Ristoranti vegani e vegetariani all’estero: Parigi, Lisbona, Vienna, Budapest, Madrid

Sei vegano o vegetariano, ti piace viaggiare ma quando vai all’estero non sai mai dove mangiare? In questo articolo scoprirai i migliori ristoranti vegani nelle principali capitali europee.

Ristoranti vegani a Parigi

Siamo partiti da Dublino, abbiamo proseguito per Vienna e ora il nostro viaggio all’interno dei ristoranti vegan d’Europa torna verso occidente. Oggi vi portiamo in un luogo magico, vicino alla nostra amata Italia. Dove siamo? È la Capitale del formaggio e della bistecca. È Parigi.

Siete sorpresi? Ce lo aspettavamo ma non preoccupatevi, sapremo come togliervi i dubbi. La Francia non è proprio conosciuta come la migliore amica dei vegani e fino a qui ce ne eravamo accorti, vero? Ma perché rinunciare a visitare una città tanto incantata quanto difficile? E state certi che non è necessario modificare il vostro stile di vita per godere delle sue meraviglie.

Basta avere un po’ d’occhio e fare qualche ricerca, scoprirete piccoli e grandi locali che vi permetteranno di assaggiare squisite prelibatezze, esclusivamente vegan, soprattutto in provincia. Noi siamo qui per facilitarvi il compito. Vi presentiamo, quindi, i migliori ristoranti dove mangiare vegan a Parigi. Scopriamoli insieme!

Le location più famose dove mangiare vegan a Parigi

dove mangiare vegan a Parigi

Avete mai provato la baguette vegana?

Partiamo in grande con un nome che dice già tutto: Saveurs VégétHalles. Situato nella 41 Rue des Bourdonnais, si raggiunge facilmente dalla fermata della metropolitana Chatelet. Offre come specialità della casa un tofu croccante fritto e parecchi dolci. L’arredamento interno è in stile orientale e il cibo è ben presentato.

Per chi ha problemi di celiachia, il tutto è presente anche senza glutine. Sa decisamente come deliziare le vostre papille gustative, facendovi uscire soddisfatti e con la pancia piena. Ideale sia per un pranzo che per una cena, ma anche per una semplicissima merenda. A voi la scelta!

Ottimo per un fine settimana è il Le Potager du Marais. In questi due giorni particolari organizza simpatiche serate, è quindi l’ideale per mettere insieme cena e divertimento.

Le Potager du MaraisL’interno è piccolo, ma accogliente e offre un ambiente rustico che dona un’atmosfera affascinante, calda e molto rilassante. Si tratta del ristorante perfetto per chi non vuole rinunciare alla cucina tradizionale francese; in versione vegan sono presenti zuppe di verdura, torte, moussaka di patate, dolci e tanto altro. Vi darà il benvenuto uno staff cordiale che vi presenterà le portate.

Il locale è poi dotato di una pasticceria dove vengono servite torte di carote, di limone e di mirtilli. Ci si arriva dalla metro Rambuteau.

Addentrandoci nel cuore di Parigi, proprio vicino alla Cattedrale di Notre Dame, si nasconde una piccola grande location vegan-friendly: il Pousse-Pousse.

pousse-Pousse paris

Pousse-Pousse paris

Garantisce ai suoi ospiti portate crude e cotte con ingredienti che spaziano dai germogli alle alghe, fino alle erbe miste. Chi non vuole farsi mancare un po’ di carboidrati, può richiedere il pane biologico essiccato e stuzzicanti cracker. E per i più golosi? Ce ne è anche per voi, non abbiate paura! Torte al cioccolato caldo, panna cotta fatta con latte di riso, insalate di frutta fresca con crema e vari tipi di zuppe fredde e calde. Decisamente vegan e senza glutine! E se il caldo non vi fa respirare, potrete godere di un affascinante vista dai posti a sedere situati all’aperto.

Godetevi un favoloso rientro con le nostre ricette vegan!

Cibo e romanticismo di solito vanno a braccetto, in particolar modo nella città degli innamorati. Da St-Paul si arriva al Piccolo Teatro, un locale intimo dall’aspetto rassicurante. Come potete immaginare dal nominativo, si occupa di offrire cucina italiana e indonesiana. Sul menu troverete un mix di zuppe calde, insalate, curry, pasta e un ottimo vino rosso biologico. Sarà come sentirsi a casa!

