Valeriana Officinalis: rimedi contro ansia e insonnia

Valeriana Officinalis

La Valeriana Officinalis è una pianta officinale conosciuta volgarmente con il solo nome di Valeriana ed utilizzata da secoli per la cura di alcuni disturbi del corpo e della mente, come ansia e insonnia.

Parte della famiglia delle ‘valerianaceae’, è ricca di proprietà e principi attivi noti per la loro efficacia.

A questo gruppo appartengono circa 150 specie, ma la più nota e diffusa è proprio la Valeriana Officinalis, che è possibile ritrovare in Nord America, nelle zone a clima tropicale e in Europa, dove cresce spontaneamente soprattutto nelle regioni più umide e boscose.

La parte maggiormente utilizzate della Valeriana è il rizoma ed eventualmente anche le radici attaccate ad esso: queste componenti sono facilmente reperibili in commercio e risultano particolarmente apprezzate da chi ne conosce le caratteristiche ed il corretto uso.

Valeriana Officinalis

Valeriana Officinalis è un potente rimedio naturale contro ansia, insonnia e stress

Principi attivi della valeriana

Il nome della pianta ha un significato davvero importante: la parola ha origini antiche e viene dal latino ‘valere’, quindi ‘essere vigorosi, sani, stare bene’. Tutto ciò fa riferimento agli effetti benefici relativi al suo uso, conosciuti bene anche nel passato.

L’estratto della pianta ricavato dal rizoma contiene all’incirca l’1% di olio essenziale che ha le proprietà di un blando sedativo.

Gli studi effettuati sui principi attivi in essa presenti non sono mai riusciti ad individuare il componente fondamentale che agisce come calmante: sembrerebbe, quindi, che non abbiano efficacia se utilizzati in maniera isolata, ma solo se combinati tra loro: unendoli gli effetti calmanti e rilassanti per cui la pianta è nota risultano rafforzati.

Sia le radici che i rizomi di Valeriana vengono essiccati per essere utilizzati, acquisendo un gradevole aroma per niente amaro. E’ possibile, però, confonderli per aspetto e sapore con quelli di altre piante simili, come il Vincitossico o il Veratro, che risultano tossiche o addirittura letali.

Per ricavare l’estratto di Valeriana si utilizzano alcuni solventi; il prodotto ottenuto è ricco di valepotriati, degli eterositi ancora poco conosciuti e studiati, ed alcaloidi di tre diversi tipi: la valeriana, catenina e valerianica.

Le sostanze contenute nell’estratto che si ricava dalla Valeriana Officinalis riescono ad interagire con il sistema nervoso umano, esattamente come i vari medicinali formulati per lo stesso scopo. I principi attivi influenzano il sistema nervoso autonomo, il quale si occupa di regolare lo stato di eccitazione e calma ed automaticamente riesce ad influenzare il sonno e la sua quantità.

Il funzionamento delle proprietà della Valeriana Officinalis, nel momento in cui le sostanze entrano in contatto con l’organismo, è abbastanza complesso. Contemporaneamente si riesce a rallentare il processo degradativo dei Gamma aminobutyric acidi, anche conosciuti con l’acronimo GABA, i quali sono presenti comunemente nell’organismo e a sedare i ricettori del sistema nervoso. Queste due azioni riescono a allentare lo stato di tensione e stress, rilassando il corpo e favorendo il sonno.

Valeriana contro ansia e stress

Il lavoro, lo studio e gli ostacoli che normalmente si incontrano durante la propria giornata, possono creare stati d’ansia e paura. Ciò causa diverse reazione che dalla sfera psicologica si riflettono su quella fisica: palpitazioni, iper-sudorazione, irrequietezza, mancanza di appetito e difficoltà nel mantenere la concentrazione.

A questo proposito la Valeriana è un ottimo rimedio per favorire il rilassamento del corpo e della mente, senza intaccare lo stato di allerta e i riflessi.

insonnia rimediNegli ultimi decenni, invece, si è soggetti sempre più ad una malattia ad ampia diffusione: lo stress.

E’ un male che caratterizza la società moderna, essendo la vita di oggi molto più frenetica che in passato.

