Piramide alimentare cosa è? Versione mediterranea e vegetariana

E’ noto a tutti che per mantenersi in forma e in salute è necessario prediligere un’alimentazione sana e naturale. Ma per poter perseguire tale obiettivo, un prezioso aiuto può essere rappresentato dalla piramide alimentare. Ma in realtà che cosa è questa piramide alimentare?

La piramide alimentare non è altro che un grafico attraverso il quale vengono illustrati tutti gli alimentati da prediligere per una sana ed adeguata alimentazione. All’interno di questo schema dunque, sono presenti diversi tipi di alimenti: nella parte bassa troviamo i cibi che devono essere alla base della nostra alimentazione quotidiana, mentre, a mano a mano che ci dirigiamo sulla punta della piramide troviamo quelli che dobbiamo consumare con molta moderazione.

Piramide alimentare: come funziona?

Piramide alimentare

Piramide alimentare

La base della piramide alimentare italiana verte su un buon consumo di frutta e verdura al giorno, accompagnato il tutto da abbondante acqua. Sul gradino successivo troviamo cereali e tuberi: le porzioni di pasta, cereali o riso da consumare settimanalmente dunque, sono 7. Attenzione invece alla proteine.

Le proteine nella piramide alimentare devono essere consumate con una minore frequenza.  Il consiglio è quello di non consumare di più di 2 porzioni alla settimana di carne (rossa o bianca), 2 di uova, 2 di pesce e 4 di legumi.

Poi troviamo i latticini, i formaggi e i condimenti nel gradino più alto. Anche qui vige la stessa regola, ovvero il consumo deve essere moderato. Sulla punta della piramide infine ci sono gli zuccheri e le bevande alcoliche. Non devono assolutamente superare le 21 porzioni a settimana.

Piramide alimentare: che tipo di alimentazione consiglia?

L’organismo umano ha bisogno di tutti i tipi di nutrienti affinché lavori correttamente. Alcuni sono fondamentali a sopperire il bisogno di energia, altri invece ad alimentare il continuo ricambio delle cellule del corpo e ancora altri a rendere possibili i processi fisiologici. Proprio in virtù di quanto detto è di vitale importanza assumere un’alimentazione varia ed equilibrata.

Ed è proprio la piramide alimentare che ci viene in aiuto. Attraverso questo strumento è possibile scegliere in maniera mirata i cibi da prediligere ogni giorno e quelli invece da consumare con moderazione.

Tra i vari tipi di alimentazione consigliata lo schema più famoso è di sicuro quello della piramide alimentare della dieta mediterranea.

Piramide alimentare: ecco i benefici per la salute

Per chi sceglie di seguire la piramide alimentare i benefici per la salute di certo non mancano. Vediamoli più nel dettaglio:

  • Prevenzione di patologie come cancro al colon, tumore alla mammella e cardiopatia
  • Riduzione e prevenzione dell’obesità
  • Riduzione del colesterolo cattivo LDL
  • Riduzione dell’incidenza di alcune patologie come il diabete e le malattie digestive

L’importanza dell’alimentazione per la salute dunque, viene confermata ogni giorno da nuovi studi. E’ ormai appurato che un’alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in salute, al contrario, un’alimentazione errata, oltre a incidere sul benessere psico-fisico dell’individuo, rappresenta uno dei principali fattori di rischio per l’insorgenza di numerose malattie croniche.

Infatti secondo alcune ricerche è stato dimostrato che 1/3 delle malattie cardiovascolari nonché dei tumori, potrebbero essere evitati grazie ad una sana e attenta alimentazione.

Piramide alimentare mediterranea

La dieta mediterranea, pur essendo stata considerata un modello alimentare corretto, sano e completo, spesso è stata sottoposta a rivisitazioni. Ma i temi più spesso sottoposti a rivisitazioni e ripensamenti sono stati i grassi.

