Autoproduzione di farina di frutta, per una dieta sana

Cosa pensate dell’autoproduzione di farine di frutta? In questo articolo voglio trattare questo argomento.farina carrube

Ad esempio, in commercio esiste la farina di carrube che viene fatta a partire dai semi e che ha un sapore molto simile al cioccolato, motivo per cui viene usata in sostituzione del cacao. Tuttavia ritengo che i semi non siano molto adatti al consumo umano, ragion per cui raccomando l’autoproduzione della farina di carrube a partire dal frutto, ovvero senza il seme. Che poi farla è davvero molto semplice, vi basterà polverizzare le carrube con il macina cereali o con il macina caffé, dopo averle ridotte in piccoli pezzi.

Farina fruttariana autoprodotta, per una dieta sana

Sempre in commercio troviamo la farina di cocco, che si ottiene dalla polpa di cocco essiccata e che potete autoprodurre da soli per poi usarla nei vostri “dolci salutariani e vegani”. Il cocco, anche se ricco di grassi saturi, se consumato con moderazione non influenza i livelli di colesterolo. La farina di cocco, inoltre, è ricca di sali minerali, come il potassio e il ferro.

farina platanoAltra farina fruttariana interessante che si può comprare o autoprodurre è quella di platano. Ce ne sono di due tipi, quella ottenuta da platani dolci (ideale per dolci e budini) e quella ottenuta da platani meno dolci (ideale per piatti salati, tipo la pizza).

La farina di platano meno dolce, se mescolata con la farina di zucchine (fruttortaggio), è ottima per pizze, pani, focacce, pasta fresca… Tuttavia la farina di zucchine non l’ho mai vista in commercio, per cui dovrete auto produrvela da soli con il solito metodo (essiccazione e macinazione).

Quelle che invece sì ho trovato in negozio sono: la farina di zucca, quella di pomodoro, di albicocca, ananas, ciliegie, mango, pere e pesche.

Con tutte queste farine, totalmente prive di glutine, potete altro che sbizzarrirvi in cucina, e poi potete usarle anche come coloranti naturali per le vostre creazioni.

Non trovate la farina di frutta che cercate? Nessun problema, basta autoprodurla!

2 Comments

  1. Anam
    • anna.

Lascia un commento