L’assunzione di Valeriana in un corpo sano, gravato solo dagli effetti che l’agitazione ha sul sistema nervoso, porta ad un immediato senso di calma, migliorando la qualità della vita e l’efficienza dell’organismo. Anche il rapporto con le altre persone cambierà in maniera decisiva: si sarà meno irritabili e più propensi all’ascolto ed al divertimento

Ansia e stress provocano squilibri e tremori che possono manifestarsi sia nel periodo diurno che notturno: ciò si traduce in disturbi del sonno che portano ad una progressiva perdita di energie e buonumore.

L’utilizzo di farmaci può risolvere in parte il problema, ponendo però diverse controindicazioni.

L’uso di rimedi naturali per dormire meglio e contro l’ansia, in questo caso, favorisce il riequilibrio dell’organismo e il ritorno ad una vita normale, senza causare danni permanenti e avendo cura del proprio corpo. La Valeriana può essere definita come una pianta dalle proprietà sedative, e per questo rilassa i muscoli e crea sonnolenza.

Le proprietà della Valeriana Officinalis sono le stesse che compongono i tranquillanti più conosciuti. La pianta è quindi prescritta nei casi di insonnia come sonnifero naturale, esaurimento nervoso e depressione, stress, ansia e per alleviare alcuni dolori.

Utilizzi della valeriana

Il potere calmante la rende un ottimo rimedio per favorire il sonno. In questo caso i metodi più utilizzati per l’assunzione sono gli infusi di rizoma o, ancor meglio, un bagno rilassante con il decotto prima di andare a dormire.

Tisana alla valeriana

Creare un infuso è un rimedio semplice e veloce, gradevole per gusto e facilmente somministrabile.

Bisogna versare una tazza d’acqua fredda su due cucchiaini di radice tritata. Si deve lasciar riposare circa 8 ore in modo che il liquido assorba le proprietà della pianta.

A questo punto si può riscaldare e berla la sera. Nel caso in cui si abbia bisogno se ne può assumere una anche durante il giorno.

Tintura di valeriana

La tintura si può facilmente acquistare in farmacia o erboristeria ed è conservata in bottigliette di vetro per poterne preservare le proprietà. Se ne può assumere un cucchiaino in un pò d’acqua durante il giorno e in serata, senza eccedere nelle dosi. E’ facile e comoda da portare con sè e consumabile anche fuori casa.

Estratto di valeriana

Un altro metodo di somministrazione è attraverso l’estratto. E’ di solito reperibile secco e quindi molto concentrato: i principi attivi rimangono inalterati ed è immediatamente assimilato dall’organismo. Il tempo che passa dall’assunzione al rilassamento del corpo è di qualche secondo per una quantità minima di prodotto. L’estratto è particolarmente consigliato per chi ha bisogno di un rimedio immediato e forte: in questo caso è preferibile al decotto. Per soddisfare questa esigenza si può ricorrere anche alle compresse, che presentano una perfetta dosatura dei principi attivi in ogni piccola capsula.

Perchè la valeriana è meglio degli ansiolitici

Al contrario dei farmaci ansiolitici, l’uso della Valeriana Officinalis non ha particolari controindicazioni. E’ stato rilevato, infatti, che non influenza lo stato di concentrazione e automaticamente non dilata il tempo di reazione, quindi è possibile assumerla anche nel caso in cui si debba stare alla guida di un veicolo.

Un altro aspetto positivo riguarda la mancata tendenza a creare assuefazione e dipendenza: è sicuramente uno dei motivi principali per cui si consiglia di ricorrervi prima dell’uso di eventuali farmaci. E’ dimostrato che i farmaci benzodiazepinici, se usati a lungo, danneggiano gravemente il fisico e la mente, causando intontimento e debolezza agli arti.

Controindicazioni della Valeriana

La Valeriana non ha controindicazioni e può essere utilizzata da anziani e bambini, fin dai tre anni di età, perché non altera in alcun modo il normale funzionamento biologico.

E’ quindi la scelta migliore per tutti coloro che hanno bisogno di un piccolo aiuto naturale per risolvere i problemi quotidiani.

Lascia un commento