Curcuma e miele: proprietà e benefici straordinari

La Curcuma e il miele sono due alimenti utilizzati fin dall’antichità perché conosciuti come benefici e curativi per il nostro organismo. Se il miele era uno dei cibi più utilizzati in Occidente, la curcuma, per l’Europa e l’America, è di introduzione abbastanza recente, perché originaria dell’est asiatico.

Era una spezia molto ambita, ma anche molto costosa, che nei secoli passati in pochi conoscevano, e potevano permettersi. La globalizzazione moderna ha certamente reso questa benefica spezia molto accessibile.

Curcuma e miele a cosa servono?

curcuma e miele

curcuma e miele

Oggi quindi possiamo unire il miele e la curcuma per sfruttarle entrambe in gustose ricette o tisane. Insieme possono potenziare le loro proprietà per proteggere il nostro corpo da molti virus, con la loro azione sul sistema immunitario.

Sappiamo molto dei benefici del miele contro a tosse e il mal di gola, ma ancora poco si sa dei benefici della curcuma. Questa è considerato un alimento che rafforza le difese contro le infiammazioni, ma molti la indicano anche come un potente antiossidante. Insieme possono agire come un antibiotico.

Curcuma proprietà e benefici

Curcuma

La curcuma è oggi considerata un antidolorifico, un antinfiammatorio e antiossidante, molto potenti. Alcuni studi lo indicano anche come un antitumorale naturale.

Secondo i diversi studi effettuati dal sito Inran.it, tra i tanti benefici della curcuma, anche quello digestivo e di sostegno al fegato. Questo alimento è considerato anche nella prevenzione del diabete, e sembra agire anche sulla psiche, in particolare contro la depressione.

Il segreto della curcuma è la curcumina, un estratto vegetale della radice, sicuro per la salute. È questo estratto il principale principio attivo antitumorale e antinfiammatorio della curcuma. È inoltre un antibatterico e svolge un’attività metabolica.

Miele benefici e informazioni

Miele benefici

Miele benefici

Il miele è il prodotto delle api, derivato dal nettare raccolto nei fiori. Le sue funzioni principali sono sia strutturali che alimentari. In primo luogo è il cibo delle api, ma anche la base per la costruzione degli alveari. In passato, il miele era l’unico zucchero utilizzabile per l’uomo.

Esistono tantissimi tipi di miele, che si differenziano dalla fiorita principale con cui sono fatti, ovvero con la pianta predominante da cui è preso il polline. I vari mieli ottenuti, oltre a delle caratteristiche comuni, hanno anche delle caratteristiche peculiari della fiorita.

Miele d’acacia

Tra i più diffusi ad esempio, il miele di acacia, è un disintossicante e regolatore della digestione, ma anche un ottimo rimedio per le infezioni respiratorie.

Miele di agrumi

Il miele di agrumi è sedativo, mentre quello di castagno è un ottimo antiossidante. In generale il miele è un antibatterico, sedativo e antinfiammatorio.

A seconda del tipo di miele che impiegheremo dunque, potremo avere dei benefici diversi. Per questo la scelta della fiorita è molto importante. Tra i migliori mieli contro la bronchite è il mal di gola, segnaliamo il miele di corbezzolo.

Curcuma e miele usi e proprietà azione unita

Se consideriamo questi due alimenti, curcuma e miele, uniti per un’azione efficace, i risultati ottenuti saranno potenziati. Insieme possono essere un ottimo rimedio per la tosse, l’influenza e le cefalee. Infatti ammorbidiscono le mucose e combattono le infiammazioni, specie della gola e dei bronchi. Il miele funge da sedativo e si attiva sulle mucose, mentre la curcuma svolge l’azione antinfiammatoria.

Avendo entrambi le spesse proprietà, aiutano l’organismo e il sistema immunitario, potenziandone l’azione senza ricorrere a farmaci chimici. Questo fattore è importante perché non solo non si attacca la flora intestinale, ma la si protegge e rafforza grazie ai benefici dei due alimenti.

Il miele e la curcuma possono essere mescolati fra loro in vari modi. Ogni etto di miele può essere unito ad un cucchiaio di curcuma per ottenere il massimo effetto. Quindi si possono ingerire direttamente oppure utilizzarli in diversi preparati.

Una delle soluzioni più semplici è la classica tisana. Basta mettere un cucchiaio della mescola in acqua calda, oppure in un tè o nel latte, se desiderate dei sapori più familiari. A questo potreste aggiungere anche la cannella, lo zenzero e il limone, altri alimenti benefici e potenziatori dell’azione antinfiammatoria e antibatterica. Ma il miele e la curcuma possono essere anche frullati con della frutta o del latte, oppure realizzati come budino.

Lascia un commento