Brufoli sulla schiena: rimedi per combatterli e eliminarli

I brufoli sulla schiena molto spesso causano imbarazzo soprattutto se vogliamo indossare qualche vestito un po’ scollato. Si tratta di un inestetismo che colpisce non soltanto il viso come alcuni erroneamente credono, ma può interessare molte altre parti del corpo come la schiena e il torace. 

Generalmente i brufoli  si manifestano nei ragazzi in età adolescenziale o nei giovani adulti, con l’avanzare dell’età il problema tende a diminuire perchè gli ormoni si stabilizzano e di conseguenza si produce meno sebo e la pelle d’altro canto è meno predisposta alle infiammazioni.

Quali sono le cause?

Diverse sono le cause: un’alimentazione scorretta, una scarsa igiene, assunzione di farmaci, squilibri ormonali, pelle particolarmente grassa. Come è stato anticipato precedentemente i brufoli fanno la loro comparsa in età adolescenziale quando gli ormoni androgeni sono particolarmente attivi e dunque, stimolano le ghiandole sebacee a produrre molto più sebo.

Quando il sebo prodotto dalla pelle non riesce a fuoriuscire a causa della polvere o dei batteri che ne ostruiscono il passaggio, ecco che compare il brufolo.

Ma non tutti sanno che la pelle della schiena è diversa da quella del viso. Ebbene si, essa si rivela più robusta e più spessa. Inoltre sulla schiena le ghiandole sebacee tendono ad essere molto più grandi, per cui tutto questo potrebbe favorire l’insorgenza di lesioni molto estese, provocando nel soggetto un forte imbarazzo.

Allo stesso tempo, anche le condizioni ambientali risultano diverse, perchè il viso è sempre scoperto, mentre la schiena è coperta durante la maggior parte del tempo, quindi respira meno e di conseguenza è molto più facile che si crei un ambiente caldo umido a causa della sudorazione, soprattutto nei mesi estivi favorendo l’insorgenza di brufoli e di punti neri.

Tuttavia ci sono anche altri fattori che contribuiscono alla comparsa di tale disturbo, ovvero: docce frequenti con detergenti molto aggressivi, sfregamento di abiti sulla pelle o delle spalline dei reggiseni, esposizione al sole. E’ cosa risaputa che prendere troppo sole irrita la pelle. All’apparenza la pelle grassa in “estate” tende ad asciugarsi, ma a lungo termine provoca un ispessimento, peggiorando la situazione.

Come prevenirli?

La prima cosa che occorre fare è tenere ben pulita la pelle, facendosi spesso la doccia soprattutto dopo aver sudato molto. Ma è bene stare attenti all’utilizzo dei detergenti. A tal proposito occorre prediligere detergenti a ph lievemente acido in modo tale che si possa mantenere la fisiologica acidità dell’epidermide.

Inoltre è fondamentale utilizzare indumenti in cotone e non sintetici. Così facendo la cute respirerà e non si creeranno delle occlusioni. Stessa cosa vale per gli abiti aderenti. E’ meglio non indossarli.

Un altro accorgimento da prendere in considerazione è quello di seguire una dieta sana e naturale povera di grassi. A tal proposito è consigliabile prediligere frutta e verdura di stagione, cereali integrali e pesce preferibilmente quello azzurro. Anche l’acqua ha la sua importanza. Bere almeno 12 bicchieri al giorno. Evitare tutti gli alimenti grassi e con condimenti pesanti. Limitare l’assunzione di té e caffé.

Un’altra cosa da non fare assolutamente è quella di schiacciare i brufoli. Questa pratica è altamente sconsigliata, perchè, invece di migliorare la situazione, tenderà a peggiorare in quanto i batteri potrebbero causare l’insorgenza di altri brufoli.

–>> Non perdere le nostre maschere fai da te per Brufoli sottopelle



Rimedi per eliminarli

Si possono prendere in considerazione moltissimi rimedi naturali, ma è bene sottolineare che se il problema persiste è meglio rivolgersi ad un dermatologo il quale imposterà una terapia adeguata.

eliminare i brufoli sulla schiena

eliminare i brufoli sulla schiena

Detto questo vediamo i rimedi naturali per combattere i brufoli sulla schiena:

  • Bagno in acqua salata: almeno 1 volta alla settimana fare un bagno in acqua salata aggiungendo mezzo chilo di sale grosso nella vasca. Restare immersi per ben 20 minuti dopodichè asciugarsi con un asciugamano di cotone, avendo l’accortezza di tamponare la pelle in maniera delicata.
  • Così come per il viso, anche la schiena ha bisogno di un’esfoliazione. Ecco qui di seguito un buon scrub fai da te: in una ciotola mettere un po’ di acqua e versare due cucchiai di avena e due di zucchero. Miscelare gli ingredienti tra di loro e applicare il composto sulla schiena, facendo massaggi delicati e circolari.
    Lasciarlo agire per almeno 5 minuti dopodiché procedere con il risciacquo. Grazie ai principi attivi dell’avena, l’infiammazione tenderà a diminuire, mentre lo zucchero eliminerà le cellule morte.
  • Dopo l’esfoliazione, un buon rimedio è rappresentato dall’aloe vera, in quanto ha proprietà antisettiche, antibatteriche, infiammatorie, astringenti e cicatrizzanti. Può essere utilizzato anche in estate.

Lascia un commento