Rimedi naturali per l’insonnia: aiutati a superarla!

Insonnia rimedi

I rimedi naturali per l’insonnia e altri disturbi del sonno consistono in una gamma di soluzioni, piuttosto che una cura unica.

L’insonnia infatti può essere causata da una varietà di condizioni, tra cui: cambiamenti, stress, dolore fisico, traumi, problemi di salute, e forti emozioni provate positive o negative che portano a pensieri ricorrenti.

I problemi di insonnia possono insorgere in ogni fase della vita. A volte si instaurano nella nostra routine giornaliera, abitudini e modi di fare che possono influenzare il ritmo naturale del sonno.

Insonnia rimedi

Insonnia rimedi

Uno dei maggiori problemi delle persone che soffrono di disturbi del sonno è quello di sentirsi stanchi e assonnati terribilmente durante la giornata e poi, quando si deve andare a dormire, ci si ritrova con gli occhi anche troppo aperti.

Ristabilire nel proprio corpo il giusto livello di energia è davvero fondamentale.

L’insonnia va combattuta con pazienza e i giusti rimedi

Tornare ai ritmi più naturali e alle vecchie abitudini può richiedere tempo e bisogna essere molto pazienti senza farsi prendere dall’ansia.

Non esiste una soluzione immediata a meno che non ci si voglia imbottire di medicine, decisione che spesso può portare ad una vasta gamma di altri gravi problemi.

L’obiettivo di questo articolo è quello di dare un piccolo aiuto nel prendere decisioni sensate per quanto riguarda il ruolo del sonno nella tua vita, e cercare di affrontare la problematica in maniera più naturale e rilassata.

rimedi naturali insonnia

Per superare l’insonnia in modo naturale e definitivo ci vuole molta pazienza

 

Rimedi naturali non aggressivi contro l’insonnia

Ecco quindi una serie di accorgimenti che potranno sicuramente aiutarvi a recuperare il sonno perduto.

Stimolazione retinica

Stimolare i vostri occhi per circa 15 minuti al giorno con la luce solare può essere molto utile per ripristinare il ciclo di sonno naturale del tuo corpo giorno/notte, noto anche come il “ritmo circadiano“. Guardare direttamente la luce solare non è mai una buona idea, ma è bene farsi baciare dal Sole 😉 a così chiusi. Questa pratica prende anche il nome di Sunning. Fate molta attenzione!

Evitare sonnellini durante il giorno

Se si dorme durante il giorno, il vostro corpo non può essere stanco come necessario per ottenere a dormire la notte.

Se decidete di fare una pennichella, fatela almeno 8 ore prima di coricarvi, per ricaricarvi basta 1 ora e mezza di riposino!

Mantenere l’ambiente dove si dorme fresco

Il fresco aiuta il corpo a raggiungere lo stato di sonno: avrete notato anche voi come con il caldo d’estate sia difficilissimo prendere sonno.

Non dormite scoperti però o prenderete un raffreddore!

Mettersi nel letto solo per dormire

Non stare nel letto facendo altre attività come mangiucchiare, usare il pc portatile, parlare al telefono per lungo tempo e soprattutto evitare di mettersi davanti alla tv.

Il corpo deve abituarsi a collegare il letto con il sonno, e con nient’altro. E’ importantissimo.

Adottare un tipo di terapia naturale per l’insonnia, significa avere un approccio diverso verso un capitolo fondamentale della nostra vita e della nostra salute, quale è appunto un sonno profondo e riposante.

Facendo semplici modifiche al tuo stile di vita e alla tua dieta è possibile ottenere notevoli miglioramenti alla qualità del vostro sonno.

Ma fondamentale sarà non creare un ulteriore impatto stressante sul tuo corpo dato che, per colpa del non dormire, ne ha sicuramente già abbastanza di stress.

Leggere a letto

La lettura può aiutare a focalizzare il rilassamento nella vostra mente, soprattutto se quello che hai letto è noioso. Ovviamente scherzo, leggere a letto è un vecchio trucco per prendere sonno in maniera naturale e graduale, facendo pensare a quello che leggiamo e non all’ansia del non riuscire ad addormentarsi.

