Melograno coltivazione in vaso – consigli e trucchi per farlo al meglio

Melograno coltivazione – la guida pratica

Come coltivare il melograno in vaso? Che tipo di frutto è il melograno?

Il melograno è uno degli alberi da frutto più simpatici e forse più semplici da coltivare nel giardino di casa, almeno fino a quando l’ambiente circostante fa il suo dovere.

Sono alberi antichi che producono bellissimi fiori spesso dediti all’ornamento e frutti dal sapore pregiato e delizioso. Di solito crescono fino a un’altezza di 10-20 metri e sai cosa? Stanno benissimo nel tuo cortile o sul tuo balcone.

Melograno coltivazione in vaso

Melograno coltivazione in vaso

Si perché può bastare un vaso dalle dimensioni giuste per poter avere in casa il tuo splendido albero di melograno!

Vuoi scoprire come prendertene cura? Ecco i consigli da melograno coltivazione in vaso per far invidia a tutto il tuo quartiere!

Come coltivare il melograno

Come coltivare il melograno? Consigli utili

Prima di tutto devi sapere che esistono molte varietà diverse dell’albero sopracitato, ognuna delle quali viene coltivata a seconda del clima in cui si trova. La base da cui partire?

Proprio la selezione punta su una specie che si adatta bene alla tua zona di modo che possa crescere forte e rigogliosa. Una delle più note e popolari?

Senz’altro la varietà di Melograno nano, ma certamente il tuo fioraio di fiducia saprà consigliarti con esattezza quale sia la migliore da portare con te.

Melograno coltivazione in vaso, come prendersene cura al meglio?

Il momento migliore per piantare i melograni?

Quando lo stress ambientale è ridotto al minimo, in genere in primavera o inizio autunno. Evita di piantare o trapiantare le giovani piantine durante una tempesta, quando piove o c’è molto vento. No anche al pieno inverno o all’estremo caldo estivo.

Sappi che i melograni impiegano circa 5 anni per produrre frutti commestibili. Dagli tempo e quando sarà il momento comincia a tagliare da quelli più maturi.

Ogni albero di melograno coltivato necessita di uno spazio di 20 x 20 metri tutto per sé, con un terreno argilloso e profondo e un sacco di luce solare a disposizione. I melograni nani possono essere coltivati tranquillamente in vasi grandi.

Lo sai che puoi preparare direttamente a casa un succo di Melograno di qualità? Leggi qui come fare

succo di melograno fatto in casa

 Se invece ti ho incuriosito e vorresti provare un succo di Melograno biologico 100% naturale

—>> qui lo trovi ottimo

Alcuni di questi alberi sono solo a scopo ornamentale, assicurati di acquistare una pianta che produca frutti, se è questo che vuoi. Questa crescerà bene in contenitori con capienza da 10 litri, ma ha bisogno di essere ben potata e curata alla perfezione per sopravvivere.

Il terreno migliore per la crescita dei melograni

Il terriccio deve essere prosperoso e ben drenato, meglio se profondo e sabbioso. Se il tuo giardino, o cortile, non ha queste caratteristiche non farti prendere dal panico e modifica lo spazio dedicato al tuo alberello con un po’ di materiale organico e un poco di sabbia; questo fornirà i nutrienti necessari e una buona dose di drenaggio.

Succo di Melograno fatto in casaIrrigazione e manutenzione del melograno

Un albero di melograno giovane necessita di essere irrigato una volta ogni tot giorni, dipende da quanto è umido il terreno. Saggiane la consistenza; se lo senti asciutto, bagnalo. Diminuisci i tempi di irrigazione in modo graduale fino a che non si stabilizza. Una volta che il melograno si fa maturo non ha bisogno di essere innaffiato, salvo durante i periodi di caldo intenso.

Questo perché sono alberi resistenti alla siccità, ma hanno comunque bisogno di rimanere in ammollo ogni settimana o due quando la pioggia non si vede per un po’.

Per quanto riguarda il fertilizzante, usalo durante il primo anno di vita, per il resto ci pensa il tuo terreno.

Hai seguito i consigli precedenti, vero? Se ti ricordi bene, sai che devi utilizzare materiale organico e sabbia. Questo ti permette di andare tranquilla e di goderti il tuo albero senza la necessità di alimentarlo continuamente.

Ricorda però di rinnovare il terreno una volta all’anno per donargli tutte le sostanze nutritive di cui il melograno necessita.

Pota i rami morti ogni anno nel periodo primaverile e taglia le ramificazioni che crescono alla base del tronco. Questo permetterà all’albero di crescere forte e sano.

Disinfestazione del Melograno

Anche i melograni si ammalano. Ebbene si. Uova di farfalle, coccinelle e parassiti sono dei perfetti buongustai. Si nascondono all’interno delle gemme dell’albero e si nutrono dei frutti prima ancora che tu possa avere la possibilità di raccoglierli. Ma come fermarli?

Il frutto del melograno in sé è formato da uno strato esterno che lo protegge dalla maggior parte dei parassiti. Quelli più giovani, però, sono più vulnerabili. Tutto quello che dovrai fare è lavare la pianta con un tubo flessibile e utilizzare uno spray saponato o, ancora meglio, un insetticida biologico.

E’ possibile che appaiano sulle foglie delle macchie fungine. Niente timore, togli sia le foglie che i rami infetti prima che possano diffondersi. Una volta fatto, tutto ritorna come prima.

Raccolta dei frutti di Melograno

frutti melograno nano

frutti melograno nano

Siamo finalmente arrivati alla parte che più ti interessa, vero? I frutti! Questi cominciano a formarsi all’inizio del terzo anno, ma probabilmente li vedrai cadere a terra prima che siano completamente maturi. Il frutto maturo e fresco lo trovi al raggiungimento del quinto anno, come ti avevo accennato nella parte iniziale dell’articolo.

Tieni conto che il frutto maturerà circa sei mesi dopo la comparsa dei fiori, quindi per essere sicura al cento per cento, fai bene i tuoi calcoli.

Comincia a raccoglierli nel momento in cui la crosta del frutto si presenta di un colore rosso intenso. Conservali poi a temperatura ambiente per un periodo massimo di due settimane o in frigorifero per circa due mesi.

Coltivare il melograno in vaso non è poi così complicato, vero? E tu ce lo hai gi? in bella vista nel tuo giardino? Come lo stai curando? Faccelo sapere nei commenti!

 Se invece ti ho incuriosito e vorresti provare un succo di Melograno biologico 100% naturale

—>> qui lo trovi ottimo

One Response

  1. Dario

Lascia un commento