Fiori di Bach contro l’ansia, controindicazioni ed effetti collaterali

Imparare ad utilizzare i Fiori di Bach contro l’ansia potrebbe veramente cambiarti la vita. Andiamo ad approfondire questi splendidi rimedi naturali, se hanno controindicazioni o possono portare effetti collaterali.

Nell’ultimo articolo abbiamo imparato cosa sono i fiori di Bach e come agiscono sul nostro corpo.

I fiori di Bach non hanno né controindicazioni né interazioni con altri farmaci, quindi non inducono gli effetti collaterali di nessun farmaco ma neppure ne riducono i benefici.

Si possono prendere da quando si è neonati a quando si diventa anziani e, se assunti correttamente, sono dei veri strumenti di guarigione; ti dico se assunti correttamente, perché ci vuole consapevolezza e costanza in quanto le essenze floreali non essendo medicinali agiscono in tempi più lunghi. 

Quindi serve sempre la costanza nell’andare avanti ad assumerli, anche se magari il primo mese non si sono visti i risultati, non c’è un tempo minimo o massimo per una cura con le essenze floreali, personalmente nel mio lavoro vedo persone che magari già al secondo mese ottengono miglioramenti sorprendente mentre altri individui iniziano a stare meglio dopo sei mesi di continua assunzione.

Tempistiche per la guarigione con i fiori di Bach contro l’ansia

Dipende dalla capacità della persona stessa a lasciarsi guidare dall’effetto dell’essenza floreale; molte volte entra in gioco la parte razionale dell’individuo che in qualche modo si “ostina” ad andare avanti per la vecchia strada, senza però dare ascolto ai nuovi desideri che si affacciano, o a nuovi interessi che si presentano.

Credo che il Dottor Edward Bach, abbia lasciato un dono grande all’intera umanità, tutti noi possiamo trarre beneficio da questi rimedi della medicina naturale, utilizzandoli con consapevolezza.

Il colloquio tra paziente e terapeuta svolge un ruolo assolutamente fondamentale per la scelta dei fiori di Bach in quanto il terapeuta praticamente fa da specchio alla persona e la persona riesce a far emergere più facilmente i propri difetti e lati di sé che altrimenti non riuscirebbe nemmeno a vedere, raccontando le proprie emozioni e i disagi che avverte.

Un ottimo Fiore di Bach contro l’Ansia è il Cherry Plum, ne abbiamo parlato qui nello specifico.

In questa maniera riesce a comprenderli e a capire che cosa nascondono, che cosa si cela dietro al proprio disagio.

Faccio un esempio : l’ansia è un disagio in continua crescita, sempre più persone ne soffrono, io quotidianamente ricevo email da persone che vogliono consigli per superarla.

Fiori di Bach controindicazioni ed effetti collaterali

Fiori di Bach controindicazioni ed effetti collaterali1

Come agisce l’ansia su di noi?

L’ansia prevalentemente arriva, perché vogliamo tenere tutto sotto controllo, non ci affidiamo all’universo, allo scorrere sereno della vita ma vogliamo che tutto vada come noi vorremmo ; ecco questo è un atteggiamento che in linea generale è sempre presente in un soggetto affetto da patologie legate all’ansia.

Ecco il motivo per il quale è proprio mediante il colloquio con il terapeuta che emergono tutti questi dati, altrimenti la persona stessa non riuscirebbe a vederli impressi su di sé ; questi dati sono molto importanti per effettuare una scelta corretta delle essenze floreali.

Non basta quindi consultare i manuali che troviamo in vendita in tutte le librerie, quelli sono utili magari per farci conoscere i singoli fiori o per illustrarci cosa sono i Fiori di Bach, ma non possono mai sostituire il lavoro svolto da un professionista,

Ci vogliono anni di crescita personale, prima di riuscire a scegliere le essenze floreali corrette per se stessi, pertanto se volete avvicinarvi a questo metodo di cura, vi consiglio di affidarvi sempre ad un esperto in quanto i fiori di Bach a volte compiono veri e propri miracoli.

3 Comments

  1. Cosimo
  2. antonella

Leave a Reply