Argento colloidale puro benefici, rischi e controindicazioni, funziona davvero?

L’argento colloidale puro funziona davvero? Proprietà e controindicazioni

Argento colloidale

Argento colloidale

E’ una domanda che si sente spesso fare, e sulla quale gli scienziati si interrogano sopratutto ultimamente, vista la sempre più alta resistenza dei batteri gli antibiotici tradizionali e la fiducia riposta da molti in questo e altri antibiotici naturali.


Sulla rivista Nature è stato fatto nel 2013 un resoconto di studi scientifici che riguardano la validità dell’argento e della sua azione antibiotica ( lo studio originale è del Scientific Translation Medicine )

Di sicuro l’uso dell’argento colloidale c’è stato in passato ed è ancora adesso presente. E’ una sostanza potente, che va conosciuta e trattata con le dovute attenzioni, somministrata solamente dietro indicazioni del vostro medico o naturopata: questo per evitare controindicazioni piuttosto gravi, tra le quali la più conosciuta è sicuramente l’argiria, una pigmentazione irreversibile della pelle e degli occhi che diventano blu / grigiastri.

Argento colloidale puro

L’argento colloidale on ha né odore né sapore, ma una colorazione trasparente sul giallo paglierino, e non è schiumoso.

argento colloidalePuò essere assunto per via orale, si impiega per i gargarismi, i lavaggi vaginali, l’acne, le dermatiti, gli eczemi; si inala per le infiammazioni della gola e si applica in gocce sugli occhi irritati.

I vantaggi di usare l’argento colloidale rispetto ai normali disinfettanti e antibatterici non sono provati, perciò è usato in particolare per medicare traumi cutanei.

È importante farsi indicare dal proprio medico le quantità giuste che fanno dell’ argento colloidale un prodotto non tossico: esse riguardano le materie prime, costituite da acqua bi-distillata, priva di sali minerali, e l’argento puro al 999/1000. Agitando una bottiglia contenente un buon prodotto, le particelle, di dimensioni fini devono entrare in sospensione e disgregarsi.

Oltre a effetti curativi, l’argento colloidale sembra possedere proprietà rigeneranti per la pelle e i tessuti, se si pensa che faccia anche da antirughe.

In quali patologie può aiutare l’argento colloidale? Benefici?

Secondo i medici che lo prescrivono, l’argento colloidale avrebbe proprietà che difficilmente si potrebbero definire se non “miracolose”, vista la quantità di patologie che alcuni dichiarano possa trattare.

In casi di infezioni parassitarie e micotiche , virali e batteriche, nella stanchezza cronica ed in molte altre malattie l’argento colloidale viene usato per via orale.

Ha una netta azione batteriostatica e battericida, nonchè analgesica sui dolori.

Altri campi nei quali é molto utile utilizzare questo preparato sono per esempio quelli che coinvolgono le orecchie e i seni paranasali: si può effettuare con un apposito apparecchio il drenaggio e disinfezione, ritenuto utile contro la sinusite.

L’argento colloidale viene considerato da alcuni medici una valida alternativa all’uso di un antibiotici ad ampio spettro, con in più un’elevata capacità antinfiammatoria.

A livello oculare nel caso di congiuntivite od altre flogosi.

E’ indicato per malattie cutanee come l’acne, le verruche, le lesioni aperte, l’herpes, la psoriasi, le micosi del piede ed altre. In queste malattie la regione cutanea colpita viene bendata con una garza imbevuta di argento colloidale.

E’ doveroso precisare che non esistono studi scientifici sull’argento colloidale e le sue proprietà, esistono solo esperienze dirette dei medici che lo prescrivono ai propri pazienti.

Argento colloidale controindicazioni ed effetti collaterali

Argento colloidale controindicazioni

Argento colloidale controindicazioni

Tra gli effetti collaterali dell’argento colloidale, il più famoso è sicuramente l’argiria: si tratta di una pigmentazione indelebile di colore blu sparsa sull’epidermide.

E’ balzata agli onori di cronaca per le numerose interviste rilasciate da Paul Carreson, chiamato anche “l’uomo blu” ( e da alcuni maligni, Grande Puffo ).

Sono inoltre conosciute interazioni con altri antibiotici, come la pennicilinna, della quale inibisce la funziona antibiotica, e con la thyroxina, usata per bilanciare disfunzioni tiroidee.

Argento colloidale – per saperne di più

Se pensate che l’argento colloidale possa aiutarvi contro una patologia o un problema che vi affligge, parlatene con il vostro medico, non datevi al fai da te.

Se invece lo state già usando e voleste saperne di più, vi consigliamo questo libro:

Il grande libro dell'Argento Colloidale per la salute delle persone, degli animali e delle piante - Libro
Ha effetti antibiotici, inibisce le infezioni, rinforza il sistema immunitario – Nuova Edizione ampliata e aggiornata

Voto medio su 14 recensioni: Buono

€ 10.8

2 Comments

  1. Laura

Lascia un commento