Melissa pianta: tisana, proprietà e benefici

Che cos’è la Melissa

La Melissa è una pianta erbacea spontanea, molto apprezzata dalle api, e per questo prende il nome greco Mélissa. Essa cresce in maniera spontanea nell’Europa meridionale ed anche in Asia Occidentale. Nel nostro paese si trova principalmente tra le siepi e nelle zone ombreggiate, e viene coltivata moltissimo nei giardini.

La Melissa è molto conosciuta per le sue proprietà medicamentose e per essere una pianta aromatica. La pianta della Melissa può raggiungere anche un metro di altezza, e si presenta esteticamente con un fogliame picciolato di colore verde scuro in superficie, e più chiaro nella parte inferiore. Ogni foglia è cosparsa di cellule oleifere ed il loro aspetto assomiglia molto all’ortica, mentre l’odore è simile a quello del limone.

A giugno iniziano a sbocciare i primi fiori, di colore bianco con sfumature leggere rosa chiaro. La loro forma è a calice campanulato e la corolla è tubolosa. Il labbro inferiore è suddiviso in tre lobi con quello centrale di dimensioni più grandi rispetto ai laterali. Un’altra varietà della Melissa è la specie “Melissa Aurea” che possiede foglie maculate di giallo.

Gli usi della Melissa Officinalis

La Melissa è molto apprezzata come erba aromatica, per questo, le sue foglie fresche, trovano ampio consumo per insaporire molte pietanze.

I fiori della Melissa, una volta essiccati, vengono utilizzati per la realizzazione decotti e tisane unite ad altre piante in campo erboristico, che si possono consumare come bevanda tonica o cordiale.

Questa pianta viene utilizzata moltissimo anche dai frati, e dai monaci, nella realizzazione di ricette aromatiche e medicamentose naturali. La Melissa deve essere tagliata quando questa è ancora in fiore, così da poterla conservare nella giusta maniera. I ramoscelli più piccoli si legano in piccoli fasci, e successivamente, devono essere appesi a testa in giù in un ambiente fresco ed asciutto, lontano da fonti di calore ed umidità.

melissa

La Melissa viene coltivata anche a livello industriale. I fiori e le foglie fresche, vengono raccolte due volte all’anno e successivamente distillate. Il prodotto che si ricava, è l’essenza di Melissa, che viene utilizzata moltissimo in profumeria e per la preparazione di distillati come l’Arquebuse, oppure per i liquori come l’Assenzio.

Impieghi fitoterapici della Melissa e proprietà

In ambito fitoterapico, della Melissa vengono utilizzate moltissimo le foglie, ma anche gli steli ed i fiori. Nell’estratto della pianta è possibile trovare: triterpeni, acido caffeico, acido rosmarinico e diversi flavonoidi, che sono tutti contenuti nella pianta, sia nelle foglie che nelle cortecce.

Con questa pianta, si può ricavare un olio essenziale, che contiene al suo interno quantitativi di rilievo di cariofilene e citronella. Oggi la Melissa viene molto impiegata come sedativo nelle manifestazioni ansiose, con somatizzazioni viscerali ed irrequietezza.

Avendo la pianta proprietà spasmolitiche, è utilissima per placare patologie dispeptiche gastroenteriche e per la cura dell’emicrania persistente.

Anche se non ancora confermato, sembrerebbe che l’estratto di foglie secche di Melissa, possegga proprietà antivirali, in particolare contro l’Herpes Simplex, ecco perché viene utilizzata ampiamente nel trattamento dell’herpes labiale. Infatti la si può trovare in alcuni preparati naturali, sotto forma di creme e pomate.

Tisana alla Melissa

Tisana alla Melissa

Tisana alla Melissa

Per preparare la tisana alla melissa, è sufficiente un cucchiaino di foglie di melissa essiccate per ogni singola tazza da 250 ml di acqua bollente. Fate bollire dunque l’acqua, successivamente aggiungete la melissa essiccata nella tazza, e sopra versate il liquido. Lasciate riposare per circa 5 minuti. Se lo gradite, potete dolcificare la bevanda con zucchero di canna grezzo oppure con del miele biologico.


Per realizzare una tisana alla melissa sotto forma di decotto, dovete utilizzare la melissa fresca tritata, circa due cucchiaini per 250 ml di acqua. Portate ad ebollizione l’acqua con le foglie di melissa e lasciate bollire per circa 5 minuti. Una volta trascorso il tempo necessario, filtrate a versate la bevanda.

Se volete rendere più gradevole la tisana, potete aggiungere a vostro gradimento qualche goccia di limone, oppure sciroppo di agave o miele di acacia. Potete consumare anche due tazze al giorno di decotto alla melissa. La tisana alla melissa è ideale in caso di problemi di insonnia, ansia, stress, influenza, raffreddore, agitazione, bruciore di stomaco e dolori addominali.

Leave a Reply