Se preferite, invece, godervi le strepitose ed emozionanti strade parigine in tutta tranquillità, potrete prendere due piccioni con una fava e usufruire di un B&B interamente vegan. Avete capito bene, sì. Stiamo parlando del The Gentle Gourmet.

The Gentle GourmetLo trovate al 21 Rue Duret dove vi verrà fornita un’esperienza culinaria diversa dal solito. Comprende anche una scuola di cucina interna appena sopra al negozio circondata da un grazioso cortile. Servono un menu bistrot e piatti gourmet che si modificano a seconda della stagione. Si tratta di cibi biologici e tipicamente parigini, ma non solo. Le portate comprendono una cucina tradizionale ma anche contemporanea in una fusione di colori, profumi e sapori da ogni parte del mondo.

E adesso che conoscete i più nascosti ristoranti vegan Parigi, avete già preparato le valigie?

Ristoranti vegani a Lisbona

Lisbona, città dall’aspetto intrigante ma nemico giurato dei vegani. È lei la nostra tappa di oggi del nostro vegan-tour tra i migliori locali d’Europa. Ti sembra un controsenso?

Probabilmente lo è ma forse non sai che noi di Curarsi al Naturale non ci fermiamo di fronte alle difficoltà. Potremo consigliarti una piccola deviazione e puntare su un luogo molto più vegan-friendly, ma perché? Che soddisfazione ci sarebbe?

Lisbona è comunque una Capitale di un certo fascino che vale la pena approfondire. Non farti scoraggiare dal cibo e aguzza la vista perché anche se non pensi sia così, è possibile scovare interessanti ristoranti vegan Lisbona pronti a deliziare il tuo palato con sapori ricchi di pura estasi.

Sei pronto a viaggiare con noi? Dai che si parte!

Devi innanzi tutto sapere che la gastronomia della Capitale portoghese è caratterizzata in particolar modo da carne, pesce fresco e uova. È quindi pressapoco impossibile che tu possa gustarti la cucina tradizionale.

ristoranti vegan Lisbona

Tra buffet e servizio al tavolo sono diversi i modi dove mangiare vegan a Lisbona.

Uno dei rari ristoranti vegan in Portogallo è Hare Krishna. Questo è un locale particolare perché non ti permette di scegliere il cibo da mettere nello stomaco. Ad ogni persona presente al suo interno vengono servite le stesse portate di un menu che varia ogni giorno. Certo, in caso di allergie basta comunicare il tutto al personale di sala che provvederà a modificare le pietanze per permettervi di godervi un pranzo senza intoppi.

È adatto in qualsiasi periodo dell’anno. In inverno potrai godere del tuo pasto in una delle tre splendide e accoglienti sale, mentre durante la calura estiva potrai rinfrescarti o sentire il calore sulla tua pelle nel tranquillo giardino all’esterno.

Lo staff è cordiale e saprà accoglierti con una vasta scelta di colori e profumi tale che ti sarà difficile voler uscire da lì. Anche se non puoi decidere tu cosa mangiare, sappi che non te ne pentirai. Verrai servito immediatamente con una tazza calda di tè, della zuppa e un dessert in grado di stuzzicarti l’appetito. Poi è la volta di un pasto composto da almeno cinque portate ricche di proteine e di verdure sistemate con cura in un piatto di metallo. Se preferisci aggiungere qualche tipo di extra, puoi farlo senza problemi perché questi non ti saranno conteggiati nel conto. Interessante, non credi?

L’unica pecca di questa economica e speciale struttura è la difficoltà nel trovarla al primo tentativo. Privo di una qualsiasi insegna, il ristorante è collocato all’interno di un edificio nella Rua Estefânia 91 R/C, primo piano a destra. Ricorda che è aperto solo per l’orario di pranzo e nei giorni feriali!

