Centrifugati di frutta: gustosi protagonisti della salute!

I centrifugati di frutta vanno per tutti, o quasi: meno che non si abbiano speciali patologie o diabete, tutti dovrebbero prendere la sana abitudine di berne, specialmente i bambini che intossicano quotidianamente il proprio organismo introducendo nella dieta merendine, snack e bevande zuccherate o gassate.

L’assunzione dei centrifugati di frutta ( idealmente insieme all’eliminazione dei prodotti summenzionati ) permetterà di ricevere i nutrienti essenziali o le vitamine e i minerali che difficilmente potrebbero assimilare.

L’ideale sarebbe bere almeno due bicchieri di centrifugati da frutta al giorno, prediligendo quei frutti ma anche quelle verdure ricchi di folati, come le foglie verdi, e aggiungendo anche latte ( purchè si è certi di non avere intolleranze o allergie ), che è molto utile per una sana crescita e per lo sviluppo e il mantenimento delle ossa a motivo del calcio presente in tali alimenti e vitamine del gruppo B, necessarie per la funzione psicologica e mentale.

centrifugati di frutta

Chi può bere i centrifugati di frutta?

Non esistono limitazioni relative all’età: chiunque può bere questi centrifugati, sia come snack a metà pomeriggio che al posto di un pasto.

In quest’ultimo caso, però, il centrifugato dovrebbe essere accompagnato a qualcosa di solido: una barretta multi cereali o 50 grammi di pane integrale possono rappresentare una buona soluzione per un pasto fuori casa.

Attenzione a non eccedere: il preparato a base di frutta può saltuariamente sostituire un pasto principale, a patto che non diventi un’abitudine.

Molto meglio bere una centrifuga a metà pomeriggio, magari per avere uno sprint di energia prima dell’ora di cena, oppure durante la pausa mattutina al lavoro, al posto del té o del caffè.

Anziani

Per gli anziani, un centrifugato può essere una buona alternativa alla semplice acqua, specie nei mesi più caldi quando il rischio di disidratazione si fa più forte.

Bambini

Per i bambini, invece, sebbene sia assolutamente da sconsigliare l’assunzione di un preparato a base di frutta al posto di un pasto, questo mix può rivelarsi un buon modo per invogliarli a consumare merende genuine e a non cercare di placare la voglia di zuccheri con dolcetti e biscotti ma ripiegando su frutta di stagione e verdure.

Largo comunque alla creatività: mele, pesche, albicocche e arance possono essere combinate per una merenda con i fiocchi. Per i più golosi, un cucchiaio abbondante di yogurt e due cucchiai di cereali saranno il giusto completamento di uno spuntino bilanciato e completo di tutti i nutrienti necessari alla crescita dei più piccoli.

Diabetici

Per quanto riguarda i diabetici possono bere centrifugati, ma in questo caso essi dovrebbero privilegiare le verdure che sono più amare rispetto alla frutta come ad esempio spinaci, cavolfiori, rape e sedano, evitando quindi l’inserimento della frutta che non sarebbe consigliabile.

Donne in gravidanza

In linea di massima, le donne in gravidanza possono consumare i centrifugati di frutta in tutta serenità: ciò a cui bisogna prestare attenzione è il tipo di frutta scelta per le proprie ricette.

Le donne in gravidanza, ad esempio, dovrebbero evitare la frutta che potrebbe causare reazioni allergiche: mirtilli, fragole, ciliegie e ribes andrebbero eliminati dall’elenco degli ingredienti da poter utilizzare, ma possono essere sostituiti con banane, pesche e pere. Questi frutti, grazie alla loro componente acquosa, offrono alla donna in stato di gravidanza un ottimo apporto di zuccheri e liquidi che, specie nei mesi più caldi, aiuta a combattere l’afa ed eventuali sbalzi di pressione.

Ottima anche quella frutta che abbia acido folico e vitamina B12, come foglie di spinaci, amaranto etc… che permettono una sana gravidanza offrendo benefìci al feto stesso.

Tutti i benefici dei centrifugati di frutta

A dispetto del tradizionale frullato, un centrifugato di frutta non contiene fibra e polpa ma solo ed esclusivamente gli estratti degli ingredienti scelti.

In questo modo, l’assimilazione avviene in maniera più veloce e senza appesantire il metabolismo, dal momento che la fase digestiva viene praticamente saltata

Il primo dei vantaggi offerti da questi preparati è da ricercare nell’azione disintossicante e drenante che sono in grado di offrire: un centrifugato aiuta reni e fegato a liberarsi di scorie e zuccheri in eccesso, aiutando la diuresi e permettendo all’organismo di ritrovare il proprio stato di benessere, anche a seguito di una malattia debilitante o di una dieta sregolata.

