Funghi e Micosi: sintomi, cause e rimedi naturali

Le micosi cutanee sono un’infezione causata da miceti detti più comunemente funghi della pelle.

Le infezioni fungine sono tra i problemi dermatologici più frequenti, specialmente nel periodo estivo, dove un clima caldo umido e un’eccessiva sudorazione possono favorirne lo sviluppo soprattutto nelle zone del corpo più soggette come le ascelle, i piedi, la bocca o nell’interno cosce dando sfogo alla fastidiosa micosi inguinale.

I sintomi più comuni per riconoscere i funghi della pelle sono abbastanza leggeri e a volte poco riconoscibili salvo casi di una forte infezione. Se si pensa si possa aver contratto un fungo si può notare

  • una sensazione di fastidio,
  • prurito,
  • rossore,
  • screpolatura della cute

Nelle zone dove non vi sono pieghe della pelle, si presentano delle tipiche macchie, chiamate Erpete Cerchiata, caratterizzate da una forma rotondeggiante e da una colorazione bianca a volte rosata soprattutto sui bordi. Al tatto la pelle è molto liscia e a volte leggermente in rilievo. Nei casi più gravi i funghi possono causare anche lesioni con conseguente sanguinamento per cui, in questo caso, sarà il opportuno riferirsi ad un dermatologo.

Oltre la pelle, le micosi colpiscono anche le unghie. Si noterà quindi un ingiallimento che partirà dal bordo e avanzerà in seguito verso la radice dell’unghia predisponendola ad un indebolimento.

Le Cause dei Funghi della pelle

Le cause più comuni come accennato prima sono dovute al caldo umido. Vi sono comunque altre cause predisponenti da evitare per quanto possibile e possono essere divise in questo modo:

  • Cause biologiche dei funghi della pelle
    Alcune tipologie di funghi, come ad esempio del genere Malassezia, sono generalmente presenti già nel nostro organismo all’interno delle ghiandole sebacee o nelle mucose. Alterazioni causate da stress, poca igiene, squilibri ormonali possono causarne la proliferazione e far comparire delle chiazze bianchastre sulla pelle. Vi sono inoltre dei soggetti predisposti come chi soffre di dermatite seborroica che più frequentemente può soffrire di micosi. Si nota infatti che nei soggetti anziani quest’infezione è quasi inesistente proprio a causa della scarsa secrezione di sebo e di sudore.

  • Cause Esterne dei funghi della pelle
    Le cause esterne sono date dalla frequentazione di ambienti umidi e nei quali circola parecchia gente. Questi sono quindi saune, piscine, palestre docce dove sarà buona norma usare delle corrette norme igieniche al fine di evitare di contrarre un’infezione. I funghi della pelle, possono essere inoltre presi se si cammina scalzi in un ambiente dove vi sono persone che ne soffrono oppure se si indossano spesso e per lungo tempo calzature senza far traspirare la pelle. Famoso è infatti il piede dell’atleta, dove il fungo si sviluppa soprattutto nelle zone fra le dita dei piedi proprio a causa di una cattiva traspirazione della pelle e porta con sé un forte prurito.

Funghi della pelle e micosi: le buone norme d’igiene per prevenirla

Se si ha già contratto un’infezione fungina sulla pelle è bene adottare delle buone norme igieniche sia perchè questa è contagiosa ma anche per migliorarne lo stato ed eventualmente prevenirne la riformazione.

Se si soffre di funghi della pelle è bene quindi:

  • Indossare T-shirt, calzetti e indumenti che stanno a contatto con la pelle in cotone o fibre naturali in modo che la cute traspiri facilmente. Se si passano parecchie ore fuori casa, soprattutto d’estate, cercare di portarsi un ricambio in modo da far rimanere la pelle asciutta

  • Evitare di camminare scalzi per terra soprattutto in ambienti umidi e lavare frequentemente le ciabatte che si usano nelle piscine lasciandole asciugare al sole in modo che questo uccida eventuali germi

  • Usare Talco se si suda abbondantemente nelle zone umide del corpo come le ascelle

  • Lavarsi per quanto possibile con una soluzione di acqua, bicarbonato e limone( 2 cucchiaini ) che aiuta a regolare il ph della pelle e la secrezione di sebo.