Se poco fa ti ho detto che non ti sarà possibile scoprire i sapori tradizionali della gastronomia portoghese, Terra potrebbe ribaltare la situazione. No, non è così semplice e non si tratta di veri e propri piatti tipici ma di una rielaborazione degli stessi. Qui, infatti, vengono servite a buffet delle simpatiche e deliziose versioni vegane di piatti tradizionali della cultura culinaria lisbonese. Ma non solo. Per chi desidera un menu variegato, può usufruire di ottime pietanze derivanti dall’universo indiano e mediterraneo, tutte a base di sani ingredienti biologici.

È un ottimo locale situato in una delle zone più suggestive e affascinanti di Lisbona: Bairro Alto. Dentro una fantastica atmosfera medievale, potrai stupirti di fronte alle tipiche piastrelle dipinte a mano e goderti una splendida vista dalla terrazza.

Non mancare di assaggiare di assaggiare i tradizionali vini portoghesi organici ed estasiarti con dell’ottimo gelato fatto in casa, rigorosamente vegan. Ma dove si trova questa meraviglia? In Rua da Palmeira 15, aperto sia per pranzo che per cena, ma chiuso durante il fine settimana e nei giorni festivi.

L’ultimo ma non da meno è il Bem-Me-Quer che in italiano si traduce con Non-Ti-Scordar-Di-Me. Sì, proprio come il fiore. È un ristorante alquanto particolare che consente ai suoi ospiti di cenare in un’atmosfera divertente ma anche magica e fiabesca. Propone al modico prezzo di 40,00 euro e una prenotazione anticipata una fantastica avventura dove potrai mangiare completamente al buio. È l’ideale per una serata un po’ diversa da trascorrere con la tua compagna per un momento romantico o con i tuoi amici per sorridere in compagnia di fronte a un pasto originale. Lo trovi in Av. Almirante Reis 152 e puoi arrivarci facilmente con la metro Arroios. È aperto tutti i giorni esclusa la domenica.

Vacanze in Austria? Sai dove mangiare vegan a Vienna?

Eccoci arrivati alla nuova tappa del nostro tour vegano nelle Capitali d’Europa. Dopo Dublino Oggi tocca a Vienna essere rastrellata da cima a fondo alla scoperta dei migliori ristoranti vegan austriaci. Avete lasciato le valigie in albergo? Vi siete riposati? Bene, si parte!

Iniziamo con il dire che Vienna accoglie molto bene il veganismo. Molti locali mettono a disposizione, oltre ai loro piatti tipici, anche una vasta scelta di cibo vegan per accontentare il palato di tutti. Esistono, però, soluzioni più adatte per chi non vuole avere limitazioni.

dove mangiare vegan a Vienna

dove mangiare vegan a Vienna

Da qualche anno a questa parte sono spuntati nella città austriaca alcuni ristoranti vegan interessanti. Queste particolari strutture si sono specializzate in questo tipo di cucina e vi permetteranno di riempirvi lo stomaco con prelibatezze di ogni sorta, senza rinunciare al vostro stile di vita.

La particolarità di questi posti è però un’altra: Vienna tiene molto alle sue radici, alle sue tradizioni, anche di quelle culinarie. Anche i suoi abitanti. Ed è così che nei piatti potrete ritrovarvi ingredienti tipicamente regionali e biologici, tutto rigorosamente vegan. Sono luoghi magici, dove la tradizione si sposa con il veganismo in un’unione perfetta di gusti e sapori che vi porteranno alla pura estasi.

Ristoranti vegan a Vienna, ecco dove mangiare

ristoranti vegan Vienna

Una delle tante deliziose portate vegan che si trovano a Vienna.

Quando si parla di ristoranti vegan e di dove mangiare vegan a Vienna il primo nome che viene in mente è senza alcuna ombra di dubbio il Naturkost St. Josef. È considerato il pioniere della Capitale austriaca e tratta cucina vegan e biologica. Lo trovate nel cuore del quartiere creativo di Neubau, proprio accanto a un negozio di alimenti naturali. Per che cosa è famoso?

Naturkost St. Josef

Naturkost St. Josef

Beh, in una via così dedita alla creatività, anche lo staff non può essere da meno. Ed ecco che il pranzo si trasforma in un momento divertente con insalate dalla forma originale, zuppe e altre prelibatezze provenienti da un invidiabile buffet.

