Come fare la cacca? Scegli i Lassativi naturali!

Soffri di stitichezza e ti chiedi cosa prendere per andare in bagno? In questo articolo trovi consigli e prodotti per stare meglio e “fare la cacca” senza problemi.

Chi non ha mai fatto uso di lassativi nella propria vita in caso di stitichezza? In questo articolo capiremo quali lassativi di tipo naturale e purghe naturali puoi utilizzare al posto dei lassativi “tradizionali” che, se usati in modo continuativo, possono risultare piuttosto pericolosi e cronicizzare un problema.

Per prima cosa definiamo in cosa consiste la stitichezza detta anche stipsi.

La stitichezza è un disturbo che colpisce milioni di persone e consiste nella modifica e difficoltà di evacuazione delle feci, può colpire sia gli adulti che i bambini, ma anche le stitichezza in gravidanza.

Diminuisce il numero di evacuazioni in una settimana e varia la consistenza, le feci diventano più dure a causa del maggiore riassorbimento di acqua, dovuto al ristagno nell’intestino, a questo seguono gonfiore, dolore addominale e malessere generale, bisogna ricordare però, che c’è una differenza da persona a persona, si può non andare giornalmente in bagno, eppure non soffrire di stipsi.

La stitichezza può essere acuta (temporanea) dovuta a diversi fattori come interventi chirurgici che costringono il paziente a letto, viaggi, oppure cronica, perdura nel tempo e può dipendere da molteplici cause. Infatti una dieta povera di fibre, ricca di zuccheri raffinati, bere poca acqua e mangiare pasti veloci e in maniera sregolata, può provocare problemi, non a caso, è consigliabile introdurre una maggiore quantità di frutta e verdura e soprattutto di fibre, per alleviare i fastidi dovuti alla stipsi.

Tra le cause della stitichezza cronica può esserci una vita sedentaria, che comporta una diminuzione dell’elasticità e del tono della muscolatura intestinale con conseguente diminuzione delle evacuazioni, il rimedio, pertanto, può essere quello di aumentare l’attività fisica.

Inoltre anche una particolare condizione di vita, un lavoro, possono provocare stipsi, in quanto si può rimandare o ignorare il bisogno di liberarsi.

Lassativi naturali efficaci

–>> COLON CLEANSE

Questo lassativo naturale è ideale per un trattamento anti stitichezza completo in 10 giorni. Ti aiuta a liberarti da gonfiore e costipazione.

Depura l’intestino in modo sicuro e sano grazie all’azione delle fibre di riso, al bifidobacterium infanti e a numerosi estratti naturali. Bastano 3 compresse al giorno per 10 giorni da prendere con un bicchiere d’acqua.

Normalmente in farmacia lo fanno pagare circa 35 euro e si trova solo in pochi negozi specializzati. Tuttavia noi abbiamo selezionato un’ottima offerta su internet con cui pagarlo meno di 25 euro.

→ Scopri il miglior prezzo on line ←

 


–>> SKINNY TEA – LA TISANA LASSATIVA E DEPURATIVA

Se invece delle pillole preferisci qualcosa da poter prendere tutti i giorni, magari a colazione e da bere con gusto, ti consigliamo la tisana lassativa e depurativa Skinny Tea. Preparata con ingredienti naturali al 100% e con erbe accuratamente selezionate, è uno dei prodotti più scelti dalle donne di tutto il mondo.

Costa circa 40 euro in commercio, ma noi lo abbiamo scontato al 30%.

Guarda la tisana Skinny Tea al miglior prezzo on line

 

 


cleanse-rite-lavaggio-intestinale

–>> CLEANSE RITE

E’ un ottimo rimedio naturale per combattere l’aumento di peso, l’eccesso di gas intestinale, la costipazione e l’accumulo di tossine.  E’ un trattamento che dura 7 giorni e può essere ripetuto 1 o 2 volte l’anno senza controindicazioni o effetti collaterali.

Tra gli ingredienti la spirulina, foglie di senna, fieno greco, trifoglio rosso, aglio, salvia rossa e tante altre erbe depurative che ti aiuteranno a ritrovare la forma in pochissimi giorni.

Costa circa 60 euro nei negozi specializzati e in erboristeria, ma noi ti consigliamo di ordinarlo on line. Qui, con le tante offerte che ci sono, puoi ordinarlo a meno di 45 euro.

→ Scopri il miglior prezzo on line ←


Bisogna ricordare, infine, che anche la presenza di ragadi anali o emorroidi può influenzare negativamente la defecazione, così come l’assunzione di determinati farmaci che hanno tra gli effetti collaterali quello di provocare costipazione.

Prima di passare ai lassativi naturali più efficaci contro la stitichezza troviamo i semi di chia contro la stitichezza che vanno usati nel tempo e nella maggior parte dei casi fanno un ottimo effetto. Abbiamo anche parlato dei centrifugati anti stitichezza.

