia mirata.

Ovviamente prima di prescrivere farmaci appositi, si dovranno fare una serie di esami, perchè dal punto di vista dei sintomi, la rinite vasomotoria è simile alla rinite allergica.

Pertanto prima di appurare che si tratta di rinite vasomotoria è necessario che il paziente si sottoponga a diverse prove allergiche e ad un accurato esame obiettivo.

Rimedi naturali

Per quanto riguardano i rimedi naturali da prendere in considerazione, sicuramente gli spray nasali a base di soluzione salina potrebbero essere una buona soluzione. Hanno lo scopo di detergere le cavità nasali e rendere più semplice l’espulsione delle secrezioni. In alternativa è possibile preparare a casa una soluzione d’acqua con l’aggiunta di un cucchiaino di sale e uno di bicarbonato di sodio.  Aspirare con una narice per volta la soluzione per diversi secondi.

Ma recenti ricerche suggerirebbero anche l‘utilizzo di integratori a base di calcio.

Rinite vasomotoria farmaci e prodotti da usare

Quando il quadro clinico del paziente è piuttosto di modesta entità in questo caso occorre utilizzare dei prodotti farmacologici, quindi l’utilizzo di spray nasali a base di corticosteroidi può essere un buon espediente poichè i corticosteroidi sono dei potenti farmaci antinfiammatori che hanno il compito di ridurre l’infiammazione.

Naturalmente l’utilizzo prolungato può comportare effetti indesiderati, pertanto si consiglia di assumerli solo ed esclusivamente sotto stretto controllo medico.

Se il sintomo più evidente è il naso che cola, gli spray nasali anticolinergici sono molto utili perchè limitano la produzione di muco all’interno delle cavità del naso. Anche l’utilizzo di spray decongestionanti ci vengono in aiuto in quanto, utilizzandoli regolarmente senza esagerare nella quantità, tendono a ridurre la dilatazione dei vasi sanguigni della mucosa nasale.

Lascia un commento