Aloe Arborescens, la pianta dalle proprietà miracolose

L’ Aloe Arborescens è una pianta dai grandi poteri curativi. Appartenente alla famiglia delle aloacee, si presenta come un cespuglio alto fino a 4 metri con foglie carnose e dentellature spinose.

Aloe Arborescens

L’ Aloe Arborescens presenta dei grandi fiori a grappolo e sia questi che le sue foglie sono, sin da tempi antichissimi, Cristoforo Colombo ne enumerava i benefici,  impiegati in ambito terapeutico.

Aloe Arborescens

Nasce nei territori settentrionali del Sud Africa, ma, proprio grazie alle sue proprietà benefiche, è ormai coltivata in tutto il mondo. L’ Aloe Arborescens è, infatti, annoverata tra le piante curative dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Mi hanno segnalato un ottimo succo di Aloe Arborescens addirittura senza conservanti.  Consumato insieme al Miele di Manuka è veramente una bomba per il nostro sistema immunitario.

Guarda il video qui sotto per vedere il cocktail benefico di Aloe Arborescens più Miele di Manuka.

Questa nota pianta medicinale contiene 2 classi di molecole bioattive:

Antrachinoni: nello specifico aloina A, l’aloe-emodina e l’isobarbaloina. Queste molecole, che si trovano nella parte più esterna della foglia, sono in grado di controllare la crescita di alcuni tumori, riducendo drasticamente lo svilupparsi delle cellule malate. Hanno, inoltre, poteri antiossidanti e lassativi oltre che depurativi ed anti-infiammatori.

Polisaccaridi: presenti nel gel che si estrae dalla lavorazione delle foglie. Per la sua consistenza gelatinosa, questa sostanza è particolarmente indicata come gastroprotettore, oltre a facilitare l’assorbimento delle sostanze nutritive e l’espulsione delle tossine.

Tra i polisaccaridi presenti nell’Aloe Arborescens  l’ Acemannano è il più importante. Svolge una funzione germicida, battericida e antifungina, stimola il sistema immunitario e controlla i processi infiammatori dell’apparato gastrointestinale.

Ma l’ Aloe Arborescens non è solo questo. Le sue foglie contengono anche sostanze nutritive di vario tipo, tra le quali sali minerali (Potassio, Calcio, Fosforo, Ferro, Manganese, Magnesio, Sodio e Zinco), aminoacidi e vitamine come quelle del gruppo B (B1, B2, B3, B6, B12), la vitamina C e le vitamine A, D e E.

Non solo, l’ Aloe Arborescens contiene aminoacidi essenziali come: lisina, treonina, finilalanina, isoleucina, leucina, metionina e valina.

Succo Aloe Arborescens 99,9%
Succo Aloe Arborescens 99,9%
Spemuto a freddo

Aloe Arborescens proprietà curative

Ma quali sono le proprietà curative e benefiche di questa straordinaria pianta?

L’ Aloe Arborescens è impiegata per la cura di:

  • Acidità di stomaco
  • Gastrite
  • Ulcera
  • Flatulenza
  • Congiuntivite
  • Arrossamenti
  • Scottature
  • Callosità
  • Foruncoli della pelle
  • Forfora
  • Reumatismi
  • Eliminazione delle tossine
  • Artrite
  • Polipi intestinali
  • Polipi uterini
  • Infezioni
  • Costipazione
  • Insonnia
  • Emorroidi
  • Indigestione
  • Paralisi della sordità
  • Colesterolo
  • Pressione alta
  • Morbo di Parkinson
  • Calvizie
  • Sinusite
  • Lupus
  • Psoriasi
  • Epilessia
  • Candida

aloe-arborescens

Il gel estratto dall’ Aloe Arborescens contiene una combinazione di vitamine, minerali, enzimi e amminoacidi che si è dimostrato essere altamente benefici per l’organismo umano.

Studi scientifici dimostrano, però, che esisto alcuni casi in cui l’utilizzo di questa pianta ha comportato lì affacciarsi di disturbi collaterali. Per questa ragione si sconsiglia l’uso di questa pianta e dei suoi estratti in alcuni casi come:

  • Nei bambini
  • Gravidanza o in  chi desidera una gravidanza
  • Dolori addominali.
  • Ciclo mestruale
  • Allattamento
  • Malattie intestinali e appendicite
  • Associato con  diuretici, corticosteroidi e antiaritimici

Il sovradosaggio potrebbe comportare disidratazione, crampi allo stomaco e spasmi intestinali. Per questa ragione è sempre consigliabile l’uso sotto il controllo del proprio medico.

aloe arborescensNegli ultimi anni, però, l’Aloe Arborescens è divenuta nota soprattutto per le sue proprietà anti cancro. A portare alla ribalta le già note proprietà di questa pianta è stato Padre Romano Zago.

Il frate francescano di origini Italiane ma nato e cresciuto in Brasile ha scoperto un elisir che sembrerebbe altamente efficace contro le cellule tumorali.

La ricetta “miracolosa” prevede un mix tra l’aloe, il miele e la grappa. Gli scettici potrebbero torcere il naso ma cerchiamo di capire come mai, il frate, abbia scelto di utilizzare proprio miele e grappa in associazione alle ben note proprietà dell’Aloe.

“Aloe non è una medicina, eppur …guarisce” è il secondo testo scritto da Padre Romano Zago che, al pari “Di cancro si può guarire”, ha destato negli anni addietro grande scalpore per i temi di medicina alternativa affrontati.

Aloe non è una Medicina, eppur... Guarisce
L’uso della pianta nella cura di più di cento malattie

Il miele, meglio se biologico e non trattato, ha la proprietà di condurre tutte le sostanze curative presenti nel succo d’aloe, fino ai recettori più remoti del nostro organismo. In questo modo il preparato sarà in grado di esercitare al meglio la sua azione benefica.

La grappa, invece, effettua un’azione di vasodilatazione, ovvero allarga i vasi sanguigni facilitando la depurazione dell’organismo, eliminando le sostanze infettanti. Secondo Padre Romano Zago, l’organismo umano non sarebbe in grado di assorbire il gel di Aloe senza che questo sia diluito in un distillato.

Ecco la ricetta:

  • 350 grammi di foglie di Aloe Arborescens
  • 350 grammi di miele naturale biologico
  • 10 ml di grappa, pari a un cucchiaino

Ci teniamo a specificare che non esistono studi scientifici che dimostrino la reale efficacia di questo preparato. Molto probabilmente, però, si riducono gli effetti collaterali delle cure associate alla lotta contro il cancro, come chemio e radio terapia.

2 Comments

  1. Francesco
    • Redazione di Curarsi

Lascia un commento