Pruriti in testa cause, sintomi e rimedi

Il prurito in testa è un fenomeno abbastanza comune sia negli uomini che nelle donne. Naturalmente l’intensità varia da individuo a individuo, ma la situazione di disagio è sempre la stessa in quanto si tende a grattare spesso il capo. Le cause possono essere diverse così come i trattamenti da prendere in considerazione. Vediamo più nello specifico dunque, quali sono i sintomi, le cause correlate, i rimedi naturali da poter alleviare tale condizione o nei casi estremi i farmaci da poter utilizzare.

Pruriti in testa cause

Pruriti in testa

Pruriti in testa

Moltissimi sono i motivi che possono scatenare il prurito, ma ad ogni modo questa condizione si riscontra in concomitanza di:

  • Forfora: è la più comune di tutte e provoca al grattarsi una desquamazione del cuoio capelluto
  • cute secca: dovuta alla carenza di acqua nonchè di grassi sul cuoio capelluto
  • utilizzo di shampoo troppo aggressivi
  • allergia ai principi attivi contenuti nei prodotti che solitamente si utilizzano per la cura dei capelli
  • la presenza di infezioni a carattere fungino o batterico
  • la presenza di psoriasi
  • il lupus eritematoso sistemico: malattia cronica di natura autoimmune, che può colpire diversi punti del corpo
  • pediculosi: infestazione provocata dai pidocchi
  • la presenza di malattie autoimmuni che provocano infiammazione sul cuoio capelluto
  • follicolite: problema derivato dall’occlusione dei follicoli

Ma si è proprio sicuri che la causa principale non sia lo shampoo?

Purtroppo al giorno d’oggi i prodotti per capelli sono formulati per renderli lucenti e puliti anche con poche applicazioni alla settimana.

Il risultato che ne scaturisce è davvero nocivo per il cuoio capelluto perché i saponi se risultano troppo aggressivi provocano fenomeni di carattere allergico o infiammatorio. Anche il fatto di lavarli di frequente può portare ad una secchezza della cute.

Altre cause del prurito in testa

  • periodi di forte stress
  • stile alimentare poco equilibrato
  • carenze nutrizionali
  • ipersensibilità all’impiego di tinture, maschere capelli aggressive, altri prodotti cosmetici

Tuttavia al di là di quanto detto, le cause possono essere moltissime, pertanto è necessario prima di formulare una diagnosi, eseguire alcuni controlli con l’aiuto di uno specialista, il quale, una volta messa in luce la vera causa che ha scatenato tale condizione, possa formulare il trattamento apposito.

Pruriti in testa sintomi

Il sintomo principale è il prurito in testa, che grattandosi spesso anche a fondo, può provocare delle piccole lesioni, andando così a peggiorare la problematica piuttosto che a migliorarla.

Quindi la regola a tal riguardo è cercare di non grattarsi, anche se può essere molto difficile soprattutto se il prurito che si avverte è piuttosto intenso.

Altri sintomi che si possono avvertire sono:

  • desquamazione della cute,
  • rossore,
  • formazione di brufoli o pustole,
  • eccesso di sebo,
  • perdita di capelli.

Naturalmente i sintomi possono variare da persona a persona e di intensità.

Pruriti in testa rimedi naturali

Combattere il prurito in testa si può, basta seguire alcuni piccoli accorgimenti, del tipo:

  • Utilizzare sempre l’asciugacapelli, evitando di ricorrere a temperature elevate perchè si rischia di seccare ancora di più il cuoio capelluto aggravando la situazione;
  • eliminare i prodotti a base di alcool perchè questo ingrediente aggredisce il cuoio capelluto
  • garantire all’organismo la giusta idratazione è fondamentale, per cui è importante bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno
  • i capelli non vanno mai lasciati umidi o bagnati perchè l’evaporazione dell’acqua tende a seccare la cute e generare nuovamente il prurito
  • non grattarsi la testa 
  • evitare lo stress. Una ricerca ha appurato che esiste una correlazione tra accumulo di stress e prurito/caduta di capelli. Per cui il consiglio è, cercare di rilassarsi il più possibile

Ma oltre a questi consigli, ecco qui di seguito qualche rimedio naturale che può risolvere o quantomeno alleviare i sintomi:

Usata più di 1000 anni fa per le sue proprietà benefiche, la Peonia si rivela una buona soluzione per combattere il prurito perchè ricco di principi attivi che donano nell’immediatezza una sensazione di sollievo. La si può facilmente reperire nelle erboristerie sotto forma di impacco o shampoo.

Ma un altro utile rimedio per contrastare il prurito in testa è rappresentato dall’aceto di mele. Si tratta di un prodotto che è quasi sempre presente nelle nostre case. Già dalla prima applicazione è in grado di attenuare il problema. Il procedimento è alquanto semplice: preparare una soluzione di acqua e aceto di mele, nello specifico 1 cucchiaio di aceto per un decilitro di acqua, immergere il pettine in questa soluzione  e poi pettinarsi i capelli. In seguito sciacquarli sotto l’acqua corrente e procedere con lo shampoo usuale.

Ma se il problema persiste, allora bisogna quanto prima rivolgersi ad un bravo dermatologo che attraverso una diagnosi constaterà il giusto trattamento da prendere in considerazione.

Pruriti in testa farmaci e prodotti da utilizzare

Come è stato illustrato in precedenza tantissime sono le cause che possono apportare prurito in testa, per cui in base alla causa scatenante verrà messa in atto una cura mirata.

Quindi a seconda che si tratti di forfora, seborrea, dermatite e via dicendo, sarà necessario ricorrere a trattamenti tricologici mirati. E’ molto importante tuttavia, capire che il prurito è un sintomo che preannuncia un problema di salute del cuoio capelluto e pertanto occorre prestare la massima attenzione perché può causare un diradamento precoce dei capelli.

Pertanto non si tratta solamente di trovare un espediente capace di alleviare il sintomo, ma di una soluzione definitiva capace di ripristinare lo stato di salute del cuoio capelluto e dei bulbi piliferi.

Lascia un commento