Dove mangiare vegan a Vienna? Ecco un po’ di idee

Spostandovi al quartiere 8, troverete un altro locale completamente di natura vegana: il Deli Bluem.

Deli Bluem

Anche in questo caso dovrete servirvi da soli con un servizio a buffet composto da gustosissimi piatti. Lenticchie e quinoa vi forniranno la fonte necessaria di proteine vegetali, ma un occhio di riguardo merita il menu della colazione vegana : per scaldarvi e cominciare la giornata pieni di vita troverete un’ampia gamma di brodi e congee, una zuppa asiatica di riso cotto in maniera lenta.

L’avete mai provata?

Se avete dei gusti un po’ più sofisticati potrete, invece, puntare su Tian. È noto per sfornare pasti in una forma molto raffinata ed elegante, senza mancare di donare sapori unici e inebrianti. Qui troverete portate create con ingredienti insoliti ma sani, offrendovi un’”esperienza di gusto” fuori dall’ordinario.

Proprio “Esperienza di gusto” è il motto di questo strano e originale ristorante che riflette il tema della natura anche nei suoi arredi. Il design è infatti costituito da lampadari in legno di betulla e muschio e da decorazioni che richiamano il verde. È un locale che si sviluppa su due piani con un bar interno che completa il tutto con una serie di vini e un servizio da asporto. Insomma, un ristorante che ha davvero tutto e in cui vale certamente la pena farci un salto.

E se desiderate provare un mix di cucine, potete entrare al Yamm!.

Appena si varca la soglia del locale si ci rende subito conto di essere entrati in un luogo dalle sfumature multiculturali. Qui vengono serviti a buffet piatti originari da ogni parte del mondo, in particolare del Mediterraneo asiatico. Grazie alle etichette saprete sempre che cosa state mangiando, avendo così una maggiore sicurezza.

Yamm! punta sull’alta qualità, sulla sostenibilità e sulla consapevolezza di uno stile di vita sano e sono proprio questi dettagli a renderlo una delle migliori strutture dove mangiare vegan a Vienna.

Vent’anni di esperienza fanno poi del Lebenbauer uno dei più rinomati ristoranti vegan Austria. Creatività e ampia scelta di piatti sono i punti di forza di questo antico, ma sempre all’avanguardia locale. Le deliziose pietanze saranno accompagnate da importanti vini, mentre l’ambiente elegante vi permetterà di usufruire di un pasto tranquillo e rilassante.

L’ultima opzione la trovate nel 15esimo distretto, un po’ più distante dal centro città, ma il suo cibo eccellente merita senz’altro una deviazione di percorso. I piatti sono ispirati alla cucina asiatica e mediterranea e sono serviti in uno spazio accogliente. E se il sole caldo dell’estate non vi lascia in pace, Hollerei mette a disposizione il suo suggestivo giardino ombreggiato dove potete godervi una cena serena e senza intoppi.

E voi avete altre opzioni da consigliarci? Siete stati in questi posti? Come vi siete trovati? Conoscete altri ristoranti dove mangiare vegan a Vienna? Condivideteli con noi!

Ristoranti vegani a Budapest

La nostra avventura alla ricerca dei più rinomati e frequentati ristoranti vegan d’Europa ci porta oggi nella suggestiva e romantica Budapest. Chi ci è già stato conosce benissimo i luoghi incantati che circondano la Capitale dell’Ungheria, basti nominare il meraviglioso Ponte delle Catene. Ma non siete qui per questo motivo, lo so. Quello che volete sapere è dove mangiare vegan a Budapest. Nessun problema, vi accontento subito! Zaino in spalla, pronti?

Ecco i più noti ristoranti dove mangiare vegan a Budapest

dove mangiare vegan a Budapest

Piatti tipici ungheresi in versione vegan.

Cominciamo con il dire che, per fortuna, la maggiore città ungherese offre moltissime opzioni di natura vegana. Uno dei locali più famosi è senza ombra di dubbio Hummus Bar, dove ogni piatto si basa, come prevedibile dal nome, sulla crema di ceci. Si tratta di una catena di ristoranti che troverete sparsi per tutta Budapest, ma il principale è situato in Via Alkotmány utca 20. Lo riconoscerete subito, perché è proprio accanto al notissimo pub irlandese Becketts. All’interno vengono serviti soltanto alimenti vegetariani, molti dei quali vegan friendly. Da provare il Phool, hummus con fagioli cosparso di una salsa di aglio piccante e un cucchiaio di olio di oliva. La caratteristica principale di questo accogliente ristorante è che il tutto può essere accompagnato dal laffa. Non sapete cosa sia? Niente di così strano, è semplicemente pane israeliano di densità un po’ gommosa.

