Pulizia dentale: abitudini per mantenerli in salute

Avere denti belli e sani è un privilegio per pochi, ma non perchè è difficile ottenere tale risultato, ma perchè molte volte l’igiene orale vien trascurata. Quando il cavo orale è pulito emanerà un buon profumo. Se la pulizia dentale invece non viene eseguita in modo costante e corretto purtroppo a farla da padrone sarà l’alitosi, un disturbo piuttosto frequente.

Se oltre a questo fastidio, si aggiungono poi altri problemi quali, gengive che sanguinano durante lo spazzolamento, ecco che bisogna immediatamente correre ai ripari, pertanto una visita dal dentista è doverosa farla.

Pulizia dentale: buone abitudini per mantenere i denti sani

Avere cura della propria bocca, più nello specifico dei propri denti, è fondamentale. Una corretta e costante igiene orale aiuta a prevenire diversi disturbi e non solo, ma moltissimi sono i vantaggi che possono scaturire:

  • Permette di masticare correttamente
  • Contribuisce ad avere un bel sorriso
  • Aiuta ad emettere differenti suoni
  • Conferisce un buon aspetto al viso

Non prendersene cura invece significa andare incontro a problematiche non indifferenti quali carie dentali, piorrea o gengiviti.  Eseguire dunque, una corretta igiene orale non è per nulla difficile, ma occorre sicuramente una buona dose di costanza, perché va fatta tutti i giorni e dopo ogni pasto. Adottare delle sane abitudini si rivela dunque, di vitale importanza per la propria bocca!

Pulizia dentale

Pulizia dentale

Ma vediamo nello specifico quali sono queste abitudini da adottare:

Innanzitutto partiamo dagli strumenti che occorrono per lavare i denti:

  • Spazzolino
  • Dentifricio
  • Filo interdentale
  • Scovolino
  • fare una manutenzione periodica dei denti, un ottimo centro dentale per esempio è Sardinia Dental Clinic

Una volta al mese utilizzare delle pastiglie rivelatrici per la placca, il collutorio con la frequenza prescritta dal dentista, e almeno 2 volte l’anno sottoporsi alla visita dal dentista.

Eseguire una corretta igiene dentale

Lavare i denti tre volte al giorno

Per una bocca sana e profumata bisogna lavare i denti tre volte al giorno:

  • per lavarli correttamente ruotare lo spazzolino in maniera tale che le setole si appoggino sul solco gengivale
  • i movimenti devono essere lenti e bisogna cercare di raggiungere tutti i denti
  • occorre altresì passare lo spazzolino sul palato e sulla lingua
  • è fondamentale sottolineare che non è importante la forza che usa  ma la destrezza
  • lavarli con forza, lo strumento potrebbe con il tempo usurare lo smalto dei denti e danneggiare anche le gengive

Guarda questo video sulla corretta procedura per lavarsi i denti con lo spazzolino elettrico

Ma è meglio optare per uno spazzolino manuale o elettrico?

Per i dentisti è necessario utilizzare lo spazzolino manuale, ma è anche vero che lo spazzolino elettrico d’altro canto consente di ottenere una migliore igiene dentale. Si tratta di uno degli strumenti più importanti per eseguire una buona igiene.

Filo interdentale 2 volte al giorno

Da non dimenticare di utilizzare il filo interdentale, almeno 2 volte al giorno: la sera prima di andare a dormire e la mattina dopo aver fatto colazione. E’ stato dimostrato che il 40% del cibo si annida proprio tra i denti, e l’unico strumento che si può prendere in considerazione per poter rimuovere residui di cibo è proprio il filo interdentale. Attenzione non utilizzare quello cerato ma quello di seta.

Con un lento movimento a seghetto passare il filo tra i denti: non intaccare la papilla interdentale. Dopo aver pulito per bene tutti gli spazi interdentali sciacquare per bene la bocca.

Scovolini 2 volte al giorno

Gli scovolini sono anch’essi importanti: occorre passarli due volte al giorno. Quando gli spazi interdentali sono troppo ampi occorre utilizzare questi appositi strumenti. Hanno delle setole più rigide e le misure che si possono prediligere possono essere diverse. Per poter scegliere quello che fa meglio al proprio caso chiedere consiglio al proprio dentista.

Per poterlo passare correttamente inserire delicatamente la testina negli spazi interdentali e pulire eseguendo movimenti che partono dall’esterno per arrivare fino all’interno. Tra un passaggio e l’altro bisogna sciacquarlo. Una volta terminata la pulizia, sciacquare lo strumento in questione sotto l’acqua corrente e rimuovere ogni tipologia di sporco.

E’ consigliabile utilizzare lo scovolino la mattina e la sera. E’ molto probabile che nei primi giorni si potrebbe notare sanguinamento dovuto allo strofinamento delle gengive, se il problema dovesse persistere consultare il dentista.

Il collutorio

Il collutorio è importante utilizzarlo, perchè riduce la proliferazione dei batteri all’interno della bocca, ma per quanto riguarda la frequenza bisogna sentire il parere del medico come sottolineato in precedenza.

Le pastiglie rivelatrici di placca

Sono da utilizzare una volta al mese e la loro funzione è quella di capire se l’igiene orale che si sta eseguendo è corretta o meno, e in tal caso dove porre maggiore attenzione.

Il suo utilizzo è molto facile: dopo aver pulito accuratamente i denti e pulito gli spazi interdentali bisogna sciogliere la compressa per 30 secondi. Non bisogna ingoiarla ma è opportuno risciacquare la bocca.  Il colore rosso indica che è presente la placca, quello blu che la placca è depositata da più di 12 ore.

Perchè sono importanti le visite di controllo periodiche?

La risposta è molto semplice: sia le carie che le gengiviti o le parodontiti hanno un’evoluzione piuttosto lenta, le visite periodiche di controllo dal dentista possono bloccare il problema e porre rimedio quanto prima. In questo caso il costo sarà minore. Fare una visita dal dentista due volte l’anno dunque, si rivela molto importante.

Lascia un commento