Disintossicarsi dall’alcool e dalla dipendenza

La dipendenza dall’alcol è un insieme complesso di cause fisiche e psicologiche, ma per molte persone può diventare una forma di auto-sollievo. Scopri come combattere la dipendenza dall’alcol.

combattere la dipendenza dall'alcol

Combattere la dipendenza dall’alcol – Scopri come fare

L’alcol, la più antica sostanza inebriante e coinvolgente, è in uso da oltre 10.000 anni. Danneggia in modo diretto il fegato, l’esofago, lo stomaco, l’intestino e il colon, e aumenta notevolmente il rischio di incorrere in tumori.

Esistono molte opzioni naturali che offrono un valido supporto per combattere la dipendenza dall’alcol, in particolare riducono i rischi associati all’alcolismo.

Chi rischia di più sono le donne incinte, in questo caso l’alcol dovrebbe essere del tutto evitato. Perché? Ricorda che la sindrome alcolica fetale irreversibile può avvenire anche attraverso piccole dosi. L’alcol è anche coinvolto al 60 per cento nei crimini violenti, ma nonostante questi aspetti negativi, solo il 20 per cento degli alcolisti riesce a stoppare o ridurre il consumo di alcolici con successo.

Le erbe medicinali sono una risorsa preziosa da prendere seriamente in considerazione. All’inizio si possono provare erbe disintossicanti che riducono i sintomi dell’astinenza. L’Acorn tintura (Quercus glandis) o l’Angelica possono essere utilizzate per creare un potente avversario contro l’alcol.

Altre piante medicinali aiutano, invece, a riparare il danno provocato dalla dipendenza dall’alcol, una è, per esempio, il cardo mariano.

Le erbe adattogene e toniche possono correggere gli squilibri biochimici e neurologici che spingono a bere, aumentando la produzione di neurotrasmettitori come la serotonina.

Altre ancora contribuiscono ad alleviare l’ansia e la depressione, problemi che spesso portano all’avvicinamento con l’alcol.

Metodi naturali per combattere la dipendenza dall’alcol

combattere la dipendenza dall'alcol è possibile

Esistono molti rimedi naturali che puoi preparare a casa. Questo può essere anche un buon modo per tenere la concentrazione su qualcos’altro. Vediamo quali sono i principali rimedi homemade:

  • Acorn (Quercus robur glandium)

Riduce il desiderio alcolico, ne ferma gli effetti fisici come l’ingrossamento della milza e del fegato. Durante il trattamento si potrebbe incorrere in diarrea, ma è uno degli effetti curativi, non collaterali.

  • Angelica (Angelica atropurpurea)

Riduce la dipendenza e crea una sorta di avversione contro l’alcol. La dose consigliata è di 5 gocce per 3 volte al giorno. Si tratta di un tonico che allevia la sensazione di gas, gonfiore, coliche e mal di testa. Aiuta, inoltre, con l’ingrossamento della milza e funziona da antiinfiammatorio e antispasmodico.

  • Calanatts (Acorus calamus)

Riduce il desiderio ed è rigenerante per il cervello e il sistema nervoso. Allevia i sintomi di meteorismo, crampi e pancia gonfia. Migliora l’appetito e da una mano contro l’esaurimento.

  • Cayenne (Capsicum frutescens)

Aiuta a fermare la nausea mattutina, riduce il desiderio intenso di alcol e promuove l’appetito. Riduce l’ irritabilità, ansia, il tremore, i brividi, la stanchezza e induce il sonno tranquillo. Da usare in dosi da una singola goccia.

  • Celidonia (Chelidonium majus)

Specifico per i problemi al fegato causati dall’alcool, è disintossicante per il fegato e aiuta con la cirrosi. Calma le emozioni (rabbia, depressione) o le voglie durante l’astinenza. È utile contro la difficoltà di concentrazione e di ottusità mentale.

I nostri consigli per depurarti possono esserti utili, leggi i nostri articoli

  • Hops (Humulus lupulus)

È un sedativo che allevia i sintomi di astinenza legati all’ansia. Calma l’irritabilità e l’irrequietezza, favorisce la digestione sana, allevia l’insonnia e i frequenti risvegli. Non è adatto in caso di depressione.

  • Khella (Ammi visnaga)

Un’erba ayurvedica che allevia gli effetti acuti e cronici dell’alcol, antispasmodico e antidolorifico. Utilizzato contro l’asma.

  • Kudzu Pueraria lobata

Viene usata tradizionalmente in Cina per smaltire la sbornia e i vari effetti dell’alcol (sete, sanguinamento gastrico, perdita di appetito).
Una recente ricerca dimostra che questa erba risulta essere molto utile per combattere la dipendenza dall’alcol.

  • Milk Thistle (Silybum Marianum)

Protegge contro i danni al fegato derivati da alcool, droghe e tossine. Rigenera il tessuto epatico danneggiato ed è essenziale per la cirrosi.

  • Avena (Avena sativa)

Tonificante, migliora la messa a fuoco. Ripristina il funzionamento dei nervi e aiuta a ridurre le palpitazioni, calmando il cuore.

  • Passiflora (Passiflora incarnata)

Tratta insonnia e gli spasmi legati all’astinenza. Utile per indurre un sonno ristoratore senza produrre gli effetti postumi di una sbornia.

  • Quassia

È un amaro che stimola l’appetito, la funzione digestiva e tonifica il sistema digestivo debole.

  • Schisandra (Schisandra chinensis)

Controlla la rabbia e l’aggressività senza sedazione e combatte la depressione. È tonificante per il fegato contro l’epatite, un valido aiuto contro lo stress ed è efficace contro l’esaurimento nervoso, la debolezza e l’insonnia.

  • Lattuga selvatica (Lactuca virosa)

Produce un senso generale di benessere, calma l’eccitabilità e allevia il dolore. Inoltre, è un blando sedativo per la cura per l’insonnia, ottimo per combattere la dipendenza dall’alcol.

5 Comments

  1. pietro
  2. Anna Lisa
    • Nicola
  3. Mariangela
  4. Antonella

Leave a Reply