La seconda location che mi sento di consigliarvi è Napfényes Restaurant. Che cosa ha di così speciale? Prima di tutto, cosa fondamentale, è completamente vegano. Nessuna traccia di latticini e uova. Ma quello che lo rende davvero importante è il fatto che il cibo è puramente biologico. In questo caso, qui non troverete piatti dall’aspetto strano, ma potrete gustare alimenti che nella vita quotidiana non non vi sarà possibile mangiare. Un esempio? Lecho, fritture, maionese e pizza.

Il menu del Napfényes è in continua evoluzione, sempre aggiornato con nuove stuzzicanti pietanze che vi indurranno in tentazione. Un consiglio spassionato? Lasciatevi andare e assaggiate, il vostro palato ne sarà davvero felice e anche voi! E per non farvi mancare niente, per un dopo pranzo/cena zuccheroso, una selezione di dolci attirerà la vostra attenzione. Che cosa ne dite, gli darete ascolto? Il locale si trova a Ròzsa utca 39.

Dopo un grande pasto, poi è l’ora di una bella passeggiata tra le splendide vie di Budapest. Strada dopo strada, arriva l’ora della merenda. Sentite già lo stomaco brontolare, vero? Se avete ancora sotto le narici l’invitante profumo dei dolci del locale precedente, non posso evitare di citarvi il Napfényes Confectionary. Sì, il nome è proprio lo stesso, ma questo luogo è pensato appositamente per il palato raffinato dei vegan golosi! Proprio quei vegani che spesso soffrono nel non poter mandare giù una fetta di torta perché la maggior parte delle pasticcerie vendono prodotti a base di latte e uova, beh è arrivato il momento della rivincita.

Questa speciale confetteria ha deciso di essere la soluzione a tale problema e propone qualsiasi tipo di prelibatezza che ogni vegano possa desiderare: una variegata scorta di torte e gelati a base vegetale! Lo trovate facilmente a Kiskorona utca 8, non fatevelo mancare nel vostro tour!

Per chi è innamorato di storia, a soli due minuti dalla Batthyany tér, esiste un bellissimo edificio storico dotato di un ottimo ristorante vegan. Qui è possibile cibarsi dei migliori piatti tipici ungheresi, ma anche gustare prelibati alimenti internazionali, completamente rivisitati a sfondo vegano. Inoltre, l’Eden Vegan ha un personale molto qualificato e preparato in grado di darvi ottimi consigli riguardo alla vostra alimentazione. Ma dove si trova questo fantastico paradiso vegano? In zona Iskola utca 31.

Anche questo giro nei meandri dell’Ungheria finisce qui, ma non preoccupatevi, torneremo presto con altri utili consigli! E se conoscete altri ristoranti che non abbiamo citato, non abbiate timore di dare il vostro prezioso contributo su dove mangiare vegan a Budapest!

Dove mangiare vegan a Madrid? Scopri le location più suggestive!

Dopo Lisbona, siamo quasi giunti alle tappe finali del nostro vegan-tour che si concluderà in una delle più suggestive, ma forse poco conosciute, città del nostro bel Pamangiare vegan a Madrid

Come probabilmente saprai, la cucina madrilena non è famoese. Oggi vi portiamo a Madrid, capitale della Spagna e dalla tipica cultura mediterranea.sa per il suo lato vegan-friendly. I suoi piatti tipici comprendono per la maggiore carne di maiale, di mucca e trippa. Questo non significa, però, che bisogna adattarsi e trascorrere il nostro soggiorno in Spagna assumendo solo riso. Non è il caso, non credi?

Noi di Curarsi al Naturale siamo qui per aiutarti a mettere ordine in questo intricato ma magico mondo del cibo. Questo è puro piacere ed è in grado, con i suoi sapori e odori, di mandarti in estasi. Perché rendere il momento del pranzo e della cena un fastidio? Prenditi qualche minuto e scopri insieme a noi dove mangiare vegan in Spagna.

