Naso chiuso neonato cause, sintomi e rimedi

Anche se i genitori fanno di tutto per mettere in atto tutte le precauzioni possibili affinchè il loro pargoletto non si ammali, talvolta però è inevitabile che succeda perchè il loro sistema immunitario è ancora debole. Per cui nei mesi più freddi e durante i cambiamenti stagionali è quasi normale che il piccolo possa avere qualche malessere. Secondo una recente ricerca pare che i pargoletti nel loro primo anno di vita prendano dai 4 ai 10 raffreddori, questo perchè tendono ad esplorare e a mettere tutto in bocca.

A questa età non bisogna somministrare farmaci, a meno che non si tratti di un problema più serio e allora in questo caso il pediatra di fiducia prescriverà qualche medicinale utile per risolvere il problema. Ma quando si tratta di naso chiuso e raffreddore, anche se ciò non comporta complicazioni, il bambino avverte ugualmente una sorta di malessere generale, pertanto questi sintomi dovranno essere trattati adeguatamente con i giusti rimedi e accorgimenti

Naso chiuso in neonati e bambini cos’è e come si manifesta?

Il naso chiuso o congestione nasale è un sintomo che interessa le mucose nasali. A causa di un’infezione in atto, la mucosa tende ad infiammarsi per poi gonfiarsi impedendo così il passaggio dell’aria nel naso.

Questo passaggio viene effettuato con la sola bocca e la conseguenza che ne deriva è  la seguente, ovvero: gola e fauci si seccano. A tutto ciò si unisce la persistenza di muchi.

Anche se la situazione appena descritta non costituisce un serio pericolo per la salute del piccolo, è sempre bene prestare molta attenzione al riguardo.

Naso chiuso neonato

Naso chiuso neonato

Naso chiuso neonato sintomi

I sintomi che accompagnano il naso chiuso sono i seguenti:

  • Gocciolamento nasale ( può essere di colore trasparente se si tratta di un’infezione virale, mentre diventa giallastro o verdastro quando in corso c’è un’infezione batterica)
  • tosse
  • talvolta febbre con temperature contenute se la causa deriva da un’infezione virale, mentre se la causa è di origine batterica la temperatura tende ad essere piuttosto alta
  • dolori articolari

Naso chiuso neonato cause

In condizioni normali, questo stato clinico tende a risolversi spontaneamente nell’arco di qualche giorno, se ciò non dovesse accadere è perchè ci potrebbero essere delle cause un po’ più serie. Vediamole dunque, più nello specifico quali sono: è possibile distinguere l’ostruzione nasale in due forme: cronica o acuta. In quest’ultimo caso si tratta di infezioni virali più che batteriche, oppure forme allergiche stagionali quali i pollini, o ad alcune erbe.

Le forme croniche invece riguardano gli allergeni detti “perenni”, ovvero le allergie agli acari della polvere, alla muffa o ai peli di cane o di gatto.

Nei primi anni di vita i neonati respirano solo con il nasino, quindi nel momento in cui si registra un malessere, il bambino ne soffre tantissimo soprattutto durante la notte, quando è sdraiato.

Se poi il piccolo frequenta gli asili nido è chiaro che le probabilità di ammalarsi tendono ad aumentare in quanto è esposto maggiormente a virus e batteri.

Rimedi naturali contro il naso chiuso

E allora in questi casi cosa bisogna fare? In realtà ci sono alcuni piccoli espedienti che si possono prendere in considerazione affinchè il pargolo possa stare meglio.

Il neonato non sa soffiarsi il naso, quindi per liberare le secrezioni che ostruiscono il passaggio dell’aria occorre aspirargliele.

Come è possibile fare questo?

Con l’utilizzo di soluzioni fisiologiche (una soluzione composta da acqua sterile e sodio cloruro) per la pulizia del naso associato a sua volta ad una blanda aspirazione con un’apposita pompetta. Esistono delle pompette molto facili da utilizzare che permettono di aspirare il muco senza che il bambino avverta dolore o malessere. Anzi dopo aver effettuato tale manovra, si sentirà molto meglio.

Per quanto riguardano invece le soluzioni fisiologiche, esse possono essere sotto forma di flaconcini monouso oppure in spray. In quest’ultimo caso il beccuccio deve essere a “prova” di bambino, ovvero studiato per le narici del bebè. Inoltre il getto deve essere delicato e nebulizzato. 

Per i genitori alle prime esperienze ecco come procedere: sdraiare il bambino su di un lato e immobilizzarlo con il proprio corpo affinchè si evitano scatti improvvisi. Introdurre la soluzione nella narice destra se la testa è inclinata a sinistra o viceversa. Attendere qualche minuto dopodichè occorre asportare le abbondanti secrezioni.

Inserire le estremità del puntale dell’aspiratore nella narice del piccolo. Attenzione a non introdurlo troppo in profondità perchè si rischia di creare lacerazioni o sanguinamenti, a questo punto aspirare in modo molto delicato con l’apposita bocchetta.

Aumentare la forza di ispirazione nel momento in cui si comincia a intravedere il muco nel serbatoio trasparente. Aspirare tutto quanto il muco finchè il nasino non risulterà completamente libero. All’interno della pompetta, è posizionato un filtro apposito che ha la funzione di trattenere le secrezioni. Finita questa operazione, procedere con l’altra narice.

Oltre a questo rimedio esistono altre misure che si possono prendere in considerazione:

  • Bere molti liquidi: per un neonato è consigliabile fargli bere spesso il latte materno, oltre ad essere ricco di anticorpi lo aiuterà a tranquillizzarsi
  • umidificare l’aria nella stanza: con un apposito vaporizzatore acceso durante la notte, aiuterà il neonato a respirare meglio perchè aiuta a sciogliere il catarro. Ma anche un bagnetto caldo potrebbe risolvere la situazione
  • Durante la notte aggiungere un cuscino in più sotto la testa del piccolo. Così facendo il muco defluirà e si sentirà meglio mentre dorme.
  • Anche l’aerosol con la sola soluzione fisiologica potrebbe rivelarsi un buon coadiuvante per stappare il nasino

Naso chiuso neonato farmaci da utilizzare

Generalmente il naso chiuso non comporta complicazioni per il bambino anche se avverte una sorta di malessere soprattutto durante la notte. Ma se insieme al naso chiuso si manifestano altri sintomi quali febbre, tosse persistente, il bimbo piange continuamente, e in aggiunta è irritabile allora in questo caso bisogna immediatamente contattare il proprio pediatra.

Sarà il medico a prescrivere l’apposito farmaco, poichè le cause che possono esserci alla base del naso chiuso possono essere diverse per cui attraverso un’attenta vista il medico formulerà la corretta diagnosi e procederà con i farmaci appositi.

Lascia un commento