Amenorrea rimedi naturali efficaci

L’amenorrea è un disturbo femminile molto frequente nelle donne. Si tratta dell’assenza delle mestruazioni, un’assenza che si manifesta in modo saltuario o permanente.

amenorrea rimedi

Le cause dell’alterazione del ciclo mestruale possono riguardare il tipo di alimentazione seguita, periodi di stress, traumi emotivi, viaggi frequenti, la sospensione della pillola anticoncezionale, il dimagrimento improvviso.

La conseguenza di questi fattori è che l’organismo non risulta in equilibrio corretto, e per riequilibrarlo sono previste cure con assunzione di farmaci, tra cui la pillola che regolarizza il ciclo, ma, oltre a essi, è pensabile curarsi con metodi naturali come la fitoterapia, l’omeopatia e gli oligoelementi.

La fitoterapia, ad esempio, scienza antica risalente a Ippocrate (medico greco vissuto prima di Cristo), è considerata attualmente una disciplina basata su metodologie scientifiche che hanno permesso di isolare i principali componenti chimici delle piante, studiandone effetti, meccanismi di azione, dosi terapeutiche ed eventuali effetti tossici.

In effetti, si parla di fitomedicina, riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e definita dalla stessa come il prodotto finito, provvisto di etichetta che riporti le disposizioni vigenti nella CEE e che contenga principi attivi ricavati dalle piante anche in associazione tra di loro.

amenorrea definizione

Non è tutto. Presso il Ministero della Sanità è registrata l’A.I.F.F. (Associazione Italiana Fitoterapia e Fitofarmacologia), che ha fini di studio, promozione e diffusione di metodiche terapeutiche per prevenire e\o ristabilire la salute dell’uomo attraverso l’utilizzo e la conoscenze delle piante officinali.

Amenorrea rimedi naturali

La scelta delle piante come rimedi naturali riporta quindi il discorso sull’argomento amenorrea, dal momento che il dottor Attilio Speciani, direttore di Eurosalus, integra, sul portale che dirige, medicina naturale e tradizionale, facendo emergere come fondamentale risulti essere il corretto ripristino dei minerali. Quindi l’uso di preparati quali manganese-rame-zinco, che possono accompagnare l’impiego di alcuni fitoestrogeni (molecole prodotte dal mondo vegetale che si legano al recettore degli estrogeni, gli ormoni sessuali femminili, imitandone o modulandone l’azione).

Fonti alimentari di fitoestrogeni sono la soia, i cereali, le noci, i legumi, usati nell’alimentazione quotidiana, dove, pure la salvia officinalis, quella da cucina, si scopre essere una tra le piante più ricche di ormoni naturali.

Inoltre, tra le sostanze che contribuiscono a normalizzare il quadro ormonale compaiono le vitamine E e B6.

In effetti, il controllo dell’alimentazione  è basilare, in quanto infiammazione da cibo ed equilibrio ormonale vanno di pari passo (nel caso dell’amenorrea poi bisogna controllare i picchi di insulina a capo di tutti gli ormoni).

Una dieta a base di cereali integrali, frutta, verdura cruda, legumi freschi, oltre al controllo del sale e dei formaggi, e l’eliminazione degli alcolici, diventano un toccasana per mantenere in equilibrio la produzione di insulina, accompagnati anche da un’attività fisica adeguata (una camminata a passo sostenuto o una nuotata in piscina).

Simona Cocola

One Response

  1. Dalín

Lascia un commento