Alitosi cause e rimedi dell’alito cattivo

Alitosi

Alito cattivo, alito pesante. Meglio conosciuto come Alitosi, esso può davvero rovinare la vita. Ma quali sono le cause dell’alito cattivo? E quali i rimedi?

Alitosi

Alitosi

In questo articolo parleremo delle cause dell’alito cattivo ma anche di come puoi tornare ad avere un intestino sano ed annullare o quasi tutti i tuoi problemi di gastrite, stitichezza e infiammazione.

Lo sai che secondo le statistiche metà della popolazione mondiale soffra di questa problematica
fastidiosa in maniera più o meno marcata?

Sebbene possa sembrare non grave, è molto spesso causa scatenante di problemi di autostima e nel rapportarsi con gli altri. La gravità aumenta quando chi soffre di alito cattivo non lo sa! ;-(

In taluni casi l’alitosi può essere temporanea, causata da qualcosa che si è mangiato o bevuto, e che in generale ha causato problemi di digestione. Per esempio cibi come aglio e cipolla sono famosi per essere causa dell’alito cattivo in quanto essi contengono composti volatili dello zolfo che vengono eliminati con la respirazione anche se non risolvono il problema e le cause dell’alito cattivo.

Non è nemmeno strano avere l’alito pesante al mattino in quanto durante la notte la salivazione, importante meccanismo di auto pulizia della bocca, è ridotta e questo causa alitosi.

Brutte abitudini come sigarette, sigari o pipa non migliorano la situazione.

Le cause dell’alito cattivo : forse possono essere problemi di intestino?

Quando il disturbo persiste, le cause possono essere differenti e l’intestino può essere il vero colpevole! Ma noi abbiamo la soluzione. Una guida gratuita che ti svelerà come tornare risolvere ed alleviare i problemi che possono colpire l’intestino.

Nella maggior parte dei casi è legato ad una scarsa o inappropriata igiene orale che favorisce la proliferazione di batteri i quali, decomponendo residui di cibo, liberano gas maleodoranti.

Se non si corre ai ripari, col passare del tempo si formerà la placca batterica e poi il tartaro, responsabile di parodontiti e gengiviti, anche stesse causa di alitosi.

Problemi di digestione e disturbi all’apparato gastroenterico possono essere la causa di alito cattivo.

Tonsilliliti, causa poco conosciuta dell’alitosi.

Se non si riesce ad individuare la causa di un’alitosi cronica e anche l’igiene orale viene curata minuziosamente, la colpa potrebbe essere dei Tonsilloliti, delle specie di pietruzze bianche o gialle che possono essere presenti sulle tonsille.

Esse, anche se poco conosciute, risultano parecchie frequenti e causano un alito micidiale intrappolando cibo e batteri.

;-) Questo Articolo ti è piaciuto? Se ti interessa prenderti cura del tuo intestino
scarica la guida gratuita

Ma anche altre malattie che coinvolgono le vie respiratorie possono essere la causa dell’alito cattivo. La bronchite, ma anche la sinusite, spesso producono anche questo “effetto collaterale”, in quanto molti batteri, causa di cattivo odore, si annidano proprio in quelle vie che espellono l’aria verso la bocca, e quindi verso i nostri sfortunati vicini.

Un altro motivo dell’alito cattivo sono le malattie sistemiche, soprattutto quelle a carico dell’apparato digerente, e quelle che alterano il nostro equilibrio chimico, come ad esempio il diabete o quelle malattie che colpiscono i reni, organi fondamentali per la depurazione del nostro corpo.

Alitosi, diagnosi e rimedi

La domanda è molto semplice. Può essere diagnosticata l’alitosi? La risposta è si, anche se gli strumenti a disposizione vengono usati solo in casi cronici. Uno strumento è l’alitometro, che riesce a misurare i solforati, mentre per rilevare da quali sostanze è dovuta l’alitosi, si usa la gascromatografia.

Quando si ha l’alitosi, si possono utilizzare alcuni accorgimenti per mitigarla, e dei rimedi naturali per risolvere il problema. È importante bere molta acqua, in modo da pulire il cavo orale dai batteri, e lavare i denti dopo ogni pasto, colazione inclusa. Con un lavaggio frequente si evita lo stazionamento dei batteri e la formazione di tartaro, uno dei responsabili dell’alitosi. Masticando bene inoltre, sia facilita la scomposizione del cibo e quindi l’eliminazione dei batteri.

È importante anche evitare alcuni cibi e bevande, soprattutto alcoliche. Aglio, cipolla, carni rosse e spezie, aumentano l’alitosi, mentre lo yogurt aiuta la digestione, e quindi attenua l’alitosi.

Anche l’avocado è un ottimo alimento per combattere l’alito cattivo, grazie alle numerose fibre presenti. potete poi preparare dei collutori naturali a base di agrumi, limone e arancia in testa, oppure alla menta o all’eucalipto, e molto efficaci sono le tisane al finocchio, alla salvia, all’anice e al rosmarino. la medicina offre anche dei farmaci per combattere l’alitosi, ma la loro prescrizione dipende dall’origine del problema.

Se l’alitosi è data da problemi gastrointestinali, allora saranno prescritti dei gastro-protettori, mentre se la causa sono ulcere o acidità di stomaco, saranno prescritti degli antiacidi. Infine, per la cattiva igiene orale, oltre al consiglio di lavarsi regolarmente i denti, possiamo utilizzare dei collutori specifici, ma senza abusarne, per non avere un effetto peggiorativo dell’alitosi.

One Response

  1. Mariella

Leave a Reply