A cosa servono i lassativi naturali?

lassativi naturali

lassativi naturali

 

Tipologie di lassativi

Ci sono diversi rimedi naturali contro la stitichezza, da quelli più blandi, per risolvere un fastidio passeggero, a quelli più forti, sia fitoterapici che chimici, ovviamente è sempre bene rivolgersi prima al proprio medico.

Esistono vari tipi di lassativi naturali:

  • lubrificanti
  • osmotici
  • di volume

Lassativi naturali lubrificanti

Tra i lassativi naturali, vi sono quelli lubrificanti, come l’olio di mandorle dolci, quelli osmotici come la manna e il tamarindo e quelli di volume o di massa. Questi ultimi contengono mucillagini che per idratazione si gonfiano, richiamano e trattengono acqua nell’intestino, aumentando cosi il volume delle feci, questo provoca una maggiore stimolazione della muscolatura intestinale.

Lassativi naturali di volume

Tra i lassativi di volume ci sono la prugna, la malva, la crusca, i semi di psillio e il glucomannano; ad essi si possono associare piante coleretiche e colagoghe (stimolano la produzione di bile) tra cui tarassaco, cicoria, boldo e piante carminative (riducono i gonfiori addominali) come finocchio, cumino nero e coriandolo.

Lassativi naturali stimolanti- irritanti

lassativi naturali senna

Attenzione particolare meritano i lassativi stimolanti- irritanti come la senna, la cascara sagrada, la frangola, il rabarbaro e l’aloe, essi agiscono aumentando la peristalsi dell’intestino e diminuendo la perdita di acqua, sono tra i più potenti lassativi, ma anche quelli più rischiosi, possono provocare infatti diarrea, crampi e dolori addominali.

La Senna è una droga antrachinonica di origine vegetale, ha un effetto lassativo forte e viene usata per brevi periodi, contiene glucosidi diantronici (sennosidi A e B), mucillagini, flavonoidi e polisaccaridi. I sennosidi si comportano da profarmaci, agiscono dopo metabolizzazione della flora batterica intestinale, si forma in questo modo la reina che agisce in situ, inibendo il riassorbimento di acqua ed elettroliti, stimolando e aumentando la motilità dell’intestino crasso.

L’azione si verifica 6-12 ore dopo l’assunzione, si utilizzano capsule e compresse ma anche sciroppi ed infusi, la droga è contenuta nelle foglie e nei frutti i quali però hanno un’azione lassativa più blanda.

La Casacara Sagradala trovi qui )  fa parte dei lassativi irritanti, agisce aumentando le contrazioni intestinali, viene usata dove è necessaria l’evacuazione facile (ragadi, emorroidi, dopo interventi chirurgici), si usa la corteccia essiccata, in questo modo è avvenuta l’ossidazione degli antranoli ad antroni ed antrachinoni, questo evita l’emesi che può essere provocata dall’assunzione della droga allo stato fresco.

La droga va assunta saltuariamente, può inoltre interagire con diversi farmaci, tra cui cardiotonici, diuretici, cortisonici, beta-bloccanti e analgesici.

La Frangola ha una minore azione rispetto alla senna e all’aloe, è ricca di glucosidi antrachinonici, saponine, tannini e triterpeni, viene usata saltuariamente per attacchi acuti o per preparare ad interventi chirurgici. La droga fresca può provocare emesi, può inoltre interagire con diversi farmaci tra cui diuretici, analgesici,antiaritmici e cardiotonici.

Il Rabarbaro (li trovi qui) oltre alle proprietà lassativo-stimolanti possiede anche proprietà digestive, eupeptiche e astringenti, contiene tra l’altro, tannini che contrastano l’azione degli antrachinoni, questo comporta una minore attività, un effetto più modulabile rispetto alle altre droghe e una maggiore facilità di dosaggio.

Il succo di Aloe viene estratto dalla porzione più superficiale delle foglie, viene trattato col calore e si forma una massa vitrea che contiene glicosidi antrachinonici, in particolare le aloine A e B. Può essere usato sia come estratto secco, che come tintura madre, l’azione si verifica dopo 6-12 ore per cui è consigliabile assumerlo prima di andare a dormire. I glicosidi antrachinonici non sono degradati nello stomaco, raggiungono il colon dove esplicano l’azione lassativa aumentando la peristalsi, la secrezione e irritando la mucosa.

Gli effetti collaterali per tutte le droghe antrachinoniche sono simili, e si verificano in maniera più accentuata dopo aver assunto dosi eccessive della droga, tra questi ci sono i crampi e i dolori addominali, la diarrea, gli squilibri elettrolitici,ma si possono verificare anche discromie urinarie e assuefazione.

Sono controindicate in gravidanza, allattamento, in caso di emorroidi, durante il ciclo mestruale e nelle infiammazioni dell’intestino e nelle affezioni renali.

Il nostro consiglio è quello di effettuare un lavoro completo sull’intestino per riportarlo in condizioni ottimali, in questo modo si risolverà il problema della stitichezza ma non solo, tutto l’organismo ne trarrà beneficio regalandoti maggiore energia, voglia di fare, concentrazione e una salute di ferro!
Per capire come fare segui le indicazioni che trovi in questa guida.

Lascia un commento