Purtroppo è noto a tutti che i grassi non sono tutti uguali e di conseguenza, non tutti possiedono la stessa valenza nutrizionale. Infatti nella piramide precedente i grassi erano collocati nella parte alta della piramide, ma studi più recenti hanno appurato che soltanto i grassi saturi (per lo più derivati da animali) devono essere posizionati verso l’apice, mentre i grassi di origine vegetale devono stare nelle posizioni più basse in quanto fondamentali per il nostro organismo.

Ti consiglio la lettura di soluzione.online per scoprire utili consigli su Alimentazione e Nutrizione

Anche per  i carboidrati è stato fatto lo stesso discorso. Sappiamo che ci sono due tipologie di carboidrati, ovvero quelli semplici e quelli complessi. Entrambe le tipologie non hanno la stessa valenza nutrizionale. Quelli complessi dunque, come pasta, riso e pane, devono essere posizionati nella parte “alta della piramide” a differenza invece del modello precedente in quanto stazionavano verso la base della stessa.

Ma perché questo cambiamento? Secondo gli esperti la differenza tra questi due gruppi alimentari la si deve alla loro diversa attitudine a rilasciare glucidi nel sangue.

La piramide alimentare mediterranea consiglia dunque l’assunzione di alimenti di stagione, l’assunzione di due porzioni di legumi e di carne due volte alla settimana e non manca l’importanza di fare attività fisica.

Piramide alimentare italiana

La piramide alimentare italiana è stata elaborata da un pool di esperti nel 2003 in maniera tale da far capire quali sono gli alimenti corretti da privilegiare e quelli da assumere con una certa parsimonia. Ovviamente le regole alla base sono quelle di una dieta mediterranea.

Pertanto occorre mangiare tanti vegetali e poca carne, privilegiare i cibi a basso indice glicemico (cereali integrali per intenderci) e assumere in minori quantità quelli raffinati. Inoltre utilizzare maggiormente i “grassi” buoni (pesce, frutta secca oleosa, olio di oliva), l’utilizzo di erbe aromatiche al posto di condimenti pesanti, e per gli amanti di dolci, è possibile concedersi qualche leccornia due volte alla settimana cercando di prediligere dolciumi semplici e non troppo elaborati e soprattutto le porzioni devono essere piccole. Infine l’acqua bisogna consumarne almeno 1,5 litri al giorno mentre occorre ridurre se non addirittura eliminare le bibite gassate e quelle dolci.

Piramide alimentare vegetariana

dieta vegetariana equilibrata

dieta vegetariana equilibrata

Cosa dire invece della piramide alimentare vegetariana? Cosa prevede questo modello? Questo schema è stato pensato per tutti coloro che per ragioni etiche, morali, religiose o quant’altro, hanno deciso di eliminare dalla propria dieta tutti gli alimenti di derivati di animali.

Qui puoi leggere le basi fondamentali per svolgere una dieta vegetariana equilibrata

La piramide vegetariana dunque, si basa su 5 gruppi alimentari:

  • cereali integrali
  • legumi, frutta secca, e alimenti che contengono molte proteine
  • verdura
  • frutta
  • grassi

I cereali integrali costituiscono la base della piramide. Rientrano in questo gruppo pasta, riso, pane, farro, avena, mais, orzo, fette biscottate, kamut, cous-cous. Per quanto riguardano i legumi, frutta secca e alimenti che contengono molte proteine troviamo ogni genere di legume (piselli, lenticchie, ceci, fave, ecc..) ma anche il tofu, il tempeh, il latte, tutti i prodotti che derivano dalla soia, e non manca la frutta secca come accennato precedentemente.

Per quanto riguarda frutta e verdura ci si può sbizzarrire, cercando sempre e comunque di rispettare le porzioni consentite, e infine, al vertice troviamo i grassi (oli, maionese vegetale e margarina). Inoltre occorre consumare due porzioni al giorno di cibi che contengono omega 3.

Leave a Reply