Fondamentale andare a dormire in orari regolari

Ti senti troppo stanco durante il giorno e con gli occhi sbarrati quando è ora di andare a dormire?

Gli esperti in materia concordano sul fatto che è decisamente meglio in fatto di problemi di insonnia, andare a letto ad un buon orario e svegliarsi al mattino anche un pò prima della sveglia.

Questo perchè il sonno più ristoratore lo si può godere andando a dormire non troppo tardi. Con il tempo, il vostro corpo dovrebbe autoregolarsi e tornare ai ritmi normali.

Non mangiare cibi difficili da digerire la sera

Non cenare oltre le 20.30 in quanto la fase digestiva potrebbe essere una delle maggiori cause dei tuoi problemi di insonnia o sonno agitato.

Evitare tutti gli stimolanti

Evitare di assumere prodotti stimolanti come la caffeina e la nicotina nelle sigarette, per non parlare delle Bevande energetiche: sono studiate appositamente per non farvi appisolare!

Molti si concedono la coca cola a cena o il the caldo non pensando alle conseguenze sulla qualità del sonno.

Evitare di bere nelle 2 ore prima di andare a dormire

E’ meglio non bere subito prima di coricarsi: il timore di svegliarsi con il bisogno di andare in bagno nel cuore della notte può mettere ansia anche solo inconsciamente, inoltre una vescica piena non è propriamente rilassante.

Sei stressato o soffri di ansia? Prova la respirazione consapevole e troverai subito enormi benefici

La respirazione è ciò che ci mantiene in vita. Impariamo a farlo sia dalla nascita, sin dai primi vagiti. Ma lo facciamo nel modo giusto? Per gli sportivi saper respirare nel modo adeguato è fondamentale per una prestazione migliore.

Ma, la respirazione consapevole e controllata torna utile anche in casi di stress o ansia o anche, semplicemente, per staccare per qualche minuto e riprendere il controllo su noi stessi. Il respiro consapevole ci permette, inoltre, di far affluire maggiore quantità di ossigeno al cervello e così di farlo funzionare al meglio.

In ogni momento della giornata in cui vi sentite fiacchi o trovate insopportabili le tensioni della giornata, ritagliatevi qualche minuto lontani dal caos e ricorrete alla respirazione consapevole.

Uno strumento a portata di mano che non richiede grandi sforzi né strumenti specifici, un vero alleato contro lo stress della vita quotidiana.

Il respiro consapevole fonda le sue basi nelle religioni orientali alla cui base vi è la meditazione ma, ormai, è diffusissimo in tutto il mondo.

Spesso troviamo la parola inglese Breathwork riferito a questo processo. Il termine, infatti, significa “lavoro con il respiro”.

Ma come si fa a respirare consapevolmente, vi starete chiedendo? È semplice, basta seguire alcune semplicissime regole.

Come per la meditazione per principianti della quale abbiamo già parlato, occorre trovare un posto in cui non possiamo essere disturbati, la vostra camera da letto, il vostro ufficio negli orari di minore traffico, sono i luoghi che abbiamo a disposizione.

Nel caso in cui ne abbiate la possibilità, un angoletto in un parco, all’aria aperta, è il posto ideale. Assumete una posizione comoda, seduti o con le gambe incrociate e tenete dritta la schiena. Appoggiate la mani sulle ginocchia e chiudete gli occhi.

Effettuate dei respiri profondi, inspirando dal naso ed espirando dalla bocca e concentrate tutta la vostra attenzione sull’aria che entra ed esce dal vostro corpo, dal naso, ai polmoni, a tutto il resto del corpo. Cercate di rilassarvi e scacciare via ogni pensiero. Effettuate la respirazione consapevole per almeno 15 minuti, senza avere fretta e mantenendo il respiro costante.

Trascorso il tempo indicato, aprite gli occhi lentamente e riprendete coscienza di voi e di ciò che vi sta attorno. Noterete il corpo più rilassato e la mente sgombra.

