Catarro retronasale cause e rimedi per eliminarlo

Il catarro o muso retronasale è una condizione piuttosto fastidiosa ma generalmente non causa alcuna complicazione. In questo articolo dunque, vedremo nel dettaglio cos’è lo scolo retronasale, come si manifesta quali sono le cause di questo disturbo e soprattutto i rimedi da utilizzare per risolvere tale dilemma.

Catarro retronasale cos’è e come si manifesta?

Catarro retronasale

Catarro retronasale

Ogni giorno le ghiandole che sono presenti all’interno del rivestimento di naso, gola, vie aeree, apparato gastrointestinale, e stomaco producono all’incirca 1 o 2 litri di muco, ovvero una sostanza piuttosto densa che ha lo scopo di inumidire queste zone in maniera tale da intrappolare e in un secondo momento distruggere germi e batteri che causano infezioni.

Generalmente il muco presente nel naso non si nota poichè tende a mescolarsi con la saliva e discende nella parte posteriore della gola per essere deglutito gradualmente nell’arco della giornata.

Soltanto nel momento in cui l’organismo comincia a produrre una quantità di muco in eccesso, allora in questo caso viene espulso dalla parte anteriore del naso, sotto forma di “naso gocciolante”. Quando invece il muco discende dalla parte posteriore del naso verso la gola viene definito scolo retronasale.

Catarro retronasale sintomi e complicanze

La presenza di muco in gola è piuttosto fastidiosa e la sua consistenza può essere acquosa o piuttosto densa ed è generalmente associata a mal di gola, raucedine, tosse e una sensazione di un qualcosa bloccato in gola che fa si che la persona colpita da questo disturbo deglutisca il muco in gola  in modo involontario oppure tira su con il naso.

Se il muco ostruisce la tuba di Eutachio, (il condotto che collega la gola all’orecchio medio) in questo caso potrebbe insorgere un’infezione auricolare. Se  il muco ostruisce i seni paranasali anche qui potrebbe manifestarsi un’infezione.

Se lo scolo retronasale è accompagnato da altri sintomi quali, eccessiva lacrimazione, starnuti, prurito agli occhi, al palato, al naso o alla gola si tratta con molta probabilità di una rinite allergica, mentre si parla di rinite virale quando il drenaggio retronasale si trasforma in muco denso,  mal di gola, naso chiuso e mal di testa. 

Tuttavia se la condizione è associata a naso chiuso, dolore nei seni paranasali o nasali, febbre in questo caso è bene rivolgersi al medico perchè con molta probabilità si tratta di sinusite. Qualora i sintomi fossero stati trattati mediante uno spray congestionante ma i risultati sono sempre stati  gli stessi o comunque peggiorati, allora è bene rivolgersi quanto prima al proprio medico, poichè dietro a questo malessere si potrebbe nascondere qualche problema un po’ più serio.

Catarro retronasale cause

La produzione di muco in eccesso che causa lo scolo retronasale può essere dovuto ai seguenti fattori:

  • raffreddore
  • influenza
  • alcuni farmaci tra cui la pillola anticoncezionale
  • alcuni alimenti soprattutto quelli piccanti possono causare tale condizione
  • fumo, deodoranti, profumi, detersivi o altre sostanze irritanti
  • l’aria troppo secca o troppo fredda
  • sinusite

Catarro retronasale rimedi naturali

I rimedi naturali hanno lo scopo di fluidificare il muco agendo sulla causa sottostante. Pertanto ecco qui di seguito qualche piccolo espediente davvero efficace che potrebbe risolvere il problema:

Soluzione saline: è possibile acquistare delle comode  confezioni monodose, ma per chi ama il fai da te ecco una soluzione davvero efficace: In un quarto di acqua miscelare un cucchiaino di sale e uno di soda. Spruzzare questa soluzione in ogni narice avendo l’accortezza di piegare indietro il capo.

Anche l’aromaterapia viene in aiuto, basta introdurre all’acqua di un deumidificatore qualche goccia essenziale di eucalipto, melaleuca, oppure menta piperita. Per un buon riposo notturno invece optare per l’olio di lavanda. E’ possibile altresì provare a rialzare i cuscini per un migliore riposo notturno visto e considerato che l’accumulo di muco si posiziona in gola.

In caso di allergia i modi per ridurre la sintomatologia descritta in precedenza, sono i seguenti:

  • rivestire sia i cuscini che i materassi con apposite coperture antipolvere
  • utilizzare dei filtri speciali in casa per l’aria
  • lavare spesso con acqua calda lenzuola, coprimaterassi e federe
  • passare regolarmente l’aspirapolvere

Per quanto riguarda la fitoterapia, l’Eufrasia può rivelarsi un rimedio alquanto efficace, poichè è in grado di asciugare le secrezioni nasali. Per ottenere il massimo beneficio si può preparare un infuso con questa erba oppure si possono assumere delle capsule, 2 da 200 mg per tre volte al giorno.

Scolo retronasale farmaci da utilizzare

Il trattamento dipende dalla causa sottostante come è stato più volte menzionato. Se lo scolo retronasale è piuttosto fastidioso in questo caso si può trattare tale condizione con dei farmaci. Le infezioni batteriche ad esempio, vengono generalmente trattate con la somministrazione di un antibiotico, mentre in caso di infezioni virali o sinusite, il medico usualmente prescrive degli antistaminici o decongestionanti spray come il Dimysta.

Possono altresì risultare efficaci questi medicinali in concomitanza con altri farmaci steroidi in caso di scolo retronasale causato da allergie.

Prima di trattare lo scolo retronasale è fondamentale rivolgersi al proprio medico, poichè come per tutti i trattamenti farmacologici, anche qui gli effetti collaterali che si possono manifestare possono essere diversi, alcuni anche molto gravi.

Lascia un commento