Costruire un essiccatore fai da te? Non serve essere MacGyver

essiccatore fai da teCostruire un essiccatore fai da te può essere la soluzione più semplice ed economica per essiccare la frutta e la verdura

La primavera e l’estate sono il periodo più ricco di frutta e verdura: tanto ricco che spesso è impossibile consumare tutta quella che abbiamo a disposizione (soprattutto se si tratta di prodotti del nostro orto, privi di conservanti chimici per cui destinati a una rapida e naturale maturazione).

costruire un essiccatoreCome fare allora per evitare di sprecare la frutta e la verdura che non riusciamo a consumare e conservare per l’inverno gli aromi e i sapori dei frutti estivi? La soluzione più semplice e naturale è anche quella più antica: l‘essiccazione.

Per essiccare frutta e verdura esistono diversi modi e non bisogna essere MacGyver 😉 :

  • essiccazione per esposizione al sole: il sistema più antico, che richiede un lungo periodo di tempo e un clima soleggiato e asciutto;
  • forno: è possibili utilizzare un comune forno elettrico, ma con un  grande consumo di energia;
  • essiccatore elettrico: la soluzione più semplice e rapida.

E allora, perché non provare a costruire un essiccatore fai da te? Con un po’ di manualità e i giusti pezzi si tratterà di un’impresa molto meno complicata di quello che può a prima vista sembrare.

Se non sei MacGyver ma non hai neanche voglia di ingegnarti a costruirlo in casa ti consiglio un ottimo essiccatore anche come qualità/prezzo.

Essiccatore Biosec Domus B5
Essiccatore Domestico da 5 cestelli
€ 186

Essiccatore fai da te: cosa ci serve?

Per costruire un essiccatore fai da te la soluzione migliore è quella di passare prima di tutto in un negozio di fai-de-te e farsi tagliare un parallelepipedo in legno laminato o compensato (per le misure considerate un’altezza di circa 50 centimetri, una profondità uguale e una larghezza di circa 30 – 35 centimetri).

Importante: perchè il vostro essiccatore fatto in casa funzioni al meglio almeno due pareti laterali devono essere dotate di piccoli fori necessari al ricambio d’aria.

essiccatore fai da tePossiamo assemblare l’essiccatore fai da te tramite viti da legno e sistemare al suo interno, partendo da circa metà dell’altezza, due o tre  griglie appoggiate su due listelli fissati con viti (anche tutto questo è facilmente reperibile in un negozio di bricolage).

Per il sistema di apertura – chiusura della porta la soluzione più semplice è quella ci quattro calamite fissate agli angoli di un lato stretto, con un pomolo sulla parte esterna.

Per creare l‘effetto caldo è poi necessaria una lampada alogena da 40 watt, un porta lampada, del filo elettrico e una spina per collegarla alla rete elettrica: basterà preparare un foro  sulla parete inferiore dell’essiccatore fai da te, grande quanto basta per far passare il filo, e poggiare il porta lampada sul fondo dell’essiccatore stesso.

Sarà poi utile dotarsi di un termometro per controllare che la temperatura non sia troppo alta (non dovrebbe mai superare i 40°) e il vostro essiccatore fai da te è pronto: l’unico limite diventerà la vostra pazienza e la vostra fantasia, per creare una dispensa di frutta e verdura che renderà più saporito il vostro inverno in cucina.

2 Comments

  1. mauro
    • Laura Poletti

Leave a Reply