Una volta riportato al normale assetto l’apparato digerente, non può non derivare un graduale dimagrimento che si accompagna ad una spiccata sensazione di leggerezza, presente sin dalle prime assunzioni dei centrifugati preparati.

Chi crede che questi mix di frutta e verdura non possano rappresentare un buon sostituto ad un pasto leggero sarà costretto a ricredersi: l’alta percentuale di zuccheri e antiossidanti permette a muscoli e cervello di ricavare il giusto nutrimento e di proseguire le proprie attività serenamente, senza appesantire l’apparato digestivo e dando una sferzata di energia a tutto il corpo.

Quanti e quali centrifugati bere durante il giorno

Il consiglio dei nutrizionisti più attenti è quello di bere uno o due centrifugati di frutta al giorno, preferibilmente al posto degli spuntini di metà mattina o pomeriggio: in questo modo, si potrà beneficiare da subito degli effetti positivi di queste miscele, senza temere di indebolire il fisico o di patire la fame, specie all’inizio di una dieta dimagrante.

Ricette per centrifugati di frutta

Abbiamo voluto raccogliere per voi una serie di ricette di centrifugati di frutta, divisi per tipologie e proprietà benefiche.

Di molti di questi tipi di centrifugati di frutta potrete trovare articoli dedicati proprio su questo blog, con altre ricette e informazioni ulteriori.

Centrifugati alcalinizzanti

Esistono ricette che permettono di riequilibrare quella condizione spiacevole definita “acidosi” alcalinizzando il corpo.

L’acidosi è il terreno fertile per la maggior parte delle malattie ed interferisce seriamente con le funzioni delle ghiandole e gli organi del corpo.  La causa principale di acidosi o ipo-alcalinità del sangue è una dieta difettosa: la formazione di acidi nel sistema non sono correttamente eliminati attraverso i polmoni, i reni e le viscere, l’alcalinità del sangue si riduce, e dà luogo a questo problema.

Per contrastare questo fenomeno si può bere in combinazione  melone, ananas, cocco, albicocche, datteri e pere: si produrrà un succo squisito e alcanizzante.

Centrifugati anti cellulite

Anche per la cellulite esistono combinazioni di centrifugati che permettono di avere senza ombra di dubbio il loro effetto.

Ecco tre ricette di centrifugato anti-cellulite:

  • Ribes, mirtilli, fragole, lamponi : ottimi per la circolazione per la presenza di antociani;
  • Mele, uva, mango : ottimi anti ossidanti soprattutto per la presenza di resveratrolo nell’uva;
  • Carote e sedano : grazie alle vitamine presenti che hanno effetto anti-age;

Centrifugati anti tumorali

Definito come “il male del secolo”, il cancro miete ogni giorno nuove vittime. Le cause non sono certe: si può attribuire ciò a molteplici fattori come genetica, inquinamento, cibo e altro ancora.

Comunque, benchè nulla è certo, con un centrifugato anti tumorale si può fare qualcosa magari non tanto per prevenire (perché nessuno ha tale prospettiva) ma di ridurre le possibilità.

Alcune ricette esempio:

  • Limoni, pompelmi e mele :sono considerati ottimi antiossidanti grazie alla presenza di acido ascorbico:
  • Pomodori e carote : ottimi per il betacarotene, considerato preventivo per questo male di cui il pomodoro pure ne un ottima fonte;
  • Frutti di bosco : contengono antociani, antiossidanti;

Centrifugati anti stitichezza

Un altro problema “metropolitano”, che paradossalmente si verifica nelle grandi città sempre più industrializzate è la stipsi o stitichezza, che abbiamo trattato in modo approfondito in questo articolo dedicato ai rimedi contro la stitichezza che trovi cliccando qui.

Una combinazione di frutta da utilizzare per preparare un centrifugato di frutta anti stitichezza è la seguente:

  • Pere e prugne
  • Pesche e albicocche
  • Ananas e papaya

Tutta la frutta possiede fibra che, in definitiva è ciò che permette di rendere regolare l’evacuazione di feci, ma questi sopra elencati ne contengono in particolar modo. Puoi trovarne altri in questo articolo dedicato ai centrifugati anti stitichezza cliccando qui.

Centrifugati Detox

Così che anche l’organismo è intasato di tossine per cattiva alimentazione, scarsa attività fisica e vota sedentaria, diviene sempre necessario espellere i rifiuti dal nostro corpo disintossicandoci.

Ci sono tante soluzioni disintossicanti, ma il centrifugato detox è più immediato ed applicabile. Ecco un esempio:

  • Lattuga e verza
  • Ciliegie e fragole
  • Mango

Tutti questi grazie al loro contenuto di manganese e vitamina C, hanno proprietà depuranti e anti infiammatorie. Puoi saperne di più cliccando su questo articolo che parla di centrifugati detox.

