Rimedi naturali contro l’orzaiolo, cause e sintomi

Prima di vedere quali sono i migliori rimedi naturali contro l’orzaiolo vediamo di cosa si tratta di preciso questo fastidioso e purtroppo comune disturbo alle palpebre: l’orzaiolo è un’ infezione acuta delle ghiandole palpebrali causata da batteri.

Sintomi dell’ orzaiolo

L’ orzaiolo può essere definito interno o esterno a seconda delle ghiandole palpebrali che va ad infettareL’ orzaiolo esterno si manifesta con dolore e arrossamento del margine ciliare, fenomeno chiamato blefarite. 

I sintomi principali dell’orzaiolo esterno sono:

  • forte bruciore;
  • eccessiva fotofobia;
  • lacrimazione;
  • sensazione di corpo estraneo nell’occhio;

La palpebra tende a gonfiarsi soprattutto in prossimità dell’ orzaiolo. Al centro dell’ orzaiolo compare un puntino dal colore giallognolo, tale puntino è indice di infezione, contiene del pus e normalmente si rompe spontaneamente. Dopo la rottura il dolore scompare o si riduce di molto.

Rimedi naturali contro l’ orzaiolo

Rimedi naturali contro l’ orzaiolo

L’ orzaiolo interno è molto più grave e fastidioso in quanto in questo tipo di orzaiolo il dolore, il gonfiore e l’ arrossamento sono più localizzati ed intensi. L’orzaiolo interno non è ben visibile come quello di tipo esterno e si riesce a notarlo solo esaminando il lato interno della palpebra.

L’orzaiolo interno appare come una tumefazione giallastra più circoscritta e, successivamente si forma un ascesso che di rado si rompe spontaneamente. In questo tipo di orzaiolo sono molto frequenti le ricadute.

Da cosa è causato l’orzaiolo?

Esso si forma come conseguenza dell‘infezione da stafilococco, la cui azione si manifesta soprattutto in presenza di una diminuita resistenza dell’organismo, dovuta probabilmente a un cattivo stato di salute generale, oppure come conseguenza di una forte congiuntivite o di un’infiammazione del margine palpebrale o quando si ha una carenza di norme igieniche.

Rimedi naturali contro l’orzaiolo

In caso di orzaiolo, per liberare il dotto escretore ostruito quali rimedi naturali scegliere?

Si può applicare un impacco tiepido a base di piante decongestionanti, come l’ eufrasia, la calendula, il sambuco e il fiordaliso.

  • Bisogna lasciare l’erba scelta in infusione per circa 10 minuti
  • si filtra
  • si lascia raffreddare
  • si immerge la garza da porre poi sull’occhio e sulla zona infettata per circa venti minuti
  • per almeno tre volte al giorno
  • sono molto utili i micro massaggi sulla zona interessata e della durata di alcuni minuti sempre per almeno tre volte al giorno.

E’ importante anche curare l’ aspetto nutrizionale e consumare alimenti ricchi in vitamina A come le carote, il cavolo a foglia e il prezzemolo, alimenti ricchi in vitamine del gruppo B e in vitamina C come il cavolo, il peperone e gli spinaci, assumere abbondanti alimenti che contengono vitamina E come i cereali integrali, le uova, gli oli vegetali, le noci, gli spinaci, gli asparagi e le carote, tutti questi alimenti, insieme alle proteine, sono molto indicati per a salute ed il benessere degli occhi.

La vitamina C è molto utile per prevenire le infezioni di qualsiasi tipo o natura.

Disturbi della vista causeVuoi prenderti cura dei tuoi occhi? Leggi l’ultimo articolo sui rimedi naturali e i comportamenti da tenere per combattere i disturbi della vista.

Una quantità sufficiente di proteine, essenziali per la salute del cristallino, è necessaria per la guarigione e la prevenzione di infezioni, miopie e retiniti.

In caso di orzaiolo è inoltre opportuno depurare bene il fegato, la cui intossicazione è sempre alla base del disturbo, tra le varie piante ed erbe deputate alla depurazione del fegato e che aiutano a migliorare i fenomeni di orzaiolo sia interno che esterno abbiamo il cardo mariano e il carciofo, invece, per stimolare il sistema immunitario e produrre anticorpi capaci di combattere l’ infezione possiamo assumere il ribes nero a gocce, tre volte al giorno, il ribes nero si può abbinare anche al cardo mariano e al carciofo.

Altri prodotti per rafforzare le difese immunitarie sono:

Risulta un rimedio molto efficace anche l’ applicazione, sulla zona di interesse, di un infuso al tè verde, di un gel all’ aloe vera, di un infuso ai semi di coriandolo o alla camomilla. Le stesse proprietà benefiche le possono recare anche la curcuma e le foglie di acacia.

Lascia un commento