Orto verticale sul balcone: informazioni, consigli e 3 metodi fai da te

Orto verticale sul balcone, ne hai mai sentito parlare? Come tornare a respirare un po’ di aria pura in una metropoli? Prova l’orto verticale sul balcone!

Anche tu sei stanca del triste grigiore della città? Come darti torto? Ti guardi attorno e non vedi altro che palazzoni dalle sfumature senza personalità, muri alti e una sensazione di ristrettezza che provoca ansie e nervosismi.

Per risollevare il verde cittadino e riprendere quella voglia di vivere nel tuo posto preferito, hai mai pensato di fare qualcosa tu stessa? Del tipo?

Sto parlando di un orto verticale, ne hai mai sentito parlare? È un tipo di coltivazione pensata in maniera tale da ottimizzare gli spazi e creare una struttura utile, ma anche divertente e gradevole alla vista.

Orto verticale sul balcone

Orto verticale sul balcone

Il luogo ideale per la sistemazione è proprio il tuo balcone o terrazzo dove con un minimo di organizzazione e di fantasia puoi dare vita a strepitose combinazioni stilistiche degne di nota.

Orto verticale sul balcone: cosa piantare

Il primo passo è quello di determinare le condizioni della zona in cui vivi per capire quale ortaggio si adatti maggiormente al tipo di clima. Sarà la quantità e la qualità della luce solare il fattore determinante nella scelta delle piante le quali devono essere in grado di prosperare in un ambiente tipico urbano.

Esempi?

  • Se abiti in un palazzo circondato da altri edifici, il tuo balcone potrebbe risultare ombreggiato e non ricevere abbastanza luce. In questo caso, puoi puntare su verdure a foglia come la lattuga e i cavoli.
  • Se, invece, sei piuttosto fortunata e il sole punta dritto verso il tuo appartamento, allora la scelta è più ampia e comprende pomodori, peperoni, patate, fagioli, carote e ravanelli. Ma anche zafferano del quale abbiamo parlato ultimamente.
  • Persino le colture a vite come zucche e cetrioli possono essere sistemate al di fuori della tua stanza, ma il contenitore destinato ad accoglierle deve essere abbastanza profondo e con un terreno ricco di concime o letame.

Come coltivare un orto verticale sul balcone: 3 metodi

Sono tre i metodi più comuni per la tua coltivazione in balcone: mensole, cestini e tralicci. Sono quelli più adatti al tuo scopo e rendono il tuo piccolo spazio un ambiente suggestivo e colorato, ma scopriamo insieme cosa utilizzare al momento giusto!

Mensole per orti verticali

Hanno il vantaggio di poter contenere numerose tipologie di verdure perché offrono una grande quantità di spazio a disposizione. Sono, però, particolarmente utili per garantire la stessa quantità di luce solare a tutte le piante nello stesso periodo di tempo.

La tipologia di mensole migliore per il tuo orto verticale sul balcone è quella a doghe. Questa consente una migliore circolazione dell’aria e permette all’acqua in eccesso di defluire sulle piante situate ai piani inferiori, consentendo un riciclo continuo.

Cestini per orti verticali

Peperoni, pomodorini, viti e patate dolci sono le verdure che si adattano bene a questo tipo di contenitore. Ricorda, però, di annaffiare tutti i giorni, perché i cestini sono più inclini a seccarsi, soprattutto nei periodi estivi.

Tralicci per orti verticali

Sono utilizzati per lo più nel supporto delle colture a vite. Puoi usare persino anche una semplice scaletta per sostenere i tuoi fagioli, i tuoi piselli e i tuoi pomodori. Semplice e bello da vedere!

E tu hai già il tuo orto verticale che cresce rigoglioso sul tuo balcone? Hai delle idee creative da sottoporci?

Leave a Reply