La respirazione controllata andrebbe praticata giornalmente ma, potete ricorrervi ogni volta che ne sentite la necessità.

Tecniche per rilassarsi e combattere l’insonnia

Esistono molte tecniche per rilassarsi da svolgere attraverso esercizi di respirazione e meditazione. Sono discipline davvero ottime e consigliate come lo Yoga, la meditazione e molte altre, che possono dare un grande aiuto a rilassarsi ed avere meno difficoltà ad addormentarsi e così facilitare il sonno.

Servono per scaricare lo stress, i pensieri e soprattutto abbattere l’ostacolo che spaventa maggiormente le persone che soffrono di insonnia : la paura di non dormire.

Ecco come svolgere per queste tecniche di rilassamento:

-Sdraiati sul letto con la pancia rivolta verso il basso, braccia e gambe divaricate leggermente;
-Inspira lentamente per 5 secondi contando mentalmente;
-Trattieni il fiato per 3 secondi. Espira contando altri 5 secondi;

I secondi che ti ho indicato sono indicativi e da rispettare più che altro inizialmente quando non sei ancora esperto. Dopo un pò di pratica potrai aumentare la durata senza problemi.

Quando sarai allenato potrai arrivare fino 40 esecuzioni. Il tuo corpo sarà così positivamente esausto grazie a questa tecnica per rilassarsi e soprattutto a questa respirazione controllata, prolungata e soprattutto molto rilassante.

Per i più scettici vi elenchiamo quali sono i benefici provati di questa tecnica di respirazione: la respirazione così effettuate disintossica l’organismo dalle tossine tramite la minore introduzione nel corpo di anidride carbonica; migliora la postura e agevola il rilassamento muscolare; elimina le emozioni che di soffocano e ci opprimono; ottimizza la circolazione vascolare e l’ossigenazione dei tessuti.

La respirazione consapevole è un importante aiuto sia fisico che mentale, provare per credere!

Metti da parte l’orologio e la sveglia

La classica sveglia che suona al mattino non è per niente un alleato per infondere tranquillità nella persona che soffre di insonnia.

Scegli una di quelle elettroniche e non quelle tradizionale con il tic tac che mette una grande ansia. Cerca di eliminare quei piccoli rumori casalinghi notturni che possono disturbare il sonno e il rilassamento. I tappi per le orecchie possono essere una soluzione per isolarsi dal mondo esterno.

Cura l’ambiente dove dormi

Quando si dice “cambiare aria” alla stanza da letto non è solo un modo di dire ma una regola fondamentale. L’ambiente dove si dorme va curato tantissimo! Ossigenare l’ambiente dove si dorme è davvero molto importante quindi l’aria deve essere sempre cambiata un paio di volte al giorno. In particolare prima di mettersi nel letto.

Inoltre vietato tenere in stanza oggetti impolverati e che possono portare cattivi odori.

Una stanza pulita con un profumo piacevole ti darà anche una sensazione di rilassante freschezza e sarà senza dubbio un ottimo rimedio contro l’insonnia.

L’alimentazione serale leggera

Il pasto che consumerai la sera deve essere molto leggera e tendenzialmente non consumata dopo le 20. Il corpo infatti fino alle 20 è in una fase ancora discreta di smaltimento delle tossine e degli alimenti.

Dopo quell’orario, il cibo ingerito inizia a diventare “pericoloso” per lo sviluppo naturale e tranquillo del ritmo del sonno.

Da evitare la carne rossa e i sughi grassi.

Conclusione: prendi queste belle abitudini per dormire meglio!

Fondamentale ricordare che il letto è il luogo dove si dorme e, soprattutto se se si hanno problemi di insonnia è non si deve assolutamente tralasciare questo aspetto.

Allenati a limitare il letto alle attività collegate, e il tuo corpo inizierà ad associarlo con il relax e il dolce rilassarsi.

5 Comments

  1. Emma
    • sessuologo clinico
  2. Insonne

Lascia un commento