Congiuntivite cane: sintomi e rimedi

Anche i nostri amici cani possono diventare prede di fastidiosi disturbi.

Tra i più comuni nella razza canina c’è la congiuntivite, ovvero un’infezione che va ad infiammare il tessuto che riveste le palpebre, ovvero la congiuntiva.

Congiuntivite cane: sintomi e rimedi

Congiuntivite cane: sintomi e rimedi

Congiuntivite cane le cause

In questo caso le cause possono essere molteplici.

Possiamo infatti spaziare dai comunissimi virus, o batteri, oppure riscontrare delle possibili allergie prodotte da pollini che possono andare ad estendersi in tutto l’occhio.

Anche un semplicissimo e banale colpo vento o di freddo potrebbero essere “fatali” e scatenare la congiuntivite, così come infezioni causate da un eventuale corpo estraneo che si annida nell’occhio del nostro cane.

Congiuntivite cane sintomi

Per quanto riguarda i sintomi, possiamo annoverare il fattore principale che dovrebbe farti scattare un campanello di allarme: l’occhio del tuo cane apparirà rosso in praticamente ogni caso.

A volte invece potresti riscontrare sintomi diversi.

Qualche volta infatti, il cane sente il bisogno di chiudere l’occhio più spesso del solito, oppure potrebbe presentarsi una secrezione mucosa e purulenta che, più che essere dolorosa, farà apparire la congiuntivite ancora più fastidiosa per il tuo amico a quattro zampe.

Molto importante è invece tenere sotto controllo lo scolo oculare, dato che questo ci indicherà di che tipo di infezione dobbiamo preoccuparci.

Se infatti lo scolo apparirà di un colore giallastro o verdastro, dovrai sapere di trovarti di fronte ad un’infezione batterica.

Di solito la congiuntivite è una malattia facilmente curabile e raramente è debilitante, ma in alcuni casi molto gravi i microrganismi possono andare a diffondersi in tutto l’occhio del nostro amico, e conseguentemente possono comprometterne la sua funzionalità, fino ad arrivare a causare anche la possibile e definitiva perdita della vista.

Diverse tipologie di Congiuntivite nel cane

In base ai sintomi riscontrati, possiamo identificare diverse tipologie di congiuntivite.

  • Congiuntivite purulenta: deriva da batteri come lo streptococco, ha uno scolo oculare mucoso o con presenza di pus infettivo. L’occhio del cane appare rosso e gonfio e potrebbe avere difficoltà ad aprirlo.
  • Congiuntivite seriosa: dipende da fattori esterni, come ad esempio vento, freddo o eccessivo sole ed è molto meno fastidiosa rispetto a quella purulenta in quanto l’occhio appare poco arrossato e le secrezioni son acquose.
  • Congiuntivite follicolare: ovvero una reazione dell’occhio a determinati fattori irritanti.

Rimedi e farmaci

Ovviamente, essendo presenti diverse tipologie di congiuntivite, sono presenti anche diverse tipologie di trattamenti possibili.

Se si parla di congiuntivite purulenta infatti, la prima cosa da fare sarà dover intervenire per rimuovere il pus, il muco e le eventuali crosticine per mezzo di un batuffolo di cotone imbevuto di una sostanza specifica prescritta dal veterinario, che potrà ritenere opportuno di proseguire il trattamento con farmaci ad azione locale.

Per la congiuntivite seriosa invece, potrebbe bastare lavare gli occhi del cane con un collirio specifico anche più volte al giorno, mentre per curare la congiuntivite follicolare saranno prescritti antibiotici e soluzioni a base di cortisone.

In ogni caso, è essenziale che il cane non strofini gli occhi con le zampe dato che potrebbe andare a peggiorare la situazione toccandosi con le zampe sporche.

In questo caso, potrebbe essere utile l’utilizzo del collare elisabettiano che impedirà sicuramente al cane di grattarsi e strofinarsi gli occhi.

Rimedi naturali

E’ possibile intervenire e cercare di alleviare i sintomi della congiuntivite attraverso impacchi freddi di camomilla o malva da applicare ovviamente sugli occhi del cane, per 3-4 volte al giorno continuando la terapia fino alla completa guarigione.

Il miglior rimedio però è sicuramente la prevenzione, per cui è importante curare il nostro cane andando periodicamente a pulire i suoi occhi con batuffoli di cotone imbevuti di acqua tiepida e contemporaneamente verificare che il cane non abbia peli sugli occhi, proprio per evitare che entrino all’interno scatenando l’infezione.

Lascia un commento