Il limone sbianca i denti ma…rovina lo smalto?

Avere denti bianchi è il sogno della maggior parte delle persone, ma non tutti hanno il privilegio di poter ottenere tale risultato, vuoi per la scarsa igiene orale o una inadeguata alimentazione, vuoi per i trattamenti costosi che non tutti hanno la possibilità di sostenere, ecco che avere denti bianchi diventa un po’ difficile.

Tuttavia ci sono alcuni rimedi che se utilizzati adeguatamente possono apportare risultati quasi simili ad un trattamento di sbiancamento dentale professionale, ma bisogna stare molto attenti perché il rischio che lo smalto dentale possa rovinarsi è molto alto.

Uno dei rimedi più rinomati per sbiancare i denti in modo naturale senza ricorrere a strisce adesive o dentifrici appositi è il limone. Questo frutto dalle mille proprietà e benefici è in grado di eliminare le macchie dai denti e far ritornare la dentatura bianca e lucida. Ma attenzione a demonizzarlo! Ora spiegheremo il perché di tale affermazione.

Il limone possiede un’elevata concentrazione di acidità per questa ragione si rivela di vitale importanza procedere con estrema attenzione quando si decide di utilizzarlo come rimedio naturale per lo sbiancamento dei propri denti.

Il limone rovina lo smalto dei denti? Scopri la verità in questo articolo

Il limone sbianca i denti

Il consumo di alimenti acidi, come in questo caso il limone, tende a far abbassare il ph del corpo portandolo così verso una condizione di acidosi metabolica. Cosa significa questo?

E’ molto semplice: nel corpo la quantità di acidi tende ad aumentare provocando un abbassamento del ph. Per ovviare a questa problematica l’organismo rilascia il carbonato di calcio che viene utilizzato come una sorta di spugna contro l’acidosi.

Ma da qui si può facilmente  intuire come la quantità di calcio presente tende a diminuire, quindi è chiaro che una volta avviato questo processo, i denti cominciano a diventare meno luminosi e si avverte maggiore sensibilità sugli stessi che sulle gengive. La perdita di smalto dunque è inevitabile.

In aggiunta se si utilizza troppo spesso il succo di limone per sbiancare i denti, il “potere” tampone della saliva diminuisce, per cui un ph basso ammorbidisce lo smalto dei denti e via via, il calcio tenderà a scivolare via, il risultato sarà inevitabile.

Come utilizzare il limone correttamente per sbiancare i denti

Se l’intenzione è quella di ricorrere ai rimedi naturali per lo sbiancamento dei propri denti, la parola d’ordine in questo caso è: prudenza!

Pertanto ecco qui di seguito come utilizzarlo al meglio senza corrodere la dentatura.

  1. Prima di lavare i denti con lo spazzolino e dentifricio procedere nel seguente modo: preparare un bicchiere di succo di limone e aggiungere un cucchiaino raso di bicarbonato di sodio. Mescolare delicatamente e mettere la pasta sullo spazzolino bagnato. Dopodichè sfregare i denti per qualche minuto e in seguito risciacquare il tutto con abbondante acqua.

Questa procedura deve essere fatta 1 volta al mese, perché il limone insieme al bicarbonato di sodio ne potenziano l’azione, per cui i denti potrebbero diventare sensibili ed è molto facile che lo smalto tenda a rovinarsi.

  1. Un altro metodo che si può utilizzare per lo sbiancamento dei denti è la buccia di limone. Basta sfregarla direttamente sui denti per ottenere l’effetto desiderato. Questa pratica al contrario, può essere fatta una volta alla settimana.

Leggi anche l’articolo sui Migliori Rimedi per Sbiancare i denti in modo naturale

Qui trovi alcuni prodotti per fare lo sbiancamento dentale quotidiano a casa tua:


Cose da evitare

Ci sono alcune pratiche che bisogna assolutamente evitare di fare per non rovinare lo smalto dei denti.

  • Bere del succo di limone non diluito o mangiarlo corrode inevitabilmente i denti, piuttosto utilizzare una cannuccia in modo tale da non far entrare in contatto l’acidità del frutto con gli stessi;
  • Mai lavarsi i denti dopo aver mangiato un limone: la combinazione di limone, spazzolino e dentifricio (sbiancante o quello in granuli) porta senza ombra di dubbio ad una erosione dello smalto. E allora quanto occorre aspettare prima di lavare i denti? Tuttavia non c’è un tempo preciso, l’unica accortezza che bisogna assolutamente avere è quella di sciacquare con acqua abbondante la bocca prima di procedere alla consueta igiene orale e utilizzare sempre uno spazzolino con setole morbide mai dure.

E’ bene sottolineare che una volta che lo smalto è eroso, purtroppo l’organismo non lo produrrà più.  Dunque è bene fare attenzione. Per chi vuole utilizzare il limone per lo sbiancamento dei denti deve procedere con cautela e attenzione.

Come prevenire l’erosione dello smalto dentale?

Bisogna proteggere quanto più possibile la superficie dentale seguendo alcuni piccoli accorgimenti:

  • Alimentazione: ci sono alcuni alimenti che con il tempo possono rovinare i denti, il cioccolato, il tè, il caffè, le bevande zuccherate;
  • Dopo l’assunzione di qualche integratore o alimento particolarmente acido bere un buon bicchiere di acqua;
  • Consumare cibi ricchi di calcio come yogurt, formaggio e latte
  • Sottoporsi a periodici controlli dal dentista
  • Praticare una buona igiene orale che consiste nel lavare i denti dopo aver mangiato, passare il filo interdentale in modo tale da rimuovere ogni residuo di cibo che non si è riuscito ad eliminare con il solo spazzolino e dopo ogni lavaggio procedere con gli sciacqui mediante un collutorio.

Lo smalto dentale non si consuma subito ma con il tempo, pertanto se si intravede qualche piccola spia allora è il caso di agire immediatamente. A tal proposito consigliamo di utilizzare i seguenti prodotti:

  • Utilizzare dentifrici al fluoro: questo minerale rende i denti più sani e li remineralizza;
  • Gel fluorati: proteggono i denti rafforzandoli;
  • Integratori di calcio e vitamina D: entrambi hanno la capacità di ripristinare le carenze e di conseguenza svolgono la funzione di aumentare la resistenza nonché la durezza dello smalto;

Se invece l’usura dello smalto si trova ad uno stadio già avanzato, tuttavia quello che resta da fare in questo caso è ricorrere al dentista

Insomma, un bel sorriso è un buon biglietto da visita per chiunque, sia uomo che donna. Infatti è la prima cosa che si nota in una persona.

Prendersi cura dei propri denti non deve essere soltanto visto come un dovere ma come priorità in assoluto, perché è proprio dal cavo orale che dipende il buon funzionamento dell’organismo. Una dentatura imperfetta sarà maggiormente esposta a vari disturbi e problemi.

I rimedi per ottenere denti bianchi e perfetti esistono, l’importante è utilizzarli con cura e attenzione!

Leave a Reply