Prima di nominarti e descriverti i migliori ristoranti vegan di Madrid, può certamente esserti utile sapere che nella capitale spagnola gli orari per mangiare sono un po’ diversi rispetto alla media. Qui non si pranza fino alle 14 e non si cena prima delle 22. Beh, sapevi che questa grande città fosse particolare, no? Ma sono proprio le sue caratteristiche che la rendono un luogo unico.

Un’altra curiosità interessante proviene dal tapas. Che cosa è? Si tratta di un’abitudine tutta madrilena che consente nel proporre, prima e dopo i pasti, assaggi accompagnati da vino e birra. Consigliamo nel modo più assoluto di provarla, è un ottimo modo per entrare nel vivo della nostra vacanza e conoscere a fondo la cultura culinaria del Paese!

Dove mangiare vegan a Madrid: i ristoranti amici dei vegani

dove mangiare vegan a Madrid

Per un vegan a Madrid è d’obbligo fare tappa al El Estragon.

La prima citazione la merita El Estragon, una location straordinaria che colpisce, oltre per le sue portate, per il suo meraviglioso spazio. È composto da un arredamento tradizionale spagnolo e di una bellissima terrazza dove potrai goderti una gradevole serata in compagnia di una piacevole aria frizzantina. Anche la sala da pranzo interna è accogliente e ben allestita, ideale per le giornate più fredde. Ma veniamo alla parte che ti interessa di più: il cibo.

Nonostante la tradizione spagnola ami le carni, non manca un tocco di nazionalismo anche nel mondo vegan madrileno con una versione rimaneggiata della paella. Potrai anche puntare su una vasta scelta di zuppe e insalate. La qualità è ottima e le porzioni sono abbondanti, di certo non potrai dire di essere uscito dal locale con lo stomaco ancora vuoto. Trovi questa meraviglia a Plaza de la Paja 10, in zona Latina.

Viva la Vida madrid

Nella stessa zona in Plaza de la Paja ma in Castanilla San Andrés 16, trovi Viva la Vida, un ottimo ristorante dove fermarti per il pranzo. È l’ideale in caso non si abbia il tempo e la voglia di godersi un pasto tranquillo e rilassato ai tavoli. Si caratterizza da un fantastico buffet che ti delizierà il palato con una vasta selezione di insalate, portate di riso, crepes vegan francesi e tortilla.

La nota dolente è il prezzo, i costi sono un po’ alti ma la qualità è senza dubbio elevata. Il nome che trovi nell’insegna non delude le tue aspettative. È un posto movimentato, vivace e luminoso. All’interno trovi anche un cocktail-bar e un piccolo giardino recintato dove puoi gustarti i tuoi piatti in tutta tranquillità.

Ristoranti vegan Madrid

Tortilla vegan per un pasto completo e delizioso.

Spostandoci nel cuore di Madrid, a pochi passi da Puerta del Sol in Calle de Bordadores 3, Yerbabuena è famoso per essere capace di offrirti piatti vegan presentati in modo particolarmente creativo. Questa originale location è adatta più che altro a un universo giovanile e allegro. Qui si respira un’atmosfera moderna che potrebbe non sembrarti accogliente quanto l’El Estragon, ma risulta altrettanto raffinato.

Offre un menu standard integrato con specialità della settimana: topinambur (tuberi simili alle patate) accompagnati da alghe, verdure ripiene, filetti di tofu con purè di zucca, involtini di melanzane al forno con spinaci e pomodorini secchi.

Sul lato opposto della strada, nel centro focale della zona più alla moda di Chueca, ecco l’Abonavida, ottimo punto d’incontro per il pranzo. Collocato a Calle Navas de Tolosa 3, ti offre piatti 100 per 100 biologici e vegan.

Hai visto che è possibile mangiare anche nella capitale spagnola? Conosci altri ristoranti? Aiutaci ad arricchire le nostre conoscenze e dai il tuo contributo su dove mangiare vegan a Madrid!

Dove possono mangiare i vegan a Dublino? Ecco alcuni consigli su dove mangiare vegano a Dublino.