  • Lavare ad alte temperature indumenti e asciugamani per prevenire re-infezioni

Rimedi Naturali per curare i Funghi sulla pelle

Infuso antimicotico all’aglio

L’aglio è il più potente antimicotico che esiste in natura. Ideale per disinfiammare ed evitare l’accumulo di microbi. Associato in questo caso ai chiodi di garofano sarà ideale per chiunque soffra di infezioni micotiche.

Per fare la lozione per curare i funghi sulla pelle occorrono:

  • 2 spicchi d’aglio

  • 1 cucchiaino scarso di Chiodi di Garofano

  • mezzo limone spremuto

  • garze sterili

Una volta ottenuti gli ingredienti procedete in questo modo:

  • Schiacciate leggermente con un mortaio gli spicchi d’aglio e i chiodi di garofano in modo da farne uscire gli oli e le proprietà

  • Portate ad ebollizione in un pentolino un bicchiere abbondante di acqua

  • Versate successivamente in una tazza l’aglio, il limone, i chiodi di garofano e riempite la tazza con l’acqua precedentemente riscaldata

  • Lasciate macerare gli ingredienti per minimo 10 minuti ottenendo un infuso ricco delle proprietà degli ingredienti

  • Una volta che l’acqua sarà tiepida prendete una garza sterile e imbevetela con l’infuso. Inserite all’interno anche qualche spicchio di aglio in modo che l’effetto sia più immediato.

  • A questo punto posizionate la garza sulla pelle colpita da micosi e lasciate assorbire le sostanze per circa 20 minuti.

  • Una volta trascorso il tempo togliete la garza e sciacquate con acqua tiepida. Abbiate cura di asciugare la pelle molto bene in modo che non rimanga umidità

Frequenza: Eseguite l’impacco 2-3 volte al giorno

Impacco Naturale per curare le micosi sulla pelle

Un altro rimedio naturale per curare i funghi sulla pelle è un impacco composto da oli essenziali.

Ingrendienti:

  • un cucchiaino di chiodi di garofano.
  • 2 cucchiaini di olio essenziale a scelta tra quelli sotto indicati

Gli oli essenziali adatti sono:

  • Olio di semi di pompelmo

  • Olio essenziale di cannella

  • Tea tree oil 

Procedimento Impacco Naturale per curare le micosi sulla pelle

  1. Scegliere a piacere uno dei tre oli, che potete trovare tranquillamente in erboristeria
  2. Schiacciare fino a ridurre quasi a polvere i chiodi di garofano
  3. Miscelare in una tazza un cucchiaino dell’olio prescelto insieme ai chiodi di garofano fino ad ottenere un composto omogeneo.
  4. A questo punto lasciare macerare i due ingredienti insieme per minimo un’ora lasciandoli in frigorifero.

Trascorso il tempo applicare il composto massaggiando delicatamente sulla zona. Lasciare agire per 15 minuti sulla pelle e dopodichè sciacquare con abbondante acqua fresca.

Frequenza: Ripetere l’azione 2-3 volte al giorno

Conservazione: L’impacco può essere conservato in frigo per più giorni ricoperto da una pellicola

Lavanda per detergere la pelle che soffre di micosi

Da non sottovalutare, e da accostare a dei rimedi naturali, è un buon uso di saponi e detergenti che possono aiutare a regolare il sebo e il ph della pelle non aggredendola.

Per detergere correttamente il corpo lavate quindi il corpo usando del sapone alla lavanda o in alternativa un detergente neutro profumando l’acqua della vasca con qualche goccia di olio essenziale alla lavanda.

La lavanda è infatti, oltre che avere un buon profumo, è un otttimo alleato per combattere la maggior parte dei ceppi che causano la micosi. Aiuta inoltre a regolare la sudorazione garantendo così una pelle liscia e asciutta sempre.

One Response

  1. Alexandra

Lascia un commento