Ernia del disco lombare: cause, sintomi ed esercizi

L’ernia al disco lombare è tra le più invalidanti e diffuse patologie della colonna vertebrale: consiste nella rottura del disco intervertebrale con conseguente fuoriuscita della sua componente interna.

Il disco intervertebrale è una sorta di “cuscinetto” tra le vertebre che ha la funzione di ammortizzatore. Esso è costituito da una parte interna, detta “anulus” la quale contiene il “nucleo polposo”, e da una parte esterna, di contenimento, detta “anello fibroso”.

Cause dell’ernia del disco

Ernia del disco lombare

Ernia del disco lombare

Posture errate causano eccessive pressioni a livello lombare, provocano un progressivo schiacciamento del disco intervertebrale e possono portare a una rottura dell’anello fibroso con conseguente fuoriuscita di nucleo polposo.

Fisiologicamente la zona lombare presenta una lordosi che le consente di ammortizzare il carico proveniente dalla parte superiore del corpo. Se questa lordosi è ridotta a causa di un vizio posturale o dal mantenimento di posture scorrette, come stare seduti per ore in ufficio, la pressione sui dischi aumenta e, di conseguenza aumentano le probabilità di ernia del disco lombare. 

In particolar modo stare seduti per molto tempo sembra essere una delle principali cause di ernia lombare. 

Un altra causa, spesso sottovalutata, è rappresentata dal sollevamento di carichi durante movimenti di flessione o torsione del tronco. Anche in questo caso la pressione sui dischi è molto elevata. 

Studi condotti da Nachemson hanno dimostrato l’aumento della pressione sui dischi in alcune posizioni e posture come quelle appena citate. 


Alla cause posturali, si associano quelle legate a stili di vita poco salutari:

  • come essere in sovrappeso (aumenta il peso sulla colonna e sulle vertebre),
  • condurre una alimentazione sbagliata (una tendenza alla disidratazione causata da un’errata alimentazione può aumentare il rischio di ernia perché il disco intervertebrale è fatto anche di acqua e tende a disidratarsi),
  • fumare,
  • bere alcolici,
  • condurre una vita troppo stressante.

Classificazione dell’ernia del disco

L’ernia del disco può essere classificata in base alla progressione:

  1. Ernia contenuta, quando si verifica una iniziale sporgenza del disco, contenuta all’interno del canale vertebrale.
  2. Protrusione, quando la sporgenza del disco intervertebrale tocca le fibre dell’anulus, che però rimangono ancora sono integre.
  3. Ernia espulsa, quando si verifica la rottura dell’anello fibroso e inizia la sua fuoriuscita. L’ernia espulsa viene suddivisa, a sua volta in ernia espulsa sottolegamentosa, se non rompe il legamento longitudinale posteriore (un rinforzo posteriore delle vertebre che le separa dal midollo spinale), e ernia espulsa translegamentosa , se rompe il legamento.
  4. Ernia espulsa migrata, quando si allontana dal disco che l’ha prodotta: possiamo quindi avere un’ernia espulsa migrata sottolegamentosa o un’ernia espulsa migrata translegamentosa.

Localizzazione dell’ernia del disco lombare

L’ernia discale può localizzarsi su qualunque tratto della colonna, ma è più frequente nel tratto lombare, seguita dal tratto cervicale; rare sono le ernie dorsali. 

A livello lombare gli spazi più colpiti sono tra le vertebre l4 l5, nel 45% dei casi, tra l5 s1, nel 50% dei casi, tra l3 e l4, nel 5% dei casi (l sta per lombare, s per sacrale).

In sintesi l’ernia l5 s1 è la più diffusa, seguita subito dopo dall’ernia l4 l5. 

Ernia del disco sintomi

ernia del disco sintomi

ernia del disco sintomi

In base alla localizzazione e alla tipologia di ernia è associata una sintomatologia di tipo radicolare, che interessa cioè i nervi, che va dal dolore lombare destro o sinistro all’infiammazione del nervo sciatico.

La lombosciatalgia è associata all’ernia discale l5 s1: l’ernia che fuoriesce posteriormente incontra il nervo sciatico, il quale anatomicamente decorre lungo la colonna per poi irradiarsi dietro le cosce, poi a livello tibiale e fino alle dita dei piedi. Il contatto tra ernia e nervo sciatico a livello lombare determina infiammazione e dolore che spesso viene avvertito dietro la coscia e, nei casi più gravi, fino alle dita dei piedi.

L’ernia l4 l5 invece può causare dolore lombare e/o cruralgia, ovvero infiammazione del nervo crurale, il quale, a differenza del nervo sciatico, si irradia a livello inguinale e nella parte antero mediale della coscia. Va specificato che la cruralgia può essere causata anche da altre problematiche non legate all’ernia del disco lombare.

Ernia del disco: esercizi per la schiena

ernia del disco esercizi

ernia del disco esercizi

Esistono esercizi per curare sintomi dell’ernia al disco lombosacrale e l’infiammazione del nervo sciatico? Sì!

La ginnastica posturale è il miglior rimedio naturale per curare l’ernia del disco lombare. Per la complessità della patologia è però consigliabile affidarsi sempre a Personal Trainer qualificati, meglio se laureati in Scienze Motorie.

La seduta di ginnastica posturale ha l’obiettivo di

  • Allungare i muscoli della schiena e le catene muscolari retratte;
  • Mobilizzare la colonna e il tratto interessato dall’ernia, al fine di riassorbire o contenere l’ernia;
  • Stabilizzare la colonna;
  • Decomprimere i dischi e ridurre la pressione su di essi;

All’interno della seduta vanno quindi inseriti esercizi di

  • Streching globale delle catene muscolari;
  • Mobilizzazione, che vadano a mobilizzare la zona lombare in direzione opposta a quella dell’assetto posturale che causa ernia.
  • Educazione posturale, mirati a migliorare il controllo del bacino e della lordosi lombare;
  • Potenziamento dei i muscoli erettori della colonna e della zona centrale del corpo;
  • Decompressione discale.

Lascia un commento