Centrifugati dimagranti

E’ vero che si consiglia a chi vuol dimagrire di rivolgersi a un dietologo, ma è anche vero che già da se stessi si può fare qualcosa, come ad esempio attività fisica, e una certa attenzione ai cibi che si mangiano, e con l’ausilio di centrifugati di frutta dimagranti che possono ottimizzare sicuramente il processo:

  • kiwi, ananas, mango
  • uva e fichi
  • prugna, pera, kiwi, ananas

questo non perché abbiano proprietà dimagranti, perché non esistono frutti che hanno tali facoltà, semplicemente perché le fibre contenute in essi danno quel senso di sazietà, l’energia necessaria laddove si stia adottando una parziale o completa astinenza dai cibi.  Puoi saperne di più sui centrifugati dimagranti cliccando qui.

Centrifugati drenanti

Per drenare molti si affidano a tisane e tè, e non pensano ad un buon centrifugato drenante. Ecco un tipico esempio di come abbinare la frutta per produrre centrifugati drenanti:

  • pompelmo e kiwi : la presenza di potassio nel kiwi permette di avere un buon effetto drenante, mentre il pompelmo è considerato il “brucia grassi” per eccellenza;
  • limone e ananas : bromelina, contenuta nell’ananas, rende digeribili le proteine complesse, e la vitamina c del limone purifica;
  • sedano e cetrioli : il cetriolo è una fonte buona di fosforo, quindi permette di reintegrare i liquidi essenziali per l’organismo, mentre il sedano, grazie al magnesio contrasta e combatte la ritenzione idrica;

Centrifugati vitaminici

Il ritmo esasperante della quotidianità spesso non permette di seguire un alimentazione corretta e sana: questo fa sì che tutte le sostanze di cui il corpo ha bisogno, come vitamine e minerali, vadano disperse e, soprattutto, non vengono poi reintrodotte a motivo di errori dietetici.

Ecco perché diventa fondamentale ricorrere ad un centrifugato vitaminico. Tutta la frutta contiene vitamina, ma ecco un esempio di quella più significativa:

  • banana e avocado : vitamine del gruppo b;
  • frutto della passione e mango : vitamina b3;
  • papaya, uva spina e lime : vitamina c;

Centrifugati di frutta estivi

L’estate porta con sé una varietà di frutta squisita, quindi sarebbe peccato non approfittare dal “banco” di madre natura.

Premettendo che in estate si perdono maggiori liquidi e si tende a sudare di più, di conseguenza, il corpo espelle anche vitamine e minerali preziosissimi per l’organismo: diventa dunque più significativo optare per centrifugati di frutta nel periodo più caldo dell’anno.

Abbiamo quindi un’ampia scelta, come ad esempio albicocche, pesche, fragole, ciliegie, angurie, meloni e prugne.

Centrifugati di frutta invernali

Tuttavia anche l’inverno porta con sé i suoi frutti: in inverno, infatti, dove le difese immunitarie sono più attaccabili e più esposte a virus o freddo, diventa anche in questo caso significativo adoperare centrifugati di frutta ricchi di vitamina c come arance, lime, limoni, kiwi, pere, mandarini.

Conservare i centrifugati di frutta: quando, come e perché

I più pigri potranno sostenere che il centrifugato di frutta sia scomodo da preparare e, per questo motivo, sentirsi giustificati nel caso in cui sostituiscano questo prodotto con snack e merende confezionate.

In realtà, il centrifugato può essere conservato conservato, mantenendo intatti gran parte dei benefici nutritivi, a patto di prestare le dovute attenzioni:

  • un centrifugato deve essere conservato in una bottiglia, meglio se di vetro scuro;
  • utilizzando un tappo per il sottovuoto;
  • aggiungendo uno o due cucchiai di succo di limone: non tutti sanno che questo agrume è un ottimo antiossidante, contenente acido citrico e, di conseguenza, in grado di evitare che frutta e verdura anneriscano o creino delle muffe.

Un ulteriore consiglio per chi voglia gustare il proprio centrifugato fuori casa o dopo alcune ore dalla preparazione: è meglio riporre la bottiglia in un contenitore scuro, come uno zaino o una sacca, evitare assolutamente la luce del sole e accertarsi che il contenitore sia pieno fino all’orlo, in modo che non entri aria e che non si creino batteri che renderebbero il prodotto inutilizzabile.

E’ comunque bene dire che il centrifugato di frutta andrebbe idealmente consumato al momento, fresco, perché conservandolo nel frigo potrebbe perdere tutti i suoi princìpi attivi.

Lascia un commento