Vegani e vegetariani in vacanza a Dublino. Che trauma! Eh sì, alzi la mano quanti spendono più tempo nella ricerca di un posto dove mangiare all’estero invece di visitare le bellezze locali.

E la vacanza si trasforma in un vero e proprio incubo, tanto che sospiri sconsolato con la voglia di rientrare nel tuo amato cantuccio sicuro. Scommetto che ti ci rispecchi in pieno, vero?

Proprio per questo motivo noi di Curarsi al Naturale abbiamo pensato a una serie di articoli che ti permettono di avere una chiara visione dei migliori ristoranti vegani all’estero e darti l’opportunità di vivere il tuo soggiorno con più serenità. Sei pronto a scoprirli con noi?

Dove mangiare vegano a Dublino

 

La prima tappa del nostro tour è niente di meno che Dublino. Città dal territorio magico che offre innumerevoli spunti turistici, anche per i vegani.

Sicuramente attraverso siti come TripAdvisor potete trovare ristoranti di tutti i tipi a Dublino ma noi, come sempre, cercheremo di darvi qualcosa di diverso.

Ristoranti vegan a Dublino, scopri quali sono!

Cornucopia Dublino vegan

Cornucopia Dublino vegan

In questo nostro viaggio nella città irlandese non possiamo evitare di menzionare Cornucopia, probabilmente uno dei migliori. Sin dal 1986 è uno dei capisaldi di Wicklow Street.

Economico e con alimenti di ottima qualità, è doveroso farci un salto se volete deliziare le vostre papille gustative senza rinunciare al vostro stile di vita. Ottimo da provare la sera dopo una lunga giornata trascorsa a godere delle strepitose vie della Capitale d’Irlanda.

Poco lontano, precisamente in Drury Street, sorge Blazing Salads. Qui avrete l’opportunità di fare un’esperienza un po’ diversa. Come è facilmente intuibile dal nome del locale, vengono servite in prevalenza ogni genere di insalate fredde. O meglio, vi servite da soli. Sì, perché il servizio è a buffet, comodo e relativamente veloce.

mangiare vegan a Dublino ristoranti

mangiare vegan a Dublino ristoranti

Potrete sbizzarrirvi e provare insalate di lenticchie, di ceci, di patate e accompagnarli con ogni varietà di condimento vegetariano. Non solo. Per i più golosi, dietro il bancone è esposta un’ampia scelta di hamburger e dolci.

Unica pecca? I prezzi sono un po’ elevati, ma vale la pena spenderli perché in cambio avrete un pasto ricco e fantastico e un personale di alto livello.

 

jo burger Dublino

jo burger Dublino

E per chi, semplicemente, desidera soltanto un hambuger da mangiare in strada? Per questo c’è Jo Burger. Il servizio è piuttosto rapido: si entra, si scelgono i gusti preferiti e si decide se gustarsi il break in una delle comode sedute o portare via. La specialità di questo tipico locale vegan è il burger di ceci condito da salsa verde. Assolutamente consigliato!

Qui trovi la ricetta dell’Hamburger vegano fatto in casa da preparare con le tue mani in modo semplice.

Durante il giorno, invece, se il vostro albergo non ha a disposizione cibi adatti a voi, potete optare per una fermata da Govindas. Stir Crazy NoodlesAdatto particolarmente per il pranzo, verrete serviti direttamente al bancone. Qui potrete richiedere una normale porzione o un piatto più abbondante a seconda del vostro appetito. Uno staff cordiale e di gran cortesia condisce deliziose pietanze, rigorosamente della cucina vegana e vegetariana, cucinate secondo la tradizione indiana da gustare accompagnati da un ottimo sottofondo musicale. Troverete, infatti, un’atmosfera rilassante che non deluderà le vostre aspettative.

Tra i migliori ristoranti vegan Dublino non possiamo dimenticare Stir Crazy Noodles. Si trova in Dame Street ed è uno dei colossi per quanto riguarda la cucina asiatica vegana.

