Cannabis, un unico rimedio naturale per combattere 5 disturbi comuni

La cannabis è una delle più antiche piante medicinali dalle innumerevoli proprietà terapeutiche. Prima che la ricerca scientifica ne dimostrasse gli effetti benefici sull’organismo, i popoli dei secoli scorsi la utilizzavano  e conoscevano già i benefici della Cannabis, soprattutto come rimedio al dolore di vario genere e intensità o per i suoi effetti sedativi.

In questo articolo troverai al fondo anche un piccolo catalogo di prodotti a base di Canapa.

Quali sono i disturbi più comuni che la cannabis può alleviare?

Il mal di testa è uno dei fastidi tra i più diffusi che la marijuana può facilmente sconfiggere. Si presenta in forme diverse, come emicrania, cefalea, cefalea a grappolo, e può essere accompagnato da altri sintomi, ad esempio nausea e vomito.

In Italia, ben il 12% della popolazione, soprattutto donne, soffre di emicranie frequenti , un disturbo che debilita e influisce negativamente sulla vita sociale. I farmaci tradizionali (e di derivazione chimica!) possono talvolta aiutare, ma è stato dimostrato che nel 30% dei casi non sono efficaci, senza contare che spesso causano altri problemi a livello gastrointestinale.

Numerose ricerche hanno invece provato che i principi attivi della cannabis hanno importanti effetti antinfiammatori naturali, ma non solo: essi sono in grado anche di agire sui recettori cerebrali interagendo con il sistema nervoso centrale e i vasi sanguigni, alleviando o curando il mal di testa, ma anche facendone diminuire gli episodi.

Come detto, la cannabis è usata come terapia del dolore fin dai tempi antichi. E’ particolarmente utile ad esempio contro il mal di schiena, grazie all’effetto analgesico e antinfiammatorio dei cannabinoidi che agiscono sull’apparato muscolo-scheletrico. Recenti studi hanno appurato la loro efficacia anche nel trattamento dell’artrite reumatoide: è certo che la cannabis lenisce il dolore e l’infiammazione.benefici della cannabis

Benefici della Cannabis, scoprili tutti

Un altro disturbo comune che la cannabis può contrastare è l’asma, una ostruzione delle vie aeree inferiori che si gonfiano e si stringono causando tosse e difficoltà respiratoria. La cannabis, agendo da broncodilatatore, favorisce il flusso d’aria contrastandone i sintomi.

Le prime ricerche effettuate sulle proprietà terapeutiche della cannabis contro l’asma risalgono agli anni ’70. Oggi numerosi ricercatori si stanno occupando di mettere a punto un farmaco da assumere per vie orali o da vaporizzare.

E’ di recente pubblicazione un altro studio effettuato dalla University Medical Center di Utrecht in Olanda, che spiega come la marijuana sia utile nel trattamento della depressione, dell’ansia e di altri disturbi dell’umore. Il THC, principio attivo della cannabis, può infatti modificare la risposta del cervello agli stimoli negativi e alle paure, tanto che i ricercatori olandesi sostengono di poter promuovere l’uso della cannabis nella cura di questi disturbi.

Infine, secondo una ricerca effettuata presso la Mayo Clinic (USA) la cannabis potrebbe avere effetti benefici sulla sindrome del colon irritabile. Anche questo è un disturbo molto comune determinato da varie cause, come l’alimentazione, lo stress, alcuni fattori ambientali o la predisposizione genetica. Secondo questo studio, il THC favorisce il rilassamento del colon alleviando i tipici sintomi della colite, come il gonfiore e il dolore addominale.

Prodotti a Base di Canapa di qualità

Burger vegetariano/vegano alla canapa sativa Bio, 200 g

Burger vegetariano/vegano alla canapa sativa, bio, 200 g

Olio di semi di canapa Bio, 250 ml
Olio di semi di canapa, bio, 250 ml

 

Farina di semi di canapa Bio, 500 g

Farina di semi di canapa, bio, 500 g

3 Comments

  1. Katia
  2. Adele

Lascia un commento