Kiwi: benefici, calorie e controindicazioni

La vitamina C è una delle sostanze più importanti per la nostra salute. Integrarla ogni giorno è essenziale e il kiwi permette di farlo. Per dare una stima, ricordiamo che 100 grammi di questo frutto apportano più o meno 85 mg di acido ascorbico.

Fondamentale per rafforzare il sistema immunitario, la vitamina C è un toccasana anche per la prevenzione dei tumori, dal momento che contrasta l’attività dei radicali liberi.

Vuoi sapere qualcosa di più su questo frutto, che appartiene alla famiglia delle Actinidiaceae? Scopri la guida che abbiamo creato e informati sugli altri benefici e sulle controindicazioni.

Proprietà e benefici del kiwi

benefici del kiwi

benefici del kiwi

I benefici del kiwi non riguardano soltanto l’apporto di vitamina C. Secondo alcune ricerche internazionali, una delle quali è stata effettuata in Norvegia da un’equipe dell’University Hospital di Oslo, l’assunzione di questo frutto è vantaggiosa anche per quanto riguarda la regolarizzazione della pressione sanguigna.

Benefici per la Pressione alta

Il merito di questa efficacia anti ipertensiva è legato a sostanze come la luteina, antiossidante dal potere bioattivo.

La ricchezza di luteina ci permette di parlare di un’altra proprietà dei kiwi, veri e propri alleati del benessere degli occhi. Non dimentichiamo infatti che la luteina è un carotenoide, fondamentale per la salute dei pigmenti della retina.

Protezione dal sole

In generale, il kiwi protegge la pelle dai raggi UV e minimizza il rischio di patologie come il glaucoma e la cataratta. I benefici in questione, se la donna che assume i kiwi è in gravidanza, possono riguardare anche la vista del nascituro.

Benefici afrodisiaci

Un doveroso cenno va dedicato ai benefici afrodisiaci che, secondo diverse fonti, l’assunzione di kiwi può apportare.

Fondamentale, in questo caso, è una piccola precisazione. Il kiwi è ricco di arginina, un amminoacido caratterizzato da un’ottima efficacia vasodilatatrice. Difficilmente permette di apprezzare una svolta in caso di problemi seri, ma un aiutino in più lo dà.

Kiwi contro la stitichezza

Non dimentichiamo, inoltre, che il kiwi è consigliato per combattere la stitichezza (scopri qui i rimedi contro la stitichezza). Questo potere lassativo è legato in particolare al contenuto di fibra solubile. Essenziale è specificare che gli effetti migliori si ottengono se il frutto è poco maturo.

Le fibre solubili non sono solo alleate dell’efficienza intestinale, ma aiutano anche a rallentare l’assorbimento di zuccheri nel sangue. In questo modo si tengono sotto controllo i picchi glicemici e si prevengono quelle abbuffate fuori pasto che, molto spesso, sono causa di aumenti di peso.

Ottimo contenuto di potassio

Ricordiamo infine che, in virtù del suo contenuto di potassio, è ideale per gli sportivi. Per quel che concerne l’apporto calorico e il controllo del peso, è essenziale fare presente che cento grammi di kiwi contengono 44 calorie.

Questa peculiarità rende il frutto un validissimo spezzafame. Si tratta infatti di una soluzione molto meno calorica rispetto alla maggior parte degli snack consumati in occasione dello spuntino e ciò è ottimo per chi sta seguendo una dieta dimagrante.

Benefici del kiwi per la pelle e i capelli

Il kiwi rappresenta un alimento senza dubbio vantaggioso per la salute del corpo. Non mettiamo però in secondo piano il suo contributo al miglioramento della bellezza! In questo caso, alla base dei benefici c’è soprattutto la vitamina C.

L’acido ascorbico, infatti, aiuta a purificare la pelle, minimizzando i danni causati da inquinamento e invecchiamento.

La vitamina C, inoltre, ricopre un ruolo essenziale nella sintesi del collagene, una proteina essenziale per il tessuto connettivo e, di conseguenza, per il tono dell’epidermide.

I kiwi, inoltre, sono fondamentali per la bellezza dei capelli. La loro assunzione, infatti, è decisiva per la produzione di cheratina, una proteina filamentosa ricca di zolfo dalla quale dipendono la forza e la luminosità del cuoio capelluto. Mischiato con yogurt e miele, può diventare un ingrediente eccellente per una maschera!

Concludiamo specificando che, per godere al massimo dei suoi effetti benefici, il kiwi andrebbe raccolto quando è morbido al tocco ma comunque sodo. Opportuno è evitare quelli che si presentano ammaccati o con segni di umidità.

I kiwi acquistati, per favorirne la maturazione, dovrebbero essere mantenuti un paio di giorni a temperatura ambiente, meglio se lontano da fonti di calore.

In alcuni casi, la maturazione risulta più veloce se si pongono in un sacchetto di carta assieme a una mela e a una banana.

Quando hanno raggiunto la maturazione, i frutti possono essere conservati in frigo per un paio di settimane.

Kiwi calorie

Quante calorie ha il kiwi?

Kiwi controindicazioni

Kiwi controindicazioni

Kiwi controindicazioni

Parlare dei benefici del kiwi è molto importante. Altrettanto rilevante, però, è soffermarsi sulle controindicazioni.

Questo frutto, caratterizzato da numerose proprietà salutari, è anche alla base di molti casi di allergia. Con i bambini è bene andarci particolarmente cauti. Il consiglio è quello di far loro provare un pezzo piccolo e vedere le reazioni.

Da specificare è che, come tutti i frutti che contengono i semi, il kiwi dovrebbe essere evitato da chi soffre di diverticolosi al colon.

In alcuni frangenti, il frutto può provocare irritazione alla bocca. Il suddetto sfogo è causato soprattutto dalla presenza di cristalli aghiformi di ossalato di calcio che fanno attrito sulla mucosa del cavo orale.

La ricchezza di fibre poi, benefica per certi versi, ha un rovescio della medaglia da non trascurare. I soggetti particolarmente sensibili agli effetti lassativi del kiwi, infatti, possono andare incontro a problemi di diarrea.

Lascia un commento