Disidratazione sintomi e rimedi in bambini e adulti

Mediamente un adulto necessita di tre litri di acqua al giorno da assumere sotto forma di bevanda e alimenti ( frutta e verdura) per far si che il corpo sia ben idratato e funzioni correttamente . In caso di disidratazione l’organismo non riuscirà più a funzionare come dovrebbe e di conseguenza moltissimi sono i problemi e i rischi che potrebbero subentrare.

Vediamo dunque nello specifico quali sono i sintomi che si avvertono in caso di disidratazione, le cause, le persone a rischio e i rimedi da prendere in considerazione per tutte le fasce d’età.

Sintomi della disidratazione

disidratazione sintomi

disidratazione sintomi

Quando il corpo è disidratato, l’equilibrio di sali minerali e zuccheri viene alterato e questo causa diversi problemi. I sintomi più comuni che si riscontrano negli adulti sono i seguenti:

  • Colore scuro delle urine
  • Non si avverte la necessità di urinare troppo spesso
  • Sete
  • Pelle secca
  • Infossamento dei bulbi oculari
  • Crampi muscolari
  • Vertigini
  • Stanchezza
  • Aumento della temperatura corporea
  • Svenimenti

Nei bambini e nei lattanti la sintomatologia che si manifesta è:

  • Pianto senza lacrime
  • Bocca secca
  • Eccessiva sonnolenza

Soggetti a rischio disidratazione

I soggetti particolarmente a rischio disidratazione sono i lattanti, bambini, anziani e gli sportivi. Per quanto riguardano i neonati e i bambini sono particolarmente vulnerabili per due semplici motivi: primo perchè pesano poco e poi hanno la capacità di metabolizzare velocemente l’acqua e gli elettroliti. In aggiunta entrambe le fasce di età soffrono maggiormente di diarrea virale per cui risulta molto facile che perdano velocemente i liquidi e il corpo di conseguenza si disidrati.

Discorso a parte va fatto per gli anziani. Con il passare degli anni il corpo non ha la capacità di conservare l’acqua e d’altro canto non si avverte la necessità di bere, in aggiunta tendono a mangiare molto meno rispetto ai giovani, quindi è molto facile che si disidratino.

Anche gli sportivi sono soggetti a rischio disidratazione. Qualunque attività fisica si pratichi, il rischio di disidratarsi è molto elevato perchè il sudore aumenta considerevolmente durante l’esecuzione dell’esercizio. Più l’esercizio fisico si protrae e più è difficile mantenere un’idratazione.

Disidratazione cause principali

Fra le cause principali annoveriamo:

  • Diarrea e vomito
  • Sudorazione eccessiva
  • Insolazione (GUARDA QUA)
  • Alcuni farmaci come antistaminici, diuretici, medicinali per la pressione alta e alcuni psicofarmaci

Rimedi Disidratazione

Rimedi per i bambini

Sarà il proprio pediatra di fiducia che indicherà dettagliatamente come curare la disidratazione, tuttavia ci sono alcune regole generali che possono rivelarsi alquanto utili per far fronte temporaneamente alla situazione:

  • Utilizzare una soluzione reidratante orale per i bimbi che hanno vomito, diarrea o febbre alta. In farmacia ma anche online ci sono alcune soluzioni orali contenenti un buon quantitativo di acqua e sali minerali e sono particolarmente efficaci perchè reintegrano sia i liquidi che gli elettroliti persi. In caso di emergenza non si dispone di questi rimedi, è possibile preparare in casa una soluzione molto facile.
    Tutto quello che occorre è: mezzo cucchiaino di sale, sei cucchiaini di zucchero e un litro di acqua potabile. Somministrare la soluzione ad intervalli  finchè le urine non diventeranno nuovamente trasparenti.
  • Continuare ad allattare anche se il bambino non sta bene e ha frequenti episodi di diarrea. Oltre al latte è consigliabile somministrare una soluzione reidratante. Se si è soliti utilizzare il latte in polvere è bene per qualche tempo passare ad un prodotto senza lattosio. Il lattosio è una sostanza presente nel latte e potrebbe non essere facilmente digerita dal bambino in questo periodo particolare e inoltre se si ha diarrea la situazione potrebbe peggiorare ancora di più.
  • Evitare di dare alcuni alimenti e bevande: per poter reidratare il bambino, la sola acqua erroneamente a quanti molti pensano non basta ma occorre una soluzione orale isotonica per poter ripristinare gli elettroliti. Evitare di fargli bere bevande gassate, frullati, succhi di frutta.

Rimedi disidratazione per gli adulti

E’ bene non basarsi solamente sulla sensazione di sete, ma occorre tenere presente che per poter nuovamente integrare i liquidi bisogna bere il più possibile nell’arco della giornata. E’ consigliabile bere almeno 2 litri di acqua al giorno e integrare anche bevande isotoniche. Oltre a questa accortezza mangiare un buon quantitativo di frutta e verdura potrebbe fare la differenza.

Se si vuole dimagrire lasciare perdere le tute in plastica per sudare, non servono a niente se non per disidratare il corpo. Inoltre quando ci si sposta in un luogo particolarmente caldo è necessario adattare gradualmente il corpo per cui evitare di esporsi direttamente al sole durante le ore più calde.

Infatti se si seguono alcuni accorgimenti per prendere il sole (GUARDA QUI)come ad esempio, usare la crema ad alta protezione per il viso e bere molta acqua naturale, si evita il rischio disidratazione.

Per gli atleti bisogna puntare sull’acqua e sulle bevande isotoniche per ripristinare gli elettroliti. Non occorre ricorrere alle tavolette energetiche.

Rimedi disidratazione per gli anziani

Anche per gli anziani vigono le stesse regole illustrate in precedenza per gli adulti. Quindi per idratare l’organismo bisogna bere tanta acqua e seguire un regime alimentare caratterizzato dall’assunzione di frutta e verdura fresca.

Soluzioni orali isotoniche possono rappresentare un’altra valida soluzione. Naturalmente prima di utilizzare qualsiasi rimedio è doveroso contattare il proprio medico di fiducia il quale valutando il quadro clinico del paziente prescriverà la terapia più idonea.

Lascia un commento