L’ordinazione è rapida: scegliete ciò che desiderate come piatto principale e avrete deliziose verdure di accompagnamento gratis. Se volete, potete aggiungere extra come tofu, arachidi tostate o granturco dolce, oppure ancora puntare sulle salse: peperoncino dolce, pad thai e fagioli neri sono nell’elenco. A voi quale piace di più?

Altre informazioni utili per mangiare vegan a Dublino le trovate su VeganHome.

Ed ecco che siamo arrivati alla fine del nostro viaggio culinario per le strade di Dublino. Voi ne conoscete altri? Condivideteli con noi!

Ristoranti vegani a Berna

Il nostro viaggio tra le prelibatezze vegane comincia a entrare nel vivo. Siamo partiti da Dublino, siamo passati per Praga e proseguiamo fino a fermarci nelle lande svizzere, precisamente a Berna. È una delle “Capitali” europee più interessanti. Le virgolette sono d’obbligo perché, come saprete, la Costituzione svizzera non ne nomina una. Questa è una delle tante curiosità di questo strano, ma meraviglioso Paese. In realtà Berna è comunque il fulcro centrale dell’intera nazione: è qui che trovano posto le maggiori sedi istituzionali.

Ma non siamo qui per parlare della storia di Berna e delle sue attrazioni turistiche, vero? Su questo vi siete già documentati prima di prendere la decisione di salire sul nostro treno, non è così? Bene, allora tocca a noi fare il nostro lavoro e aiutarvi a comprendere come un vegano può sopravvivere tra le strade svizzere.

Ristoranti vegan Berna, ecco dove mangiare vegan in Svizzera

ristoranti vegan Svizzera

In Svizzera puoi trovare ristoranti vegan dove assaporare gustosi piatti tipici.

La cucina tradizionale non è molto amica dell’universo vegan, ma per puro caso proprio in Svizzera è nato il primo ristorante vegano d’Europa Hiltl. Da una sua costola nasce Tibits, forse il locale più noto. È famoso per i suoi piatti freschi e di buona qualità. Qui potrete decidere di sedervi e gustarvi ottimi pasti con tranquillità o portare via e godervi il calore del sole in strada.

Il servizio è a buffet, comodo e veloce e comprende colazione e pranzo. Il primo è composto da una scelta di pane, cornetti, dolci, cereali, yogurt e frutta. Il secondo, invece, è costituito da più di una trentina di insalate, zuppe, piatti caldi, dolci e snack.

E da bere? Tra tisane depurative, caffè biologici e succhi freschi la scelta è varia! Ogni cibo è chiaramente etichettato per darvi modo di sapere come è stato realizzato e che cosa state mangiando. I costi dipendono dal peso: più è alto il volume del vostro piatto e più il prezzo aumenta.

Questo fantastico locale usa molti prodotti di stagione, ma la sua altissima qualità si fa pagare. Non si tratta di una scelta economica, chi decide di entrare da Tibits lo fa per gli aromi che si sentono sin da fuori e per gli ottimi sapori. Sarà in grado di deliziare il vostro palato con pietanze dall’aspetto gradevole e un gusto delizioso. Si consiglia caldamente di chiudere gli occhi a ogni sapore per assaporare fino in fondo il piacere del pasto.

Aperto tutti i giorni, è inoltre un ristorante facile da individuare. Si trova proprio sulla Bahnhofplatz, appena sopra la stazione ferroviaria.

Non esiste solo Tibits, però. Per chi preferisce risparmiare qualcosa, sulla Bubenberglantz 10 Hier und Jetzt serve cibo vegano con un variegato menù di zuppe, pasta vegan e insalate. Se lo desiderate, potete usufruire del servizio take-away. È il luogo ideale dove fermarsi per un rapido pranzo.

Per chi, invece, non vuole rinunciare alla cucina orientale, Berna offre una ricca selezione di ristoranti indiani, come il Maharaja Palace in Effingerstrasse 51, o il Mahamaya a Länggassstrasse 43. Non mancano le opzioni tailandesi dislocate tra le varie frazioni della Capitale.

Ed eccoci alla fine anche di questa straordinaria avventura. Dove ci porterà la prossima fermata? E voi siete già stati a Berna? Conoscete altri ristoranti vegan che non abbiamo menzionato? Come vi siete trovati? Non siate timidi, aspettiamo i vostri commenti!

Lascia un commento